AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Teguise a Lanzarote

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Fuerteventura] [Gran Canaria] [La Gomera] [La Palma] [Lanzarote] [Teneriffa] [El Hierro] [Pagina d’inizio] [Canarie] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine.Teguise è una piccola città storica nell’isola centro-nord di Lanzarote; Teguise era la capitale di Lanzarote sin dalla sua fondazione nel 1418, fino al 1852, quando il suo antico porto Arrecife divenne la nuova capitale dell’isola. Teguise è la seconda città più antica delle Isole Canarie dopo Betancuria, la capitale storica dell’isola di Fuerteventura.

La città di Teguise a Lanzarote. Visto da Guanapay vulcano. Clicca per ingrandire l'immagine.Teguise oggi è la capitale del più grande comune dell’isola, e la seconda più popolosa dopo Arrecife. La città di Teguise ha poco più di 20.000 abitanti, di cui solo circa 1600 per la Villa de Teguise. Le località più importanti del comune sono: la stazione balneare di Costa Teguise, molto più popolata, i villaggi agricoli di Los Valles, d’El Mojón, di Guatiza, di Nazaret, di Tahíche, di Mozaga, di Tiagua, di Sóo, e i villaggi di pescatori di Caleta de Famara e di Caleta del Sebo sull’isola di La Graciosa.

EtimologiaEtimologia e toponomastica
La città di Teguise a Lanzarote. Scudo della città (autore Sancho Panza XXI). Clicca per ingrandire l'immagine.Teguise è stata fondata nel 1418 da Matthieu de Béthencourt, detto «Maciot de Béthencourt». Maciot era nipote di Jean IV de Béthencourt, il figlio del suo unico fratello Regnault IV de Béthencourt, e aveva accompagnato suo zio e Gadifer de La Salle nella conquista delle Canarie.

In realtà un villaggio aborigeno, chiamato Acatife esisteva già qui ed era la capitale del Majos, i Guanches di Lanzarote. Nel 1406 Maciot de Béthencourt succedé a suo zio e, nel 1418, si installò a Acatife dove sposò la ragazza dell’ultimo re majo dell’isola, Guadarfía, battezzato sotto il nome di Luis de Guadarfía. La principessa è stato nominato Teguise, divenne Maria de Teguise dopo la sua conversione al cattolicesimo.

La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Maciot dedicato il nuovo nome della città per la moglie, e dedicata a San Michele Arcangelo: la capitale di Lanzarote è stata nominata San Miguel de Teguise. Maciot nacque intorno al 1375, nel feudo di famiglia della Normandia, e morì a Madeira nel 1454.

Allo XVIe secolo Teguise ottenne lo statuto di «città reale» e fu nominato «villa real San Miguel de Teguise»; la città è comunemente nominata «La Villa», mentre la nuova capitale, Arrecife, è spesso designato un po’sdegnosamente sotto il nome di «El Puerto».

Lo scudo di Teguise indossa una corona, ricordando che Teguise è città reale, superando una rappresentazione del centro storico della città e quattro blocchi che rappresentano le isole dell’arcipelago Chinijo parte della città.

PosizionePosizione

La città di Teguise a Lanzarote. La città e la Montaña de Guanapay. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise si trova allo sbocco di una valle che separa i massicci dello Risco de Famara e dello Risco di Las Nieves, al centro-nord dell’isola di Lanzarote. Teguise si trova a 300 m sul livello del mare, ai piedi di un vulcano, Montaña de Guanapay, il cui vertice, che si trova a 452 metri, è coronata dal castello di Santa Barbara.

Teguise si trova a 13 km a nord della capitale dell’isola, Arrecife, l’autostrada LZ-10 e dopo Tahíche, LZ-1 strada. La città di Haría si trova a nord est di Teguise, a 17 km da l’autostrada LZ-10; sud-ovest, San Bartolomé si trova a 10 km su strada LZ-30. La stazione principale della città, Costa Teguise, si trova a 13 km a sud est.

La città di Teguise a Lanzarote. Posizione del municipio (autore Jerbez). Clicca per ingrandire l'immagine.Teguise è al centro di un comune di cui è il capoluogo; il comune di Teguise è più vasto di Lanzarote: copre 264 km² — quasi un terzo della superficie di Lanzarote — che si estendono della costa occidentale alla costa è dell’isola; include anche le isole ed isole dello arcipelago Chinijo: l’isola La Graciosa e le isole disabitate d’Alegranza, Montaña Clara, Roque del Este e Roque del Oeste.

Gran parte della città è costituito da terreni agricoli di origine vulcanica, costellato di vulcani; su queste terre è praticata la coltivazione su lapilli o pozzolana, chiamato localmente «picón». Sulla strada LZ-104 tra Teguise, Teseguite e Guatiza, si può vedere cava di pozzolana che rivelano formazioni rocciose, abbastanza strano, che sono bocche vulcaniche ostruite da cave. Sud-ovest della città si trova la pianura sabbiosa d’El Jable, più deserto.

VisiteVisite

VillaggioIl villaggio di Teguise
La città di Teguise a Lanzarote. Vista dal Guanapay vulcano. Clicca per ingrandire l'immagine.Aborigeni majos avevano già scelto questo luogo per stabilire la loro capitale, Acatife, perché questo posto ha una buona fornitura di acqua: in inverno l’acqua piovana che cade sul Montaña de Guanapay flusso nella pianura dal Barranco de Miraflores. Queste acque sono stati raccolti in un serbatoio enorme, il «Gran Mareta». Si può ancora vedere la Barranco de Miraflores scoperto al di fuori della città; viene poi incanalata nel vicolo chiamato Callejón de la Sangre (Alley Sangue). La vecchia cisterna è stato restaurato e coperto con una lastra che gestisce il più grande mercato in Teguise.

Oltre a fornire le sue acque verso la città, la Montaña de Guanapay - un picco di 452 m, isolato in mezzo alla pianura - è stato un ottimo punto di osservazione per vedere i nemici a venire sbarco sulla costa dell’isola, tutto Le distanze di oltre 10 km. Dal XIV secolo in cima alla montagna era sormontata da una torre di guardia da Lanzarotto Malocello, ri-scopritore genovesi Isole Canarie.

Durante l’anno 1428, Maciot de Béthencourt così stabilito la sua capitale in questo luogo, ha chiamato San Miguel de Teguise. Alla dinastia Béthencourt riuscito quello di Herrera.

Ma Lanzarote è l’isola più vicina isola delle Canarie al Nord Africa, e Teguise, nonostante la sua distanza dalla costa, ha dovuto subire gli attacchi dei pirati barbareschi. Nel 1569 la città fu attaccata dai pirati barbareschi Calafat; allertati dalle campane del convento francescano, la popolazione è riuscita a respingere gli invasori nel vicolo conosciuta oggi come il Callejón de la Sangre, dove sono stati uccisi 170 pirati berberi. Nel 1586, nonostante il rafforzamento del castello di Sainte-Barbe (n° 7 sulla pianta), la città è stata presa di sorpresa dal pirata Barberia Morato che ha massacrato la popolazione. L’attacco peggiore si è verificato nel 1618: la città fu di nuovo saccheggiata e bruciata dai pirati barbareschi, Xaban e Soliman; i Barbareschi portarono in schiavitù 900 abitanti di Teguise. Il pirata algerino Xaban era un rinnegato francese, nato Guillaume Bedos a Sérignan in Linguadoca.

La città di Teguise a Lanzarote. Mappa della città nel 1686. Clicca per ingrandire l'immagine.Dopo 50 anni di saccheggi e incendi dolosi rimasto poco degli edifici XV e XVI secolo; la maggior parte degli edifici storici che si possono vedere in data Teguise dei secoli XVII e XVIII. L’intero centro storico - costruito su un piano di griglia - è un’opera d’arte fatta di monasteri, chiese, cappelle, strade lastricate e ombreggiate, grandi piazze, e le case tradizionali delle Canarie imbiancate.

Teguise era la capitale politica di Lanzarote per più di quattro secoli e architettura elegante riflette lo stato antica: le case opulente signorili ci sono numerosi: organizzato su uno o due piani che circondano un patio, si aprono sui portali esterni e scolpito persiane in legno; Tuttavia i bei balconi canari sono meno presenti rispetto alle altre isole Canarie, come il pino delle Canarie è quasi inesistente sull’isola di Lanzarote, e il legno doveva essere importato.

Teguise ha una doppia faccia: la domenica la città è molto vivace a causa del mercato dove la gente viene da tutta l’isola tra cui tutti i centri turistici; giorno della settimana Teguise sembra essere una città museo, perché le popolazioni locali che lavorano in centri di vacanza durante il giorno; allora possiamo tranquillamente godere le belle piazze, chiese e palazzi. Se avete tempo vale la pena visitare Teguise due volte la domenica e nei giorni feriali.

La città di Teguise a Lanzarote. Mappa della città. Clicca per ingrandire l'immagine.Se venite da Arrecife o Costa Teguise con LZ-10 l’autostrada, o sud dell’isola dalla strada LZ-30, siamo in grado di trovare un sacco di parcheggio terra battuta all’ingresso della città. La visita della città può iniziare al municipio situato nell’ex convento domenicano; successivo, è possibile visitare l’antica chiesa del monastero (n° 3 sulla pianta), che oggi ospita un «Centro d’Arte». Andate a nord lungo la Plaza de Santo Domingo (n° 1 sulla pianta) e la Plaza Camilo José Cela  (n° 2). Arrivato al livello della Calle José Betancort si può fare un’andata e ritorno sulla sinistra della via per gettare un colpo d’occhio divertito alla Casa-museo Mara Mao; ritornare sui suoi passi e seguire la Calle José Betancort dove si può vedere lo Palazzo del Marchese Herrera là Rojas; la Calle José Betancort continua fino alla Plaza dott. Alfonso Spínola (n° 3) dove si trovano la chiesa del vecchio monastero Santo Francesco e lo Museo d’Arte Sacra che la chiesa ripara oggi.

Attraversare in seguito la Plaza di San Francisco (n° 4), quindi girare a destra nella Calle Herrera là Rojas dove si può vedere uno dei più vecchi edifici di Teguise, che data di 1455, lo Palacio del Marqués (n° 8), diventato un café-restaurant, lo Patio del Vino. Svoltare a sinistra in Calle del Espíritu Santo, dove la posizione Teatro Comunale, che occupa il sito della ex cappella del Santo Spirito. Continuare la strada dello Spirito Santo alla Parco de La Mareta (n° 8), che copre la vecchia cisterna. Bordare il parco fino allo Callejón del Sangre; scendere la viuzza sulla sinistra, quindi prendere a sinistra la Calle de San Miguel fino alla Plaza di San Miguel, o Plaza del Constitución (n° 5 sulla pianta).

La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Sul lato è del posto si trova la chiesa Nostra Signora di Guadalupa (n° 1); sul lato sud de la piazza si può osservare il vecchio edificio della Casa della Decima (La Cilla) che è oggi occupata da una cassa di risparmio; sul lato nord della piazza San Michele è il palazzo Spínola (n° 5) che ospita il museo del Timple. Prima di lasciare il posto da parte del nord-ovest, si può fare un giro in Calle Nueva, a sinistra per vedere la facciata di Casa Torres. Continuare a nord e attraversare le piazze Plaza 18 de Julio e Plaza Clavijo y Fajardo (n° 7), fiancheggiata da edifici storici che ospitano negozi e ristoranti.

Poi si arriva a Calle El Rayo; sulla destra, all’inizio della strada si trova la Casa Palacio Ico, una ex caserma (Casa Cuartel) ristrutturato. Alla fine della Calle El Rayo, fare un ritorno in Calle de la Carnicería (Strada della Macelleria) per vedere la Casa Perdomo che ospita l’Archivio Storico Teguise (n° 6). Se avete voglia di camminare, si può proseguire fino alla fine della Calle de la Carnicería e uscire dalla città per visitare il Ermita de San Rafael, che si trova un po ’fuori città (700 m), Carretera Vieja Teguise - Famara; in caso contrario, tornare alla Calle El Rayo e intorno Casa Cuartel il diritto di raggiungere la Plaza Princesa Ico (n° 9); attraversare la piazza per arrivare a un’altra piazza, Plaza de la Vera Cruz (n° 10), in cui un piccolo aggiornamento cappella, Ermita de la Vera Cruz (n° 4).

Dal 1973 il centro storico di Teguise è protetto come monumento storico-artistico (Monumento Histórico Artístico). Nel 1980 un programma di restauro è stato intrapreso con il sostegno di César Manrique.

MunicipioIl Municipio (Ayuntamiento)
La città di Teguise a Lanzarote. Il Municipio (Ayuntamiento). Clicca per ingrandire l'immagine.Il municipio Teguise è installato sugli edifici conventuali del convento San Domenico; ha inscatolato due archi del chiostro e dei serbatoi originali.
MonasteroIl vecchio convento di San Domenico (Convento de Santo Domingo)
Nel 1698 il capitano Gaspar Carrasco Rodríguez ha dato gli edifici per costruire un ospedale con la chiesa ha voluto attribuire al Ordine Ospedaliero di San Giovanni di Dio; l’Ordine Ospedaliero ha rifiutato la gestione della struttura ospedaliera a causa della lontananza dell’isola di Lanzarote.

La città di Teguise a Lanzarote. L'ex convento di San Domenico. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel 1711, il capitano ha donato gli edifici per l’Ordine domenicano; il Convento de Santo Domingo è stata fondata nel 1726. Sopra la porta della chiesa - pietra rossa - si può vedere il simbolo dell’Ordine domenicano. La chiesa ha due navate separate da archi, sostenuti da pilastri in pietra rossa. All’interno è ancora possibile vedere la pala originale dedicata alla Madonna delle Grazie.

Il convento fu confiscato nella prima metà del XIX secolo da un governo anticlericale; Ha poi subito vari usi deteriorati edifici. La ristrutturazione del vecchio convento ha avuto inizio nel 1980, ma gli affreschi e le piastrelle sono state purtroppo distrutte durante la costruzione ed è stato scoperto nella cripta oltre un centinaio di scheletri.

Oggi le case chiesa San Domenico un centro per l’arte contemporanea che può esporre i giovani artisti e performance dal vivo di concerti di musica classica e spettacoli teatrali.

Centro de Arte, Convento de Santo Domingo

Indirizzo: Calle de Santo Domingo; nel sud-ovest della città (n° 3 sulla pianta).

Telefono: 00 34 928 845 001

Orario: domenica a venerdì, dalle 10 ore alle 14 ore; chiusa sabato.

Ingresso: ingresso libero.

Sito sulla «Tela»: www.teguise.com

La città di Teguise a Lanzarote. La vecchia chiesa di San Domenico. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La vecchia chiesa di San Domenico. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Pala della vecchia chiesa di Saint-Dominique. Clicca per ingrandire l'immagine.
CasaLa casa-museo Mara Mao (Casa Museo Mara Mao)
La città di Teguise a Lanzarote. la casa-museo Mara Mao. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. la casa-museo Mara Mao. Clicca per ingrandire l'immagine.Un artista locale autodidatta Manuel Perdomo Ramirez, formato il suo museo personale è un mucchio di statue di gesso e oggetti vari.

Questa stranezza è Calle José Betancort all’ingresso sud ovest di Teguise a da San Bartolomé.

La città di Teguise a Lanzarote. la casa-museo Mara Mao. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. la casa-museo Mara Mao. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. la casa-museo Mara Mao. Clicca per ingrandire l'immagine.
PalazzoIl palazzo Marchese Agustín de Herrera y Rojas (Palacio Marqués Agustín de Herrera y Rojas)
La città di Teguise a Lanzarote. Il Palacio de los Herrera y Rojas. Clicca per ingrandire l'immagine.Il museo Marchese Herrera y Rojas è stato ricostruisce nel 1929 per Luis Ramirez Gonzalez, sulle fondazioni di un palazzo costruito allo XVIIIe secolo, ma i tre marchesi di Lanzarote che portarono il nome d’Agustín de Herrera y Rojas vissero agli XVIe e XVIIe secoli…

Si noti il portale sulla facciata in pietra e porta di legno di tea - il tea è il legno massello di pino delle Canarie (Pinus canariensis) - sia recuperato dal palazzo. L’edificio ha un pavimento con una veranda coperta che si affaccia su un cortile. La cresta che adorna la facciata è stato creato dall’artista Lanzarote, Pancho Lasso.

L’edificio ospita il servizio culturale del comune di Teguise.

Indirizzo: Calle José Betancort s/n.

Ore: lunedì a venerdì, dalle 8 ore alle 15 ore.

MonasteroIl vecchio convento di San Francesco (Convento de San Francisco)
La città di Teguise a Lanzarote. Ritratto di Argote de Molina. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Facciata della vecchia chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La chiesa e il convento francescano di Teguise sono state costruite sotto gli auspici del Don Gonzalo Argote de Molina, contare e provinciale Siviglia, sposato con una figlia di Don Agustín de Herrera y Rojas, primo marchese di Lanzarote. I lavori iniziarono nel 1588 e la chiesa fu consacrata 26 aprile 1590; il convento fu affidata ai missionari dell’ordine francescano; la chiesa era originariamente dedicata alla Madonna di Mirafiore (Madre de Dios de Miraflores).

A meno di trenta anni dopo la sua costruzione nel 1618, il Convento de Miraflores è stata saccheggiata e bruciata dalle orde di pirati algerini Xaban e Soliman, come molti altri edifici Teguise. Il convento e la chiesa sono stati restaurati negli anni successivi; uno secondo navata, è stato aggiunto alla chiesa.

La città di Teguise a Lanzarote. Facciata della vecchia chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Facciata della vecchia chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Nave del Vangelo della ex Chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.I secoli XVII e XVIII il Convento de San Francisco è stato utilizzato come luogo di sepoltura per i cittadini più in vista di Lanzarote.

Nel XIX secolo il monastero fu vittima delle politiche di liberazione dei beni ammortizzati (desamortización) dei governi liberali spagnoli; gli edifici del monastero sono stati tagliati e venduti come case.

Rimane oggi il convento francescano che la vecchia chiesa, trasformata in Museo d’Arte Sacra.

La città di Teguise a Lanzarote. Pala dell'altare maggiore dalla navata del Vangelo della ex Chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Facciata della vecchia chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La facciata della chiesa di San Francesco contiene un portale in pietra rossastra vulcanica, sormontato da due insoliti motivi a spirale, di ispirazione ispano-americana, e un oculo.

L’interno della chiesa è a due navate; la navata del Vangelo, a sinistra, ha due cappelle e una grande pala con tre pannelli; la navata della Lettera, a destra, è più piccolo e si compone di quattro cappelle.

Le caratteristiche più importanti sono le tre pale d’altare barocco, scolpita soffitti in legno mudejar, intagliato pulpito in legno e fonte battesimale in pietra vulcanica.

La città di Teguise a Lanzarote. Soffitto mudéjar del coro della ex chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.La pala dell’altare maggiore della navata Vangelo è stato realizzato nella seconda metà del XVIII secolo; è dedicata alla Madonna di Mirafiore, titolare del Convento.

La città di Teguise a Lanzarote. Pala dell'altare maggiore dalla navata del Vangelo della ex Chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.Questa pala, di stile barocco, è composta da sei pannelli in due sezioni orizzontali e tre sezioni verticali; nicchie del fondo orizzontale rappresentano: Madre de Dios de Miraflores nella nicchia centrale, S. Francesco nella nicchia a sinistra e San Diego de Alcalá nella nicchia a destra. Nella seconda sezione orizzontale - il meglio conservato - possiamo vedere, sul pannello di sinistra, un dipinto dell’Immacolata Concezione, l’Ascensione di Cristo, sul pannello centrale, e l’abbraccio di San Francesco e San Domenico sul pannello di destra. Nel timpano è una tela di Ecce Homo.

La città di Teguise a Lanzarote. Soffitto mudejar della navata della Lettera della ex Chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.Nella navata della Lettera è la pala di S. Antonio, che ha gli stessi motivi a spirale che la facciata della chiesa. Questi stessi modelli sulla pietra rossastra pala della cappella dell’Immacolata Concezione a sinistra della navata del Vangelo.

La città di Teguise a Lanzarote. Soffitto mudéjar del presbiterio dalla navata della Lettera della ex Chiesa di San Francesco. Clicca per ingrandire l'immagine.Nulla si sa della delle pale d’altare del convento francescano gli autori, ma la composizione della scena e le dimensioni corrispondono al lavoro di artisti locali.

Museo di arte sacraIl Museo d’Arte Sacra (Museo de Arte Sacro)
La città di Teguise a Lanzarote. Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.La vecchia chiesa di San Francesco è diventato, dal 1998, il Museo d’Arte Sacra di Lanzarote; ha una collezione di circa 70 arte sacra provenienti da chiese e conventi in Teguise, tra cui sculture in legno.

La città di Teguise a Lanzarote. Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Pittura su tela «L'impegno» presso il Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.Tra gli oggetti esposti vi è il dipinto «L’impegno» attribuita al pittore canario Cristóbal Hernández de Quintana, USA Large quadri di arcangeli, o una bella mensola tedesca del XVII secolo.

La città di Teguise a Lanzarote. Cristo legato alla colonna Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Statua di San Vincenzo Ferrer nel Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Statua di San Domenico di Guzman nel Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.
La città di Teguise a Lanzarote. Mappa di Museo di Arte Sacra. Clicca per ingrandire l'immagine.Visita al Museo d’Arte Sacra

Indirizzo: Plaza de San Francisco; vicino al bordo sud-est della città, in direzione d’Arrecife (n° 2 sulla pianta).

Orario: martedì a sabato, dalle 9 ore 30 alle 16 ore 30; domenica dalle 10 ore alle 14 ore; chiusa lunedì. L’ingresso dei visitatori termina mezz’ora prima della chiusura.

Ingresso: ingresso libero.

Telefono: 00 34 928 314 989

PalazzoIl palazzo dello Marchese (Palacio del Marqués)
La città di Teguise a Lanzarote. Il Palacio del Marqués. Clicca per ingrandire l'immagine.Il Palacio del Marqués de Herrera y Rojas è il più antico edificio Teguise: è stata costruita nel 1455, ma chiamato un signore Lanzarote che ha vissuto un secolo più tardi … il Palacio del Marqués è stato, per 270 anni la sede del governo delle Canarie. Questo edificio è spesso confuso con il Palacio del Marqués Agustín de Herrera y Rojas.

Nel 1998, questo edificio storico è stato trasformato in un caffè-ristorante, il Patio del Vino, che ha pochi tavoli in un patio accogliente per una pausa, ma le tapas sono vini media e piuttosto costoso.

Orario: dal lunedì al venerdì: dalle 12 ore alle 20 ore; domenica dalle 10 ore alle 15 ore.

Indirizzo: Calle Herrera y Rojas, 9 (n° 8 sulla pianta).

Telefono: 00 34 928 845 773

La città di Teguise a Lanzarote. Il Palacio del Marqués. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Il Palacio del Marqués. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Il Palacio del Marqués. Clicca per ingrandire l'immagine.
TeatroIl teatro comunale (Teatro Municipal)
La città di Teguise a Lanzarote. Antico teatro. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il Teatro Comunale occupa la cappella della posizione dello Spirito Santo, costruita nel 1730. Accanto alla cappella, padre Agustín Rodríguez Ferrer aveva costruito nel 1774, un ospizio che in seguito ha servito come un orfanotrofio.

Nel 1825 gli edifici hospice sono state trasformate in teatro, la terza più antica delle isole Canarie. La cappella fu demolita nel XIX secolo.

Dopo un lungo periodo di abbandono, il teatro è stato restaurato nel 1995, mantenendo le dimensioni del vecchio teatro.

Indirizzo: Calle del Espíritu Santo, n° 1.

ParcoIl parco della cisterna (Parque La Mareta)
La città di Teguise a Lanzarote. La Piazza de la Mareta. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Immediatamente a nord della Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe è una grande piazza coperta di piastrelle: il Parque La Mareta è il luogo del grande mercato domenica a Teguise (n° 8 sulla pianta). Sotto le lastre dove i commercianti bancarelle si snoderà è un serbatoio enorme di 40 metri di diametro e 9 metri di profondità. Questo serbatoio è stato costruito dai fondatori della città, nei primi anni del XV secolo per raccogliere l’acqua piovana inverno che scorre da Montaña Guanapay dal Barranco de Miraflores. Il sistema di raccolta dell’acqua ha già sviluppato aborigeni majos. E ’stato il più grande serbatoio di acqua piovana a Lanzarote.

Il serbatoio alla fine insabbiarsi, e dopo la messa in servizio del impianto di dissalazione di acqua di mare d’Arrecife, nel 1965, è diventato inutile. Il serbatoio è stato restaurato nel 1992 e coperto con lastre di cemento; il serbatoio non è accessibile al pubblico.

VicoloLa viuzza del sangue (Callejón de la Sangre)
Il Callejón de la Sangre si trova sul lato est della chiesa Nuestra Señora de Guadalupe; questa stradina si estende su un canale che porta l’acqua dal Barranco de Miraflores fino a quando il serbatoio di La Mareta.

Il nome di questa strada ricorda le molte battaglie che hanno avuto luogo tra gli abitanti di Teguise e dei pirati barbareschi, i secoli XVI e XVII, in particolare tra il 1569 e il 1586. Tale combattimenti ha avuto luogo in molte altre strade, ma è in Vicolo del Sangue degli abitanti Teguise riuscito a respingere barbaro nel 1571; Tuttavia, nel 1596, i pirati algerini ha assunto, saccheggiarono la città, hanno bruciato le case, massacrarono gli abitanti e portarono via in schiavitù molti altri. Questo combattimento ha lasciato centinaia di morti.

PiazzaLa Piazza della Costituzione (Plaza de la Constitución)
La città di Teguise a Lanzarote. La Plaza de la Constitución. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La Piazza di San Michele (Plaza de San Miguel) è il cuore del centro storico di Teguise, circondato da edifici storici come la Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe, il palazzo Spínola e il granaio della Casa della decima. L’attuale nome ufficiale del luogo è Plaza de la Constitución (n° 5 sulla pianta).

La città di Teguise a Lanzarote. La Plaza de la Constitución. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La piazza San Michele è stato inaugurato nel 1590 da l’ingegnere italiano Leonardo Torriani che ha dovuto rafforzare il castello di Santa Bárbara in cima alla Montaña de Guanapay.

La città di Teguise a Lanzarote. La Plaza de la Constitución. Clicca per ingrandire l'immagine.L’aspetto attuale della piazza le date principalmente dalla all’inizio del XX secolo; l’ingresso meridionale della piazza è fiancheggiato da due leoni, simboli di potere, di fronte al Palazzo Spínola: il luogo è a volte colloquialmente chiamato Plaza de los Leones. La fontana che adorna il centro delle date quadrati dal 1940; le panchine di pietra sono in pietra blu dalla famosa cava «La Goleta» ad Arucas in Gran Canaria. La piazza è ombreggiato da palme delle Canarie e alcuni araucarie.

ChiesaLa chiesa di Nostra Signora di Guadalupe (Iglesia de Nuestra Señora de Guadalupe)
La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. Modello della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La prima chiesa parrocchiale di San Miguel de Teguise, dedicata a San Michele Arcangelo, è stato costruito intorno al 1428; è stata una delle prime chiese nelle Canarie. Questa chiesa del XV secolo era una struttura molto semplice e di piccole dimensioni, con una sola navata, senza finestre con sedili in pietra lungo le pareti. La Iglesia de San Miguel fu saccheggiata più volte da attacchi di pirati, e ogni volta ricostruita; fu completamente distrutto da un incendio agli inizi del XVII secolo (1608).

La nuova chiesa parrocchiale, dedicata a Nostra Signora di Guadalupe, risale al XVII secolo (1680) ma ha subito molte trasformazioni successive, che gli conferisce un aspetto piuttosto eterogeneo. La chiesa di Nuestra Señora de Guadalupe è una chiesa a tre navate con un imponente campanile che funge da punto di riferimento nella piana di Teguise.

La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Chiesa di San Michele. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel 1909, un altro incendio - provocato dalla negligenza di una spalla - ha causato ingenti danni e distrutto gli archivi parrocchiali.

La città di Teguise a Lanzarote. Interno della Chiesa di Nostra Signora (autore Marc Ryckaert). Clicca per ingrandire l'immagine.Dal 1909-1914 all’interno della chiesa di Notre Dame fu restaurata in stile neogotico - che non all’unanimità - con calchi in gesso che nascondono il fondo.

Il campanile è stato ricostruito: i primi tre piani di colore rossastro roccia vulcanica, è stato aggiunto un quarto piano di grigio basalto, sormontato da un campanile ottagonale e la cupola scintillante bianco.

La città di Teguise a Lanzarote. La Chiesa di Nostra Signora di Guadalupe. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. Modello della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Crocifissione di Lujan Perez nella Notre-Dame (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.L’aspetto attuale della chiesa risale ai primi anni del XX secolo; un modello, visibile nel Museo della Pirateria, mostra l’aspetto esatto della chiesa nel XVIII secolo.

All’interno della chiesa è possibile vedere l’immagine di Nuestra Señora de Guadalupe, venerata in Spagna e in America ispanica.

Nella navata sinistra è opera del famoso artista canario Lujan Pérez, l’effigie di Cristo, con i capelli umani reali.

Visita la Iglesia de la Virgen de Guadalupe (n° 1 sulla pianta):

Orario: lunedì al sabato, dalle 9 ore alle 13 ore 30.

CasaLa Casa della Decima (La Cilla)
La città di Teguise a Lanzarote. L'ex Casa della decima (Cilla). Clicca per ingrandire l'immagine.Sul lato sud della Plaza de San Miguel è la costruzione della decima, chiamato La Cilla (silos), che è stato conservato il grano consegnato dagli agricoltori come imposta in natura. Tale imposta è stata istituita, dal 1412, da Jean de Béthencourt a favore della chiesa; la decima era un decimo del raccolto di grano.

Nel XV secolo, un successore Béthencourt, signore dell’isola Diego García de Herrera, pensava che il vescovo di Gran Canaria poteva fare a meno di questa imposta e mantenuta per il suo beneficio; è stato subito prima di Papa Sisto IV.

La Casa della decima che vediamo oggi è un edificio che risale al XVII secolo (1680), costruita dal maestro Marcial Sánchez; oggi ospita una filiale della Cassa di Risparmio del canarino «La Caja de Canarias», che ha finanziato il restauro di La Cilla nel 1986, guidato da César Manrique.

PalazzoIl Palazzo Spinola (Casa Museo Palacio Spínola)
La città di Teguise a Lanzarote. La facciata di Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.La Casa Spínola è un palazzo del XVIII secolo, costruita tra il 1730 e il 1780 dalla famiglia Feo y Peraza chi si alleò prima che la famiglia di commercianti Spínola. Il palazzo Spínola fu la residenza del governatore di Lanzarote durante il XVIII secolo. La proprietà in precedenza apparteneva all’Ordine domenicano e ospitava il Sant’Uffizio del Tribunale (Tribunal del Santo Oficio), vale a dire, il tribunale dell’Inquisizione spagnola.

Fino al 1974 la casa era abitata da famiglie nobili, poi acquistati dalla società mineraria Unión Explosivos Río Tinto, che lo fece restaurare, sotto la supervisione dell’artista Lanzarote César Manrique.

Nel 1984 il palazzo fu acquistato dal Comune di Teguise e restaurato dall’architetto Fernando Higueras e decorato da César Manrique. Nel 1989 divenne la residenza ufficiale del Presidente del Governo delle Isole Canarie, per scopi di rappresentanza. Dal 2011 l’edificio ospita anche un museo Timple, una corda strumento musicale tradizionale delle Isole Canarie.

La città di Teguise a Lanzarote. Corridoio Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La cappella del Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.Il Palacio Spínola si trova sul lato ovest della piazza Saint-Michel, di fronte alla Notre Dame; di fronte al Palazzo stare due leoni di pietra. L’edificio ha una facciata austera con sei finestre e una porta di pietra posta sopra un portico.

La città di Teguise a Lanzarote. Corridoio Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.Dietro la facciata sono due ampie camere, servite da un lungo corridoio, uno dei quali ospita il Museo Timple e l’altra la Sala Consiliare; notiamo gli splendidi pavimenti in legno massello. Di fronte alla camera di Consiglio una piccola cappella ha una pala di legno.

La città di Teguise a Lanzarote. La sala del consiglio del Palazzo Spínola. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La sala del consiglio del Palazzo Spínola. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La sala del consiglio del Palazzo Spínola. Clicca per ingrandire l'immagine.
La città di Teguise a Lanzarote. Patio di Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Al centro del palazzo è un patio con un pozzo in pietra e bouganville. Nella parte posteriore del palazzo si trova la cucina con camino monumentale, largo due metri. Dal punto di vista, un altro cortile con palme e un vecchio albero di fico; si può vedere un filtro per l’acqua (destiladera).
La città di Teguise a Lanzarote. Camino nel Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Patio di Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. Filtro acqua al Palais Spínola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La città di Teguise a Lanzarote. La facciata di Palazzo Spinola. Clicca per ingrandire l'immagine.Visita il Palacio Spínola:

Indirizzo: Plaza de San Miguel s/n (Plaza de la Constitución); numero 5 sulla mappa.

Ore: lunedì a venerdì, dalle 9 ore alle 15 ore; domenica, dalle 10 ore alle 14 ore. Chiuso il sabato.

Telefono: 00 34 928 845 181

Ingresso: 3 € (include la visita al museo timple).

Museo etnograficoLa casa-museo timple (Casa Museo del Timple)
La città di Teguise a Lanzarote. Museo del timple. Clicca per ingrandire l'immagine.La Casa-museo del Timple è interamente dedicato a questo strumento simbolo delle isole Canarie, una piccola chitarra a cinque corde: la sua storia, la sua produzione, i suoi maestri, come Simón Morales Tavio o Antonio Lemes Hernández, che ha sostenuto che la tradizione su XX secolo.

Il museo timple è ospitato in alcune sale di Palazzo Spínola.

Indirizzo: Plaza de la Constitución s/n

Orario: lunedì al sabato, dalle 9 ore alle 16 ore 30; domenica e festivi dalle 9 ore alle 15 ore 30.

Ingresso: 3 €.

Sito sulla «Tela»: www.casadeltimple.org

La città di Teguise a Lanzarote. Descrizione di un timple. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Prospetto del Museo del Timple. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Biglietto di ingresso al Museo del timple. Clicca per ingrandire l'immagine.
CasaLa Casa Palacio Ico
Il Palacio Ico è una casa coloniale, risalente alla fine del XVII secolo, restaurato nel 1980 dall’architetto Luis Ibáñez. Perché è servita come caserma della Guardia Civil nel XX secolo, è popolarmente chiamato Casa-Cuartel (home-caserme). Il «turista» nome Palacio Ico è stato dato ad esso durante il suo ripristino, in omaggio alla regina aborigena Ico.

Il Palacio Ico ha una pancetta fuori stile tradizionale delle Canarie - forse l’unico in città - e una bella terrazza.

Indirizzo: Calle El Rayo, n° 2

Sito sulla «Tela»: www.palacioico.com

La città di Teguise a Lanzarote. Casa Palacio Ico. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La Plaza Reina Ico. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. La Plaza Reina Ico. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
CasaLa Casa Perdomo
La città di Teguise a Lanzarote. La Casa Perdomo (Archivi storici di Teguise). Clicca per ingrandire l'immagine.La Casa Perdomo è un edificio settecentesco costruito dalla famiglia Robayna, ma che è stata acquisita nella seconda metà del XX secolo dalla famiglia Perdomo.

Nel 1988, la Casa Perdomo è stata acquisita dal Comune di Teguise; dal 1998, dopo il restauro, l’edificio ospita l’Archivio Storico della città di Teguise.

Archivio Storico Teguise

Indirizzo: Calle Carnicería, n° 8

Ore: lunedì a venerdì, dalle 8 ore alle 15 ore 30.

Telefono: 00 34 928 845 467

CappellaLa cappella della Vera Croce (Ermita de la Vera Cruz)
La città di Teguise a Lanzarote. La cappella della Vera Croce (Ermita de la Vera Cruz). Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Santo Cristo Cappella della Vera Croce (Ermita del Santísimo Cristo de la Vera Cruz) è stata fondata nel XVII secolo dal capitano Lucas Gutiérrez Melián (n° 4 sulla pianta).

La cappella ospita una statua del Cristo in croce (Cristo en la Cruz), che è stato portato dal Portogallo dalla famiglia Betancort Ayala. La cappella ha anche due dipinti: «Il fidanzamento di Maria e Giuseppe» uno che rappresentano «La discesa dello Spirito Santo» e l’altro

FortezzaIl forte di Santa Barbara (Forte de Santa Bárbara)
La città di Teguise a Lanzarote. Il cratere del vulcano Guanapay. Clicca per ingrandire l'immagine.Il Castillo de Santa Bárbara è una fortezza cinquecentesca costruita sulla cima di un vulcano, Montaña de Guanapay; il castello ospita oggi il Museo della Pirateria (n° 7 sulla pianta).

Vai al castello di Santa Barbara.

VillaggioIl villaggio di Los Valles
Vai al villaggio di Los Valles.
La città di Teguise a Lanzarote. La Ermita de las Nieves a Los Valles. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La Ermita de las Nieves a Los Valles. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. La Ermita de las Nieves a Los Valles. Clicca per ingrandire l'immagine.
Museo etnograficoIl Museo dell’Agricoltura El Patio in Tiagua
Vai a Museo Agricolo El Patio.
La città di Teguise a Lanzarote. Stabile Museo dell'Agricoltura El Patio in Tiagua. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. campo da squash Museo Agricolo El Patio in Tiagua. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. euforbia balsamifère Museo Agricolo El Patio in Tiagua. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Museo d'arte modernaLa Fondazione César Manrique a Tahíche
Vai alla Fondazione César Manrique.
La città di Teguise a Lanzarote. Scultura Manrique Fondazione a Tahíche. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Mobile Manrique Fondazione a Tahíche. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Bolla volcanica de la casa di César Manrique a Tahíche. Clicca per ingrandire l'immagine.
CasaLa casa Lagomar di Omar Sharif a Nazaret
Vai a casa di Omar Sharif.
La città di Teguise a Lanzarote. Piscina della casa di Omar Sharif a Nazaret. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Teguise a Lanzarote. Nazaret visto dalla casa di Omar Sharif. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Teguise a Lanzarote. la casa di Omar Sharif a Nazaret. Clicca per ingrandire l'immagine.

Informazioni praticheInformazioni pratiche

Ufficio di turismoUfficio di turismo
L’Ufficio del Turismo si trova sulla Plaza de la Constitución, ha lasciato il Palazzo Spínola.

Orario: tutti i giorni dalle 10 ore alle 17 ore.

Telefono: 00 34 928 845 398

Sito sulla «Tela»: www.teguiseturismo.com

MercatoMercato
Il mercato domenica mattina a Teguise è una delle attrazioni dell’isola di Lanzarote; I servizi di autobus funzionano quel giorno dalle località turistiche dell’isola, e turisti affollano auto a noleggio a centinaia alla città in cui i residenti trasformano la loro terra a pagare parcheggi. Il centro del mercato è il Parco La Mareta, ma le bancarelle sono diffusi su tutti i sedili e tutte le vie circostanti.

Il mercadillo offre tutti i tipi di prodotti della più autentica delle Canarie a più adulterato: alimenti biologici, formaggio di capra, di pizzo artigianale delle Canarie, in ceramica o di lava, gioielleria locale, crocifissi, abbigliamento contraffatti, bigiotteria esotici scarsa qualità. caffè effimere allineare i loro tavoli e panche e vendono bevande molto costosi e specialità culinarie. gruppi folkloristici eseguono alcune danze e pezzi di musica tradizionale.

Il mercato si tiene dalle 9 ore alle 14 ore; La sera Teguise immerso di nuovo nel suo letargo.

PullmanTrasporti stradali
Le linee d’autobus 7 (Arrecife - Haría - Máguez) e 9 (Arrecife - Órzola) hanno due arresti a Teguise.

Le linee 11, 12, 13 e 14 correre la domenica mattina dalle Puerto del Carmen, Playa Blanca, Costa Teguise e Arrecife, per il mercato di Teguise.

Orari dettagliati sul sito: www.arrecifebus.com

AlbergoAlberghi
Con alcuni appartamenti non vi è praticamente alcuna offerta di alloggi in Teguise.
RistoranteRistoranti
Ristorante Acatife
Il ristorante Acatife è uno dei più antichi ristoranti di Lanzarote; che propone una cucina tradizionale delle Canarie in un altrettanto tradizionale, con travi a vista e mobili rustici, e un bel cortile. Una specialità è il coniglio in salsa di vino rosso (conejo al vino tinto).

Indirizzo: Calle de San Miguel, n° 4

Ore: Chiuso il lunedì.

Prezzo: prezzi ragionevoli; secondi piatti da € 15.

Telefono: 00 34 928 845 037

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Canarie > Lanzarote > Costa orientale > Teguise
Argomenti più dettagliate
Il castello di Santa Barbara a Teguise a Lanzarote
Il villaggio di Los Valles a Lanzarote
Il villaggio d'El Mojón a Lanzarote
Il villaggio di Guatiza a Lanzarote
Il villaggio di Nazaret e la casa di Omar Sharif a Lanzarote
Il villaggio di Tahíche e la Fondazione César Manrique a Lanzarote
Il villaggio di Costa Teguise a Lanzarote
Il villaggio di Mozaga a Lanzarote
Il villaggio di Tiagua e il Museo Agricolo El Patio a Lanzarote
Il villaggio di Sóo e la pianura d'El Jable a Lanzarote
Il villaggio di Caleta de Famara a Lanzarote
Argomenti vicini
La città d'Arrecife a Lanzarote
La città di Teguise a Lanzarote
La città di San Bartolome a Lanzarote
Argomenti più ampi
Accoglienza
Carta interattiva dell'isola di Lanzarote
La costa settentrionale di Lanzarote
La costa orientale di Lanzarote
La costa meridionale di Lanzarote
La costa occidentale di Lanzarote
L'interno dell'isola di Lanzarote
La flora e la fauna dell'isola di Lanzarote
L'isola di Lanzarote - Opuscolo dell'UT

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.