AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.
Ricerca personalizzata

Il parco naturale di Mondragó a Maiorca

[Argomento precedente] [Argomento sopra] [Argomento seguente] [Minorca] [Maiorca] [Ibiza] [Formentera] [Cabrera] [Accoglienza] [Site Home] [Via Gallica]
Rubriche[Foto] [Presentazione] [Situazione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
Il Parco Naturale di Mondragó (Parc Natural de Mondragó / Parque Natural de Mondragó) è una zona protetta, sulla costa sud-orientale della isola di Maiorca, proteggere la flora e la fauna notevole mira - tra cui il bird - una zona di insenature e del suo entroterra.

Il territorio del Parco Naturale si trova sul comune di Santanyí nella Contea del Migjorn.

SituazioneSituazione

Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Situazione del Parco Naturale - Clicca per ingrandire l'immagine
Il bordo del Parco Naturale di Mondragó si trova a 2,5 km a est della città di Santanyí e il cuore del Parco, Cala Mondragó si trova a 6 km dalla città, e 5,6 km da S'Alqueria Blanca. I vicini villaggi costieri : Porto Petro, 2 km a nord-est, e Cala Figuera che fiancheggia il parco al sud-ovest.

Ci sono tre strade di accesso al Parco Nord da S'Alqueria Blanca, ovest da Santanyí, sud-ovest dalla strada per Santanyí Cala Figuera. Ci sono parcheggi gratuiti a nord ea sud-ovest iscrizioni e informazioni centro all'ingresso nord. Il modo più facile accesso alla spiaggia di Cala Mondragó è per l'ingresso nord (S'Alqueria Blanca), a 700 m dalla spiaggia, accesso alla spiaggia S'Amarador è l'ingresso del sud-ovest (Cala Figuera), con parcheggio situato sul promontorio pianura ad ovest della baia.

Le coordinate geografiche di ingresso del parcheggio a nord : 39° 21' 25"N, 3° 11' 28"E

VisiteVisite

Parco NaturaleIl Parco Naturale di Mondragó
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Le spiagge di Cala Mondragó e S'Amarador - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Nel 1989 un progetto globale di sviluppo costiero di Cala Mondragó - con un complesso residenziale - potrebbe essere evitata la classificazione della zona come riserva naturale. Nel 1992, il Parco Naturale di Mondragó è stato creato dal Governo delle Isole Baleari, su iniziativa di una organizzazione avifauna tutela ambientale, Grup d'Ornitologia Balear (GOB). Il Parco è stato anche classificata come area naturale di particolare interesse (Àrea Natural d'Especial Interès (ANEI)) e come zona di protezione speciale per gli uccelli (Zona d'Especial Protecció per a les Aus (ZEPA)).

Il Parco Naturale di S'Albufera a Maiorca - Mappa del Parco Naturale - Clicca per ingrandire l'immagineL'area protetta si estende su una superficie di 785 ettari, di cui 95 ettari di dominio pubblico, e le restanti 690 ettari sono di proprietà privata, compresi i terreni agricoli altamente frammentato. Tuttavia, all'interno del parco sono numerosi alberghi, locande, ristorante e bar, e alcuni sparsi lungo la strada che conduce a insenature abitazioni private, queste costruzioni sono state costruite prima della creazione del Parco e godere un diritto acquisito.

Il Parco Naturale di S'Albufera a Maiorca - Mappa del Parco Naturale - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó questo straordinario valore ecologico, con molti ambienti diversi, come le aree di vegetazione naturale, come le foreste di pini e macchia, e le aree secche di cultura tradizionale, ma anche le dune, spiagge rocciose o sabbiose, scogliere e zone umide. La riserva ospita rare orchidee, queste zone umide - situato nella punta estrema sud-orientale della isola di Maiorca - offrono una sosta adeguata sulla strada delle migrazioni, più di 70 specie di uccelli, dune e macchia contengono popolazioni di tartarughe in via di estinzione nativi.

Il Parco dispone anche di un interesse etnografico : secoli di agricoltura e allevamento hanno modellato il paesaggio, con una grande quantità di muretti a secco e barraques de roter, che erano capanne di pietra utilizzate come alloggio per persone o come ricovero per le attrezzature agricole ; curucull capanne con coperchio conico, utilizzati per casa bestiame. Più rare sono le terrazze, che si trovano negli anfratti ci sono anche costruzioni legate all'uso di acqua : ruote idrauliche asinina per estrarre acque sotterranee per l'irrigazione, pozzi, fossi, stagni e serbatoi. Altre testimonianze riguardano la registrazione : il carbone (sitges) Rifugi carbone e calce forni.

La visita del Parco
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La Punta de Ses Blanquer - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La Punta de Ses Blanquer - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco di Mondragó costituito da basse colline culminante non superiore a 57 metri ; queste colline sono separati da burroni dove - durante le forti piogge - corsi d'acqua o torrents, le principali : a ovest, Torrent de S'Amarador con il suo affluente il Torrent d'en Roig, e ad est, il Torrent de ses Coves del Rei, noto anche come Torrent d'en Tomàs o Torrent d'en Colovet, con il suo affluente Torrent d'en Carraixet.

Questi flussi confluiscono i due torrenti principali in cui, rispettivamente, la spiaggia di S'Amarador e la spiaggia di Ses Fonts de n'Alis. A est del promontorio Sa Guàrdia d'en Garrot, è una terza spiaggia, Spiaggia di Caló des Borgit. Le tre spiagge sono collegate da sentieri rocciosi. C'è una quarta spiaggia - molto piccolo - a sud ovest di S'Amarador il Caló d'en Perdiu.

Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Gli itinerari escursionistici nel parco - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco di Mondragó è uno dei più visitati dei parchi a Maiorca ed è attraversata da sentieri e strade di campagna, i sentieri consentono ai visitatori di scoprire le flora e la fauna del Parco. Quattro sentieri escursionistici, facili e brevi, sono assegnati :
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Escursioni percorso numero 2 - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Escursionismo numero 3 - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Escursionismo percorso numero 4 - Clicca per ingrandire l'immagine
SpiaggiaLa spiaggia di S'Amarador
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La vegetazione dietro la spiaggia di S'Amarador (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineLa spiaggia di S'Amarador è accessibile dalla strada de Santanyí a Cala Figuera. A prossimità si trova una delle zone umide del parco, il Estany de S'Amarador.

Il nome S'Amarador si riferisce ad un ex utilizzo del S'Amarador stagno per l'immersione, per un po ', stivali di lino o di canapa da utilizzare in una produzione di fibre, ci tronchi di alberi immerse anche per dare loro forza e li possono utilizzare per costruire barche o le travi delle case.

Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Cala Mondragó e la spiaggia S'Amarador - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Spiaggia S'Amarador (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Spiaggia S'Amarador (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagine
BelvedereIl Belvedere di Ses Fonts de n'Alis
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Belvedere di Ses Fonts de n'Alis - Clicca per ingrandire l'immagineDal Mirador de Ses Fonts de n'Alis o Sa Font de n'Alis, si può vedere la confluenza dei torrenti En Carraixet e S'Hort d'En Colovet. I bordi dei torrenti sono stati gli unici settori in cui la disponibilità Mondragó suolo e delle acque associato irrigazione, giardinaggio permesso mercato. Nelle vicinanze di questi corsi d'acqua e gli stagni sono costruzioni di origine araba, per l'estrazione, stoccaggio e trasporto di acqua : ruote idrauliche, serbatoi e fossati. Il nome di Alis fonte è di origine araba.
PaludeLo stagno di Ses Fonts de n'Alis
Il Estany de Ses Fonts de n'Alis è la diversa zona umida del parco. Le precipitazioni fortemente stagionale, tipico del Mediterraneo, e le condizioni di elevata salinità determinano la flora del lago. La flora comprende limoniums (Limonium spp) (saladina) Samphire molto vogatore, viola o finocchio selvatico cristallo erba (Salicornia ramosissima) (salicórnia), giunco pungente (Juncus acutus) (anello), e tamarindo, o tamerici, di Africa (Tamarix africana) (tamarell), tutte le piante adattate a vivere in ambienti salini.
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Viola finocchio selvatico (Salicornia ramosissima) nello stagno Ses Fonts de n'Alis - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Giunco spinoso (Juncus acutus) in stagno Ses Fonts de n'Alis - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Il Estany de Ses Fonts de n'Alis (autore Chixoy) - Clicca per ingrandire l'immagine
SpiaggiaLa Cala Mondragó
La spiaggia di Cala Mondragó è chiamata anche spiaggia di Cala de Sa Font de n'Alís, è una bella spiaggia sabbiosa che degrada dolcemente verso le acque turchesi poco profonde adatte ai bambini di balneazione. La spiaggia di Cala Mondragó è una delle più belle spiagge della costa orientale di Maiorca molto popolare con i bagnanti, può essere affollata piena estate.

È facilmente raggiungibile da nord dell'ingresso del Parco. Da Cala Mondragó, si può andare al S'Amarador spiaggia seguendo un sentiero verso ovest, prendendo un sentiero verso est, ci stiamo dirigendo verso la spiaggia di Caló des Burgit.

Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La spiaggia di Cala Mondragó - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La spiaggia di Cala Mondragó - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Cala Mondragó e Punta de Ses Blanquer - Clicca per ingrandire l'immagine
CapoIl promontorio di Sa Guàrdia d'En Garrot
Le calette di Cala Mondragó e Caló des Burgit sono separate da un promontorio roccioso Sa Guàrdia d'En Garrot, il promontorio è costituito da una pila di lastre di calcare che si è formata sotto la superficie del mare durante la era terziaria, ci sono circa 10 miliardi di anni. Sulle scogliere di bassa crescita, l'erosione costiera si è allenato regolarmente coperto da lastre di acqua di mare, che sono chiamati localmente “tenasses„. La dissoluzione del calcare, esposta all'azione dell'acqua di mare e pioggia, gradualmente portato alla formazione di diverse cavità, il rilievo che risulta è chiamata carsismo.
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Sa Guàrdia d'en Garrot - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Sa Guàrdia d'en Garrot - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Yacht a Sa Guàrdia d'en Garrot - Clicca per ingrandire l'immagine
TorrenteLa baia di CCaló es Burgit
La baia di Caló des Burgit possiede anche una piccola spiaggia.
Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - Caló des Burgit - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La Punta des Caló des Burgit - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La Punta des Caló des Burgit - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)
FloraLa Flora del Parco Naturale di Mondragó
Il Parco Naturale di Mondragó comprende una grande varietà di ambienti, come le terre coltivate, macchia, boschi, anfratti, scogliere, dune e spiagge.

La maggior parte del Parco Naturale di Mondragó è costituito da una moltitudine di roters, piccoli appezzamenti di terreno piuttosto povero, generalmente chiuse di pareti di pietre secche, dove si praticano colture miste albero secco e cereali, tra tali colture dominano quelli del mandorlo (Prunus dulcis), il carrubo (Ceratonia siliqua) e il fico (Ficus carica) cereali coltivati sono orzo, avena e grano.

Su terreni troppo poveri per essere coltivate domina la macchia mediterranea, costituita principalmente da specie come il cinghiale, olivastro o verde oliva (Olea europaea var. sylvestris), il mastice o il lentisco (Pistacia lentiscus), il oleandro (Nerium oleander), il foglio di stretta via cavo (Phillyrea angustifolia), filo intermedio (Phillyrea media), l'alaterno alaterno (Rhamnus alaternus), il cisto cotonoso (Cistus albidus), foglia di salvia cisto (Cistus salviifolius), il cisto di Montpellier (Cistus monspeliensis), il Ampelodesmos di Mauritania (Ampelodesmos mauritanica), il rosmarino officinale (Rosmarinus officinalis), il molti-fiori di erica (Erica multiflora) e lavanda dentata (Lavandula dentata). In alcuni punti ci sono alcuni legno box Baleari (Buxus balearica).

Le foreste di pino d'Aleppo (Pinus halepensis) e leccio (Quercus ilex), occupano le gole torrenti. In queste foreste coltivare la scopa sbagliato agrifoglio, agrifoglio o nipote (Ruscus aculeatus), caprifoglio interlacciato, caprifoglio o le Baleari, (Lonicera implexa), il ciclamino delle Baleari (Cyclamen balearicum)

Sotto arbusti cespugli e foreste di pini si trovano orchidee : l'orchidea gigante (Barlia robertiana), l'orchidea piramidale (Anacamptis pyramidalis), la serapide lingua (Serapias lingua), localmente chiamato “gallet„ (gallo) e la serapide minore (Serapias parviflora), e varie specie di Orchis generi e Ophrys, Ophrys come vernici o Ophrys specchio (Ophrys vernixia).

Nelle aree, spazzate dal vento costiero, trovato sabine (Juniperus sabina) e il ginepro fenicio (Juniperus phoenicea), scarola (Launaea cervicornis), denominato “socarrell„ in catalano. Sulle rocce crescono finocchio selvatico o perce-pierre (Crithmum maritimum) e immortale Mediterraneo (Helichrysum angustifolium).

Nel sistema di dune, povero di sostanze nutritive - specialmente in questo S'Amarador - spinge il eringio marino (Eryngium maritimum) e l'ammofila arenaria (Ammophila arenaria) sulle spiagge, mare euforbia (Euphorbia paralias) e leggere marittimo (Pancratium maritimum).

In entrambi i laghetti, acqua salmastra che si trova alle spalle delle spiagge S'Amarador e Ses Fonts de n'Alis, ci sono spine precipita giunchi (Juncus acutus) e canne comuni canna (Phragmites australis) e bambù (Bambuseae), tife (Typha sp.), tamerice (Tamarix sp.), finocchio selvatico viola o cristallo erba (Salicornia ramosissima), arbusto finocchio selvatico (Salicornia fruticosa), finocchio selvatico giallo (Arthrocnemum macrostachyum), Limonium Mallorca (Limonium majoricum), denominato “saladina„ in catalano, mare di lavanda (Limonium companyonis) Limonium baguette, o rigida Limonium (Limonium virgatum). Sotto l'acqua si sviluppa il fieno di mare(Ruppia maritima).

NaturaLa Fauna del Parco Naturale di Mondragó
La fauna del Parco Naturale di Mondragó è molto varia, il gruppo più importante di fauna selvatica sono uccelli sono stati registrati oltre settanta specie, la maggior parte dei quali sono specie migratrici. Dal 1995, il Parco è una zona di protezione speciale per gli uccelli (Zona d'Especial Protecció per a les Aus (ZEPA)).

Nei boschi e macchia incontrano il occhione (Burhinus oedicnemus), il colombaccio (Columba palumbus), la tortora (Streptopelia turtur), l' upupa (Upupa epops), la pernice rossa (Alectoris rufa) e l' assiolo (Otus scops). Come gli uccelli rapaci hanno trovato il gheppio (Falco tinnunculus) e il aquila minore (Hieraaetus pennatus). Ci sono anche molti piccoli uccelli, tra cui uccelli canori, come la cinciallegra (Parus major), capinere (Sylvia sp.), la magnanina sarda (Sylvia sarda), localmente chiamato “tallareta„, il saltimpalo (Saxicola torquata), l' Averla-testa (Lanius senator), lo strillozzo (Miliaria calandra), lo zigolo nero (Emberiza cirlus) e il topino o rondine riparia(Riparia riparia).

La costa rocciosa, con molte scogliere, è favorevole alla nidificazione falco pellegrino (Falco peregrinus), il marangone dal ciuffo (Phalacrocorax aristotelis), il gabbiano corso (Larus audouinii), il gabbiano reale (Larus ridibundus). A volte vediamo qualche falco pescatore (Pandion haliaetus) in migrazione.

Le zone umide sono a casa per gli uccelli acquatici. La zona umida dell'ovest, il Estany de S’Amarador, è profondo, morbido e circondato da canneti vivono alcune paia di folaghe (Fulica atra), le gallinelle d'acqua (Gallinula chloropus), svassi in dal collo nero (Podiceps nigricollis), i porciglione eurasiatico (Rallus aquaticus) e, talvolta, il germano reale (Anas platyrhynchos). La zona umida dell'est è il Estany de Ses Fonts de n'Alis è meno profondo, leggermente salmastra e visitata da uccelli limicoli, l' airone cenerino (Ardea cinerea), la garzetta (Egretta garzetta), il corriere piccolo (Charadrius dubius), il gambecchio comune (Calidris minuta), il piro-piro piccolo (Actitis hypoleucos) e il beccaccino (Gallinago Gallinago).

Fra i mammiferi si trova il riccio algerino (Atelerix algirus vagans), la donnola europea (Mustela nivalis), la genetta comune (Genetta genetta), la martora (Martes martes), alcuni roditori come il coniglio (Oryctolagus cuniculus), la lepre iberica (Lepus granatensis), la lepre del Capo (Lepus capensis), il topo selvatico (Apodemus sylvaticus) e il moscardino (Eliomys quercinus). Un pipistrello, il mastino di Cestoni (Tadarida teniotis), è anche presente.

Sulle pareti di pietre secche e sulle rocce il geco comune o tarantola muraiola (Tarentola mauritanica) e il geco notturno, o verrucoso mémidactyle (Hemidactylus turcicus) nella macchia si trova testuggine di Hermann (Testudo hermanni), che è stato reintrodotto. In stagni incontrano il serpente incappucciato (Macroprotodon mauritanicus), la natrice viperina (Natrix maura), la tartaruga palustre europea (Emys orbicularis), rana di Pérez (Rana perezi) e il rospo smeraldino Baleari (Bufotes balearicus). Per quanto riguarda la fauna sono presenti strisce triglia (Mugil cephalus), il mosquitofish, o pesce zanzara (Gambusia affinis) e l'anguilla comune (Anguilla Anguilla).

InformazioniInformazioni pratiche

RicezioneCentro informazioni del Parco Naturale di Mondragó
Il Parco Naturale di S'Albufera a Maiorca - Mappa del Parco Naturale - Clicca per ingrandire l'immagineIl Parco Naturale di Mondragó a Maiorca - La leggenda del piano del parco naturale - Clicca per ingrandire l'immagineIl Centro Informazioni Ses Fonts de n'Alis è all'ingresso nord, proveniente da S'Alqueria Blanca :

Indirizzo : Carretera de Cala Mondragó s / n - 07691 Santanyi

Ore : 09 :00 alle 16, chiuso il 25 e 31 dicembre (vigilia di Natale e Capodanno).

Telefono : 00 34 971 181 022

Si può ottenere mappe del parco.

C'è anche un Centro Visitatori del Parco di Mondragó Santanyí :

Indirizzo : Can Crestall, Carrer de Can Llaneres, 8-07650 Santanyí

Orario : lunedì a venerdì, ore 8 alle ore 15.

Telefono : 00 34 971 642 067

PullmanAutobus con Cala Mondragó
Linea L507 : Cala d'Or Cala Mondragó

La linea si fermò in molti luoghi della Grande Cala d'Or, Cala Ferrera dal Portopetro prima di raggiungere Cala Mondragó. L'autobus corre sette volte al giorno e il viaggio dura 30 minuti e costa € 1,40.

Informazioni sulla linea 507 : www.tib.org

Cala Mondragó è anche il capolinea di un trenino turistico che corre lungo la costa da Cala d'Or attraverso Portopetro, solo durante la stagione estiva, da maggio a settembre, costa circa 3 €.

HotelHostal Playa Mondragó
L'ostello è una famiglia Mondragó Playa Hotel 2 stelle inaugurato nel 1964 e si trova vicino alla spiaggia. È abbastanza semplice albergo con quaranta camere con o senza balcone, monolocali e appartamenti.

Circa 110 € per una camera in alta stagione. Chiuso novembre a marzo.

Indirizzo : Cala Mondragó s / n - 07691 Santanyi

Telefono : 00 34 971 643 566 (estate) 00 34 971 657 402 (in inverno).

Sito sul web : www.playamondrago.com

HotelHostal Condemar
L'ostello Condemar è un albergo a 2 stelle costruito nel 1972 ed è situato a 100 metri dalla spiaggia di Cala Mondragó. Dispone di 45 camere, la maggior parte con balcone.

Circa 40 € per persona in alta stagione. Chiuso da novembre ad aprile.

Indirizzo : Cala Mondragó s / n - 07691 Santanyi

Telefono : 00 34 971 657 756

Sito sul web : www.hostalcondemar.com

Altri temi

Filiazione dell'argomento
Isole Baleari > Maiorca > Contea del Migjorn > Santanyí > Parco Naturale di Mondragó
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Il villaggio di Calonge a Maiorca
Il villaggio di s'Alqueria Blanca a Maiorca
Il villaggio di Cala d'Or a Maiorca
Il parco naturale di Mondragó a Maiorca
Il villaggio di Cala Figuera a Maiorca
Argomenti più ampi
Accoglienza
La città di Felanitx a Maiorca
La città di Santanyí a Maiorca
La città di Ses Salines a Maiorca
L'isola di Cabrera a Maiorca
La città di Campos a Maiorca
La città di Llucmajor a Maiorca
Argomento precedente ] [ Argomento sopra ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.