AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città d'Arrecife a Lanzarote

[Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Fuerteventura] [Gran Canaria] [La Gomera] [La Palma] [Lanzarote] [Teneriffa] [El Hierro] [Pagina d’inizio] [Canarie] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generaleEtimologiaEtimologia e toponomastica
La città di Arrecife a Lanzarote. Scudo della città (autore Heralder). Clicca per ingrandire l'immagine.Arrecife è un porto dell’isola di Lanzarote, al centro della costa orientale dell’isola. Fino al 1852 Arrecife era solo la porta di uscita del capitale storica dell’isola, Teguise; tale data Arrecife divenne la capitale dell’isola, capitale amministrativa ed economica, ma relativamente poco influenzata dalla attività predominante dell’isola del settore del turismo. La città ha solo pochi monumenti storici, se non due forti per proteggere il porto contro le incursioni di pirati e corsari.

La città di Arrecife a Lanzarote. Consiglio Insular Hotel (autore Wiki05). Clicca per ingrandire l'immagine.La popolazione della città è poco meno di 60.000 abitanti, quasi la metà della popolazione di Lanzarote. Gran parte di questa popolazione sono dipendenti pubblici che lavorano nell’amministrazione dell’isola, di cui quasi 2.000 sono impiegati negli unici edifici moderni capitolo della isola (Cabildo Insular de Lanzarote). Un’altra parte della popolazione lavora nelle principali località turistiche vicino a Arrecife, Costa Teguise, nord-est, e Puerto del Carmen, a sud-ovest.

Arrecife è anche uno dei sette comuni dell’isola di Lanzarote, ma il più piccolo dei sette per l’area (inferiore a 23 kmq).

La città di Arrecife a Lanzarote. Nave incagliata. Clicca per ingrandire l'immagine.In spagnolo il toponimo «arrecife» significa «barriera» a causa della costa d’Arrecife è costellato di piccole isole e scogli di origine vulcanica, come l’isola di San Gabriele (Islote de San Gabriele) che è stato costruito il Forte di San Gabriele.

La popolazione di Lanzarote continua a nominare la città di Puerto de Arrecifes «El Puerto», perché non è stato fino a quando il porto della capitale, Teguise.

Dal 2010 Arrecife è gemellata con la città brasiliana di Recife, e l’etimologia.

PosizionePosizione

La città di Arrecife a Lanzarote. Posizione del municipio (autore Jerbez). Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. Arrecife Guanapay vista dal vulcano in Teguise. Clicca per ingrandire l'immagine.La città d’Arrecife confina con i comuni di San Bartolomé e Teguise. La maggior parte dei turisti che arrivano in Lanzarote passano vicino a Arrecife, arrivano via mare o per via aerea. Lo porto d’Arrecife garantisce collegamenti per trasbordatore con le quattro altre grandi isole Canarie e con il porto di Cadix, e lo aeroporto di Lanzarote è distante soltanto di circa 7 km dei centri d’Arrecife benché si trovi sul territorio del comune di San Bartolomé.

Venendo dal nord-est dell’isola, da Teguise (a 14 km) o Haría (a 31 km) si arriva a Arrecife con la strada LZ-1 e si può prendere in prestito, con la sinistra, il boulevard circolare (Rambla Medular) per raggiungere — con la Calle Juan de Quesada — il grande parcheggio situato nell’est della città, vicino alla Laguna di San Genesio (Charco de san Ginés).

Venendo dal sud-ovest dell’isola, da Yaiza (a 23 km), Tías (ad 11 km) o dall’aeroporto (a 7 km), si raggiunge Arrecife con la strada a quattro vie LZ-2 che si prolunga fino ai centri con l’ampia via della Calle José Antonio Primo de Rivera, quindi perdersi nelle viuzze a senso unico. Tuttavia, è più ragionevole cercare parcheggio nel grande parcheggio del West - nei pressi dei nuovi edifici del Cabildo Insular - utilizzando il Rambla Medular un breve tratto e poi uscire alla prima rotonda per la prima uscita. Si può anche cercare di trovare parcheggio sotto i grattacieli di Gran Hotel, ma il parcheggio è pieno abbastanza rapidamente; prendere a destra verso il viale Fred Olsen e lungo la Playa del Reducto alla sua fine, dove la posizione Gran Hotel. Possiamo quindi prendere l’autobus per il centro.

LZ-20 strada porta a Arrecife da Tinajo (20 km) o San Bartolomé (10 km). LZ-18 strada conduce a Costa Teguise 9 km a nord.

Tutti questi percorsi, LZ-1 LZ-2 e LZ-20, LZ-3 attraversare la strada che serve a bypassare la città d’Arrecife.

VisiteVisite

CittàLa città d’Arrecife
La città di Arrecife a Lanzarote. Mappa della città (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Sin dalla sua fondazione, all’inizio del XV secolo, e fino alla metà del XIX secolo Arrecife era un porto di pesca e di commercio, senza edifici di pregio in genere legati al potere politico ed economico del capitale. L’urbanistica ha tenuto traccia: a partire dalla fine del XVIII secolo, la città è cresciuta come un popolare agglomerato quartieri dove c’è poco piazze verdi, tranne la piazza Plaza de las Palmas, che si trova dietro la chiesa San Ginés. Qua e là qualche macchia di abitazioni declassati sono stati demoliti per costruire edifici per uffici per l’amministrazione, o per fare un parcheggio argilla, ma altri sono rimasti in stato di deserto. Per soddisfare le esigenze dei residenti della capitale di negozi, si creano ristoranti e bar, soprattutto nelle strade León y Castillo e José Antonio Primo de Rivera, che a volte si alternano a edifici decrepiti. In periferia, centri commerciali consentono residenti e turisti di fare acquisti più a buon mercato che nelle località di Puerto del Carmen, Playa Blanca e Costa Teguise.

La città di Arrecife a Lanzarote. mappa della città. Clicca per ingrandire l'immagine.Dalla fine degli anni 1990 la città ha compiuto alcuni sforzi per migliorare l’attrazione turistica della città riabilitando l’area Charco de San Ginés e il lungomare; nuovi edifici abbastanza elegante - di stile neo-coloniale - sono stati costruiti ad ovest della città, per ospitare il Cabildo Insular. Nonostante questi sforzi la visita Arrecife non lascia un ricordo indimenticabile.

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Arrecife è una città enorme - un’ampia Lanzarote - ma i pochi monumenti da vedere sono situati vicino al centro città, con l’eccezione di Forte di San Giuseppe. La visita della città può iniziare ovviamente dal centro storico della città, la chiesa di San Genesio e San Genesio laguna. Lasciando il centro della città, si può raggiungere il mare attraverso la strada León y Castillo; nei pressi della foce della strada, si può vedere la Casa de los Arroyos, poi prendere il Puente de las Bolas (Ponte delle Palle) per visitare il Forte San Gabriele costruita su un isolotto. Tornando al lungomare e dirigersi verso sinistra, verso sud, troviamo il Park Marina, e dopo che il Club Nautico, il Parco delle isole Canarie ai grattacieli di Gran Hotel. Il lungomare è poi continuata da Avenida Fred Olsen lungo la spiaggia della Ridotta (Playa del Reducto); al centro della spiaggia si può girare a destra per la strada José Antonio per tornare al centro della città.

ChiesaLa chiesa di San Genesio (Iglesia de San Ginés)
La città di Arrecife a Lanzarote. La Chiesa di San Genesio (autore Przemysław Jahr). Clicca per ingrandire l'immagine.I primi pescatori si stabilirono a La Puntilla (La piccola punta) sulla laguna di San Ginés, nel XVI secolo, dove il molo si conclude oggi. Nella seconda metà del XVI secolo, intorno al 1574, una prima cappella - fatta di materiali semplici e di una sola navata - è stato costruito da marinai francesi, che hanno dedicato la cappella di San Genesio d’Arles (martirizzato nel 308 durante il regno imperatore Diocleziano). Questa cappella avrebbe riparato le effigi sacre di Genova e di San Pietro, patrono dei pescatori. Così la chiesa di San Genesio è la chiesa più antica dell’isola di Lanzarote dal momento che la prima chiesa dell’isola Saint-Martial du Rubicon, fu distrutta dai pirati inglesi nel 1593.

Dopo gli attacchi di pirati e inondazioni, che hanno gravemente danneggiato la cappella nel 1665, il vescovo di Lanzarote, Don Manuel Verdugo y Alviturria, ricostruita la chiesa, che è stata completata due anni dopo. La chiesa è dedicata a San Genesio, vescovo di Clermont in Alvernia, e non a San Genesio d’Arles. La chiesa ha subito nuovi allargamenti nel 1747. E ’questa volta che il soffitto mudejar.

Il 25 giugno 1798 la chiesa San Ginés è elevata a parrocchia chiesa per celebrare l’inaugurazione del nuovo porto d’Arrecife. Un notevole, Ginés de Castro y Álvarez, è quindi responsabile per aver portato Cuba a Lanzarote l’effigie del santo dedicatario della chiesa, San Ginés Obispo.

La città di Arrecife a Lanzarote. L'interno della chiesa di San Genesio (autore Marc Ryckaert). Clicca per ingrandire l'immagine.Nel 1800, si è reso necessario allargare la navata; nel 1804, fu costruita la navata centrale del Vangelo (navata sinistra); 1811 termina la costruzione del pulpito; nel 1826, fu costruita la navata centrale della Lettera (navata destra). Ma non è stato fino al 1842 che viene eretto il campanile alla destra della navata della Lettera; si tratta di una torre quadrata sormontato da una cupola a forma di tetto, la cui architettura si ispira al campanile della chiesa di Concepción a Santa Cruz de Tenerife.

Entro la metà del XIX secolo, la chiesa parrocchiale di San Genesio poi l’aspetto che conosciamo oggi.

La Iglesia de San Ginés è come un insieme armonioso di pietra vulcanica scura e pareti bianche; ciascuna delle tre navate ha il proprio portale sormontato da un arco a tutto sesto.

La città di Arrecife a Lanzarote. Pala della chiesa di San Genesio (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.All’interno, le tre navate separate da colonne toscane e ciascuno della navata centrale è coperta da una mudéjar soffitti in legno. La chiesa ospita statue - tardo barocco - i santi patroni della città, San Ginés e la Virgen del Rosario.

San Ginés si celebra in Arrecife il 25 agosto (la data di San Genesio d’Arles …) il «Dia de San Ginés», la statua del santo viene sfilato in processione per le vie del centro storico, le regate si svolgono sulla laguna, così come le battaglie navali e altre festività; il tutto seguito da uno spettacolo pirotecnico.

Visita alla chiesa di San Genesio

Indirizzo: Calle San Ginés. Dalla grande via pedone e commerciale, Calle León y Castillo, si può accedere alla Plaza de Las Palmas con le due vie che inquadrano l’edificio del vecchio Cabildo Insular, la Calle Ginés de Castro y Álvarez o la Calle Otilla Díaz; queste due vie risultano in questo posto ombreggiato di palme e di lauri, dove si può fare una pausa su uno di alcuni banchi che la forniscono. La chiesa si trova sul lato opposto della Piazzia delle Palme.

Gli orari di visita: prima e dopo le Messe.

LagunaLa laguna di San Genesio (Charco de San Ginés)
La città di Arrecife a Lanzarote. laguna di San Genesio (autore Balou46). Clicca per ingrandire l'immagine.Il Charco de San Ginés («La pozzanghera di San Genesio») è un poco profondo porto naturale, un porto di marea, dove le navi possono entrare con l’alta marea. I pescatori si stabilirono lì fin dal XVI secolo, e ancora oggi, molte piccole navi e barche da pesca sono ancorati o spiaggiati durante la bassa marea. Con la bassa marea, trampolieri guadare nel fango e rocce, mentre durante l’alta marea, le navi da pesca oscillante colorato sull’acqua tra le riflessioni degli edifici che circondano il porto.

Il porto è naturalmente protetto da isole; sulla isola di San Gabriele una fortezza è stata costruita alla fine del XVI secolo per difendere il porto dagli attacchi dei pirati.

La città di Arrecife a Lanzarote. laguna di San Genesio (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Una volta che un luogo di incontro per margini della città, il quartiere di Charco de San Ginés è stato riabilitato; la zona pedonale ricca di palme, che va in giro per la laguna, la Calle Ribera del Charco, la fama Avenida César Manrique, bar e ristoranti si sono stabiliti tra le case dei pescatori con le persiane blu; vi è anche un enorme complesso di quattro teatri. Ci sono ancora alcuni edifici decrepiti. Il porto, che serviva come discarica per le vecchie navi ruggine è stato anche pulito.

L’atmosfera quartiere è particolarmente calda al tramonto, quando, dalla terrazza di un caffè, si può vedere il suggestivo spettacolo delle barche colorate che ondeggiano sulle acque lagunari sorvolati da gabbiani e pescatori che rammendano le reti; Più tardi, nella notte, dalla luce dei lampioni, la zona si anima con i clienti di ristoranti e cinema. La mattina presto, sono le barche da pesca che ritorna alla porta con la notte di pesca.

La città di Arrecife a Lanzarote. Charco de San Ginés, in serata. Clicca per ingrandire l'immagine.Si può facilmente raggiungere il centro storico di Charco de San Ginés in fase di parcheggio nel parcheggio pubblico in Calle Juan de Quesada; il ritorno si possono gustare le specialità del ristorante Casa Ginory situato di fronte al parcheggio. All’inizio del turno della laguna, si passa prima una sorta di istituzione d’Arrecife, stranamente denominato «Casa del Miedo» (casa della paura, probabilmente la paura di pirati), un «social club», dove persone semplicemente giocare a carte oa domino, pur avendo un caffè o un drink; i turisti stranieri sono tollerati lì. Inoltre è un bar-ristorante famoso «La Miñoca», allora si passa il complesso di cinema, il Multicines, appoggiato al centro commerciale Atlántida. Arrivando dietro la chiesa di San Genesio, da non perdere per trovare la strada più tipico della Arrecife, il Callejón Luis Fernández Fuentes, noto come «El Aguaresío» nei pressi della Calle San Juan; il vicolo è fiancheggiata da case decorate con piastrelle e bouganville in fiore. Dopo aver visitato la chiesa San Ginés e la Plaza de las Palmas, torneremo alla Calle Ribera del Charco continuando a La Puntilla. Resta solo da prendere il ponte sopra l’ingresso al Charco per tornare al parcheggio, o per proseguire il tour della città in direzione verso il Forte San Gabriele o al lungomare.

StradaLa strada José Antonio Primo de RiveraStradaLa strada León y Castillo (Calle León y Castillo)
La Calle José Antonio Primo de Rivera (comunemente chiamato semplicemente Calle José Antonio) è un’estensione della strada a quattro corsie LZ-2 dal sud dell’isola e, in particolare, per l’aeroporto. Si è tentati di correre loro di dirigersi verso il centro della città, ma questo non è raccomandato perché la strada diventa senso abbastanza rapidamente vietato. Si può prenderlo in prestito quindi biforcarsi a destra verso il viale Fred Olsen ed il fronte di mare. All’inizio della strada José Antonio — di fronte al nuovo Cabildo Insular — si trova un vasto parcheggio pubblico, il centro commerciale Buganvillas, come pure il terreno di palle canarine (bolas canarias) d’Arrecife.

Il fondatore della Falange spagnola moderatamente apprezzare il fatto che la strada che porta il suo nome è diventato la più selvaggia strada vita notturna della capitale di Lanzarote: è in strada José Antonio ospita il maggior numero di caffè , bar, discoteche, sale da biliardo e così via. La strada si anima solo da mezzanotte fino all’alba. Tutti i generi possono incontrarsi lì e hai solo per la tensione di fare la scelta di una istituzione: pop, rock, jazz, hip-hop, rap, trance, techno e anche il folklore delle Canarie. Le discoteche più note sono El Convento e La Fábrica. La strada ha anche alcuni ristoranti e una pasticceria francese considera come Pastelería Lamontagne. Nel 2013, la strada José Antonio Primo de Rivera è stato rinominato dalla nuova indipendenza comune conarienne, Calle Manolo Millares.

La strada pedonale León y Castillo - e vie adiacenti - come il quartiere più commerciale Arrecife. Il vecchio Calle Real (Strada Reale) inizia attraverso il ponte che conduce al Forte di San Gabriele; ben presto incontriamo sulla destra l’ex edificio Cabildo Insular, con una bella facciata piastrellato con piastrelle; la strada è fiancheggiata da filiali di grandi banche, bar e ristoranti, e tutti i tipi di negozi che vendono i grandi marchi internazionali a prezzi piuttosto bassi rispetto nelle località dell’isola. Questi negozi sono solitamente aperti dalle 9 alle ore 13 e tra le ore 16 e 21 ore. Vicino alla fine della strada è l’alto edificio del Centro Comercial Atlántida.
CasaLa residenza degli Arroyo (Casa de los Arroyo)
La residenza d’Arroyo è un palazzo finemente ristrutturato, con appartenenti alla famiglia Armas e la famiglia Arroyo, costruita nel 1749. La Casa de los Arroyo è un bellissimo esempio di palazzo in stile coloniale; ha finestre con apparecchi tradizionali, un patio con un pozzo centrale, circondato da un balcone in legno. La Casa de los Arroyo è diventato la sede del centro scientifico di cultura (centro Científico Cultural Blas Cabrera); ripara un’esposizione permanente dedicata al fisico Blas Cabrera Felipe (1878-1945), nato a Arrecife e la cui statua in bronzo si erge sul posto vicino allo Paseo Marítimo. La Casa de los Arroyo è sul lungomare, all’inizio d’Avenida Coll si estende verso est ’Avenida Generalísimo FrancoAvenida de la Marina»).
ForteIl castello di San Gabriele (Castillo de San Gabriele)
La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Il castello di San Gabriele è una fortificazione situata sulle isole sparse al largo della costa d’Arrecife, l’isola il cui nome era poi Islote de los Ingleses (Isola degli Inglesi) che dista solo 200 metri dalla costa. Il forte fu costruito per difendere la città vecchia e il primo porto d’Arrecife contro le incursioni dei pirati barbareschi.

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Dopo la scoperta dell’America nel 1492, Arrecife è diventato, alla fine del XV secolo, una sosta per il commercio con il nuovo mondo che aveva costruito magazzini e Arrecife è diventato un obiettivo primario per gli hacker. Nel 1571, il pirata turco-algerino Dogali «El Turquillo» attaccato Arrecife con 400 barbaresche, poi è andato verso la capitale Teguise che erano stati saccheggiati e bruciati. Un primo forte è stato costruito 1572-1574; il primo forte, costruito in fretta, era un forte di legno, a pianta quadrata, progettato dal capitano Gaspar de Salcedo; si è rivelato insufficiente per resistere ad attacchi ed è stato bruciato nel 1586 durante un attacco da un altro pirata Algeri Morato Arráez; i difensori della città, in particolare le donne, si sono uccisi piuttosto che essere condotti in schiavitù. L’isola di San Gabriele è ancora talvolta chiamato «Islote del Quemado» (Isola del Bruciato).

La città di Arrecife a Lanzarote. Mappa di Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Il forte distrutto è stato sostituito dal 1586 da una fortificazione in pietra, decisa da Don Agustín de Herrera y Rojas, nominato nel 1584 primo marchese di Lanzarote dal re Felipe II.

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel 1588, il re Felipe II ha commissionato un ingegnere militare genovese ritenuto Leonardo Torriani, ispezionare le fortificazioni della arcipelago delle Isole Canarie. Ha rafforzato le mura del Castillo de San Gabriele nel 1590. Ma alla fine, nel 1592, si è ritenuto preferibile ricostruire completamente la fortificazione per i disegni di Leonardo Torriani. L’ingegnere italiano ha anche costruito una fortezza sul bordo di un vulcano che domina Teguise, il Castillo Guanapay o Castillo de Santa Bárbara. Leonardo Torriani non era solo un ingegnere, ma era anche un osservatore nel suo libro, «Le Isole Canarie e dei loro abitanti originari» (1590), ha dato le descrizioni meravigliose e illustrazioni dei Guanci e il loro modo di vita. Ha scritto anche una storia avvincente dell’eruzione Tegueso sulla isola di La Palma.

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.La costruzione del nuovo forte è durato fino al 1596. Anche se alcune modifiche sono state ancora in corso nel XVIII secolo, il forte San Gabriele ha preso la sua forma attuale in quel momento: un piccolo forte, piuttosto massiccia torre campanaria con un bel avvertimento che corona l’edificio; il tour della parte interna possono ammirare le spesse mura. Torriani anche costruito la strada rialzata di accesso che collega il forte verso la costa.

La città di Arrecife a Lanzarote. Il Ponte delle Palle (autore Marc Ryckaert). Clicca per ingrandire l'immagine.A metà strada della diga è un ponte levatoio, il Puente de las Bolas (Ponte dei Palle), in grado di proteggere il forte da un attacco da terra. Il nome del ponte viene da due palle di cannoni di pietra che superano i due pilastri del ponte. Al giorno d’oggi i giovani d’Arrecife usano queste palle come una piattaforma per tuffarsi nel mare. La Puente de las Bolas è tipico dello stile architettonico del Cinquecento spagnola, ha detto che lo stile Juan de Herrera o lo stile herreriano, che ha vinto in tutta la Spagna. Il Castillo de San Gabriele ed il Puente de las Bolas formano un complesso architettonico di grande valore, che è stato dichiarato bene di interesse culturale (Bien de Interés Cultural, BIC).

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel corso del tempo il castello di San Gabriele perse la sua funzione militare ed è stato messo fuori servizio nel 1896, ma ha ripreso il servizio dopo soli due anni, nel 1898, durante la guerra ispano-americana, ricevendo le armi adornano l’ingresso.

La città di Arrecife a Lanzarote. Canon di Foret San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Dal 1972, il Castillo de San Gabriele è sede di un piccolo museo archeologico ed etnografico, ribattezzato il Museo di Storia nel 2011. È possibile vedere vari reperti archeologici dell’epoca aborigena, tra cui un grande monolito di aborigeni Palazzo Reale Zonzamas, ceramiche, fossili, monete, gioielli primitiva e alcuni scheletri e teschi risalenti al tempo dei Guanci. Il museo contiene anche la statua d’El Brujo (Il Mago) che ha ispirato César Manrique per il logo del Parco Nazionale di Timanfaya.

La città di Arrecife a Lanzarote. Le sfere del ponte (Puente de las Bolas) visto dal Forte Saint-Gabriel. Clicca per ingrandire l'immagine.Visita il Castillo de San Gabriele:

La isola San Gabriele (Islote de San Gabriele) è collegata alla costa da due carreggiate costruite su due dighe, che supera ciascuna un ponte: una via carrabile, lo Puente Nuevo de Piedra, situato di fronte alla Calle Real (Calle León y Castillo), all’estremità è della Avenida Generalísimo Franco, e la via pedonale storica dello Puente de las Bolas, situata 50 m più all’est.

La città di Arrecife a Lanzarote. Forte di San Gabriele. Clicca per ingrandire l'immagine.Dopo il lavoro di restauro, il Museo di Storia riaperto nel 2015.

Ore del Museo: martedì a venerdì, dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19; sabato dalle 10 ore alle 13 ore. Fare programmi con l’Ufficio del Turismo, nel chiosco situato nel Parc de la Marina, vicino.

Ingresso: 3 €.

Il giro esterno del Forte San Gabriele è utile, anche senza la visita al museo, perché si può godere la vista della città e il mare, ma la vista è meglio dalla piattaforma d’artiglieria forte.

ParcoIl parco della marina (Parque de la Marina)
Dopo la visita al Castello de San Gabriele è possibile attraversare il Parque de la Marina al Club Nautico (Real Club Náutico). Il parco confina con il Avenida de la Marina, che fino al 2000 è stato chiamato Avenida Generalísimo Franco; Generale Francisco Franco è stato nominato governatore militare delle isole Canarie nel 1936, il governo del Frente popular per spostarlo via dalla penisola. Dopo la fine del regime di Franco ha iniziato Canarie meno precipitazioni che gli spagnoli continentali ridenominazione canali dedicati al «Caudillo».

Il viale è stato ribattezzato Avenida de la Marina, ma non ci sono realmente piccoli porti: le navi di piacere sono semplicemente ancorate nel porto dinanzi al club nautico; esiste un piccolo piccolo porto nello porto di Naos; il viale del piccolo porto è delimitato da alcune belle facciate di costruzioni di stile coloniale di varie epoche; al numero 7 del viale, la Casa Agustín de la Hoz merita un po’più d’attenzione: è una residenza dello XIX secolo con una scala elegante interna; la Casa Agustín de la Hoz è stato restaurato, nel 2005, e trasformato in istituto culturale; è aperta al pubblico.

La Marina Park è piantato con alberi tropicali e arricchito da giardini e fontane; ci sono due bar. Circa il primo terzo del parco è un palco (Kiosco de la Música); Il piano terra ospita un chiosco ufficio Ufficio del Turismo. Sul tetto del chiosco spesso può osservare aironi che lo usano come altare.

Prima che il Club Nautico - i membri soltanto - incontrano un ghiacciaio italiano, qualità a buon mercato ma buona, Heladería Isla Italiana; sull’altro lato del viale inizia Calle José Betancort.

La città di Arrecife a Lanzarote. Arrecife Grand Hotel e Islote de Fermina visto dal parco marina. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. La baia di Arrecife vista dal Parco della Marina. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. Il vecchio porto visto dal Forte Saint-Gabriel. Clicca per ingrandire l'immagine.
Centro culturaleIl centro culturale dell’isola El Almacén (Centro Insular de Cultura El Almacén)
Gli appassionati d’arte contemporanea e fanatici César Manrique possono lasciare il fronte del mare per fare una incursione nel Calle José Betancort, una strada perpendicolare alla Avenida de la Marina, alla sua estremità occidentale.

Nel 1973, César Manrique aveva acquisito due costruzioni dello XIX secolo nella via José Betancort, il cui deposito (almacén) e li aveva riuniti per fare ciò che chiamò del nome pomposo di centro multidimensionale (Centro Polidimensional) El Almacén che doveva essere un luogo di riunione e di scoperta per gli artisti di qualsiasi nazionalità, ma piuttosto d’avanguardia. Dopo il lavoro per mettere gli edifici in stile Manrique, il centro è stato inaugurato nel 1974.

Nell’edificio accanto al magazzino, il centro ha avuto un ristorante e bar - chiamato il nome del amico di Manrique, Pablo Ruiz Picasso - una biblioteca e poi un cinema di nome Luis Buñuel.

Nel 1989, dopo molti anni di perdite operative, Manrique ha venduto il centro culturale presso il Cabildo Insular de Lanzarote. Dopo anni di lavoro del centro è stato riaperto con il nome di Centro Insular de Cultura (CIC) El Almacén. Il CIC comprende due sale espositive, un bar-caffetteria, una sala cinematografica nel bar seminterrato e diversi servizi culturali. Esso comprende documenti (libri, opuscoli, registrazioni musicali, e così via) su Lanzarote e delle Isole Canarie, in generale, così come le informazioni sugli eventi culturali sull’isola.

Centro Insular de Cultura El Almacén:

Calle José Betancort, 33; 200 m sulla sinistra, dalla Avenida de la Marina.

Telefono: 00 34 928 815 298 / 00 34 928 810 121

Orario di apertura: lunedì a venerdì mattina, dalle 8 ore alle 15 ore.

ParcoIl Parco delle Isole Canarie (Parque de las Islas Canarias)
La città di Arrecife a Lanzarote. Il Monumento alla cosa (Monumento al Cacharro) (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Reale Club Nautico fino Gran Hotel si estende Isole Canarie Park. Precedentemente focolaio di traffico di droga, ma anche il Carnevale d’Arrecife, il Parco è stato completamente ristrutturato, arredato con marciapiedi in legno e arredo urbano modernista e decorato con palme, eucalipti, ibisco e buganvillee. Tra aiuole stare diverse sculture più o meno arrugginite e un po ’irrispettoso contrassegnati da artisti di graffiti di arte contemporanea. Una di queste sculture, nei pressi del Grand Hotel, senza titolo e un autore anonimo, è stato soprannominato dalla popolazione - in altrettanto irrispettoso - «Monumento al Cacharro» (monumento alla cosa).

Fuori dal Parque de las Islas Canarias è il Islote de Fermina a cui si accede da un passaggio dietro al Grand Hotel.

La città di Arrecife a Lanzarote. Il Islote de Fermina e il suo gateway. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. Il vecchio porto. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. Gran Hotel. Clicca per ingrandire l'immagine.
AlbergoIl Grand Hotel (Gran Hotel)
La città di Arrecife a Lanzarote. Gran Hotel. Clicca per ingrandire l'immagine.L’Arrecife Gran Hotel è ospitato nel palazzo più alto d’Arrecife e l’isola di Lanzarote, una torre di 17 piani. Questo è il più controverso di costruzione Lanzarote, ma questa torre è stata costruita prima dell’adozione di rigorose regole di costruzione sostenuta da César Manrique (limitato a quattro livelli …).

La città di Arrecife a Lanzarote. Gran Hotel. Clicca per ingrandire l'immagine.Questa torre è stata costruita nel 1970 per ospitare un albergo a 4 stelle. Ma per ragioni di cattiva gestione, il primo albergo chiuso nel 1991. Anche se barricato con tavole e senza acqua o elettricità, l’edificio è stato occupato da tossicodipendenti che si sono occupati di droga nel parco vicino, ed è stato distrutto da un incendio - eventualmente penale - nel 1994. Ci sono state lunghe discussioni per decidere cosa fare dalle macerie; di ambientalisti ha cercato di radere al suolo le rovine, ma l’avidità ha prevalso e si è deciso di creare un lussuoso hotel a 5 stelle. lavori di ricostruzione iniziarono nel 2001 e il nuovo hotel, il Gran Hotel, aperto nel 2004.

Qualunque cosa si pensi della sua architettura, il Grand Hotel d’Arrecife offre uno spettacolo impressionante dal lungomare, e offre una vista impressionante dal 17° piano.

La città di Arrecife a Lanzarote. Gran Hotel. Clicca per ingrandire l'immagine.La clientela dello Gran hotel è piuttosto costituito da uomini di affari, ma, senza essere cliente dell’hotel — che non è così costoso per uno 5 stelle — l’ospite sporadico può approfittare della vista montando, con l’ascensore lustrato, fino all’ultimo piano dell’hotel per prendere un vetro al piano-bar, lo Star City, o per cenare al ristorante Altamar. Il bar offre una vista sui tetti della città d’Arrecife e l’interno dell’isola, mentre le vetrate del ristorante danno sul mare, la spiaggia Playa del Reducto ed il fronte di mare. Si può cenare al ristorante per circa 42 € (finemente). L’hotel, con 160 camere e suite, una piscina e un centro benessere al 2° piano.

Il Gran Hotel dispone di un ampio parcheggio sotterraneo dove passare i visitatori possono parcheggiare; Tuttavia, questo parcheggio è pieno abbastanza rapidamente.

Indirizzo: Parque Islas Canarias s/n; ingresso dell’hotel sulla Avenida Mancomunidad.

Telefono: 00 34 928 800 000

Sito sulla «Tela»: www.aghotelspa.com

SpiaggiaLa spiaggia della ridotta (Playa del Reducto)
La città di Arrecife a Lanzarote. Gran Hotel. Clicca per ingrandire l'immagine.La spiaggia principale d’Arrecife si trova nel sud-ovest della città, dopo il Gran Hotel; è la Playa del Reducto (Spiaggia della Ridotta). Si tratta di una spiaggia artificiale di sabbia bianca riportato, immerso in una piccola insenatura quasi chiuso e poco profondo; la spiaggia è molto ben protetta dalle onde e dai venti, ed è una spiaggia sicura e pulita; la qualità delle sue acque ha permesso di raggiungere la distinzione della Bandiera Blu (Bandera Azul). La spiaggia di Reducto ha una lunghezza di circa 500 m con una larghezza media di 45 m.

La città di Arrecife a Lanzarote. La spiaggia di Reducto. Clicca per ingrandire l'immagine.Nonostante l’importanza della popolazione della città, Playa del Reducto è raramente affollato, frequentato principalmente da gente del posto che vengono a fare un pisolino. La spiaggia è delimitata dal Avenida Fred Olsen, combinata con una passeggiata pedonale piantato delle palme; dietro la sua estremità sud-occidentale è il centro commerciale Buganvillas.

La città di Arrecife a Lanzarote. La spiaggia di Reducto. Clicca per ingrandire l'immagine.Un chilometro e mezzo a sud est di Playa del Reducto è la Playa del Cable, una spiaggia naturale di grigio sabbia vulcanica. Altri 1,5 km a sud-ovest, troviamo la Playa Honda non è più in è Arrecife, ma nel comune di San Bartolomé. E ’possibile proseguire a piedi a Puerto del Carmen lungo la costa, ma a volte usando la strada; il percorso è di 12 km (3 ore di cammino).

PortoIl porto di pescaPortoIl porto commercialeImpiantoL’impianto di dissalazione
Dirigendosi verso nord-est dal centro della città d’Arrecife, troviamo il porto di pescatori di Naos (Puerto Naos). In tutte le sue diverse porte, Arrecife ha la più grande flotta di pesca delle isole Canarie e il settimo più grande in Spagna, che si spiega con la vicinanza delle zone di pesca ricche che si trovano tra l’isola di Lanzarote e il Nord Africa. Il porto di Naos è protetto dall’oceano dal Muelle de las Cebollas (Mole cipolle), costruita nel 1792. Puerto Naos ha anche un piccolo porto turistico.La città di Arrecife a Lanzarote. Il porto commerciale. Clicca per ingrandire l'immagine.Il porto commerciale d’Arrecife è la terza più grande delle Isole Canarie: il Puerto de los Mármoles (Porto di Marmi) è di fronte a Forte di San Giuseppe. Il porto commerciale è stata sviluppata alla fine del XVIII secolo e il XIX secolo attraverso il trasporto del vino, soda e cocciniglia. Oggi ospita principalmente navi da carico contenitori e navi da crociera.La città di Arrecife a Lanzarote. L'impianto di dissalazione (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.porto commerciale vicino è l’acqua di mare impianto di dissalazione del servizio idrico pubblico (Insular de Aguas de Lanzarote SA, INALSA) che fornisce acqua fresca a tutta l’isola. L’impianto è stato commissionato nel 1965; è stato il primo impianto di desalinizzazione d’Europa e uno dei primi al mondo. Nel 2002 la produzione è stata di circa 35 milioni di litri al giorno.
ForteIl castello di San Giuseppe (Castillo de San José)
A nord di Puerto de Naos è il secondo forte, il Forte di San Giuseppe, che è stato progettato per proteggere il nuovo porto d’Arrecife.

Vai al Castello di San Giuseppe.

La città di Arrecife a Lanzarote. Il Fort di San Giuseppe. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Arrecife a Lanzarote. Piattaforma di Forte di San Giuseppe (Castillo de San Jose). Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Arrecife a Lanzarote. Échauguette di Forte di San Giuseppe (Castillo San Jose). Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).

Informazioni praticheInformazioni pratiche

Ufficio di turismoUfficio di turismo
Il Patronato de Turismo è Calle Triana, 38.

Ore: lunedì a venerdì, da luglio a settembre dalle 8 ore alle 14 ore; da ottobre a giugno dalle 8 ore alle 15 ore.

Telefono: 00 34 928 811 762

Un ufficio del Turismo è sotto il palco situato nel Parque Municipal José Ramírez Cerdá, s/n, nel bel mezzo del Parco Marina; si può ottenere una mappa turistica della città, ma non molto di più.

Telefono: 00 34 928 813 174

Ore: lunedì a venerdì, dalle 9 ore alle 17 ore 30; sabato, dalle 10 ore alle 13 ore.

Sito sulla «Tela»: www.turismolanzarote.com

MeteorologiaMeteo e previsioni
Trasporti aereiTrasporti aerei
L’aeroporto di Lanzarote si trova a 5 km a sud est d’Arrecife, nei pressi di Playa Honda, nel comune di San Bartolomé.
PeschereccioTrasporti marittimi
Dal porto di commercio di Los Mármoles, la compagnia di navigazione Naviera Armas propone collegamenti per traversata marittima verso le isole di Gran Canaria (Las Palmas) e di Tenerife (Santa Cruz de Tenerife). I collegamenti con Fuerteventura sono dal porto di Playa Blanca.

Sito sulla «Tela»: www.navieraarmas.com

AutobusLinee di autobus
La stazione degli autobus interurbani (Estación de Guaguas) si trova sulla circonvallazione (Rambla Medular o Vía Medular) a nord della città.

Una stazione di trasferimento (Intercambiador) si trova nel sud-ovest della città, alla fine d’Avenida Fred Olsen, vicino ai nuovi edifici del Capitolo Insulare (Cabildo Insular); Gli autobus per la partenza dall’aeroporto e arrivare lì (linea n° 22); molte linee intercity fermano, comprese le linee a sud dell’isola.

Le linee urbane si arriva, da Arrecife, nelle più importanti località dell’isola e l’aeroporto.

Dettagli di linee e orari a: www.arrecifebus.com

Telefono: 00 34 928 811 522

Arrecife dispone anche di quattro linee di autobus della città.

MercatoMercato
Il vecchio mercato comunale di La Recova è stato rinnovato e riaperto nel 2007; la parola «recova» significa «mercato del pollame», ma oggi lo troviamo soprattutto artigianato e alcuni prodotti locali. Un piccolo bar permette di rilassarsi all’ombra di grandi alberi di fico.

Indirizzo: Market La Recova è dietro al cortile del municipio; l’ingresso principale del mercato è Calle Liebre; ci sono altri due ingressi.

Orario: lunedì al sabato, dalle 9 ore alle 13 ore.

AlbergoAlberghi
I turisti in visita Lanzarote rimanendo per lo più nelle località dell’isola. I pochi alberghi a Arrecife sono per lo più frequentati dai visitatori su un viaggio d’affari. A parte il 5 stelle Arrecife Gran Hotel, gli altri hotel alberghi d’affari sono 3 stelle.
Hotel Miramar
Hotel Miramar è un hotel 3 stelle con vista sul mare - come suggerisce il nome - contro il Fort Saint-Gabriel. Questo hotel è stato rinnovato nel 1999 in uno stile della fine del XX secolo. Le 85 camere sono dotate di un piccolo balcone; le camere hanno vista sul mare hanno anche il rumore del traffico sul viale Coll. L’hotel dispone di un ristorante con terrazza al 8 ° piano dove la prima colazione può essere presa ammirando il mare.

Prezzo: camera doppia per 60 €.

Indirizzo: Avenida Coll, 2

Telefono: 00 34 928 812 600

Sito sulla «Tela»: www.hmiramar.com

Hotel Lancelot
Il Lancelot Hotel è un hotel 3 stelle, inaugurato nel 1994, sul retro della Playa del Reducto, ma questo non è un hotel turistico: i clienti sono clienti business. Le 110 camere sono spaziose, in stile moderno, con grandi letti e ampi balconi; l’hotel dispone di sale conferenze, una piscina panoramica con una piccola palestra, un bar con musica jazz sul posto nella notte di sabato. Il ristorante è popolare tra i locali.

Prezzo: 70 € per una camera doppia con prima colazione.

Indirizzo: Avenida Mancomunidad, 9

Telefono: 00 34 928 805 099

Sito sulla «Tela»: www.hotellancelot.com

Hotel Diamar
L’hotel Diamar è un piccolo hotel a 3 stelle con 90 camere, che si trova dietro la Playa del Reducto. Camere ampie, arredate in stile moderno, con un balcone che si affaccia sulla spiaggia.

Prezzo: 60 €.

Indirizzo: Avenida Fred Olsen, 8

Telefono: 00 34 928 072 481

Sito sulla «Tela»: www.hoteldiamarlanzarote.com

RistoranteRistoranti
Ristorante Lilium
Il leader Orlando ristorante Lilium offre una cucina raffinata e creativa delle Canarie e vini pregiati a prezzi ragionevoli. menu degustazione a € 38,5.

Il ristorante Lilium ha ottenuto 2 stelle Michelin Guida Rossa 2016.

Indirizzo: Ristorante Lilium, precedentemente situato in Calle José Antonio, si è trasferito in una nuova sede ultramoderni nel Centro Comercial Marina, Avenida Olof Palme s/n.

Orario: lunedì al sabato, dalle 13 ore alle 16 ore 30 e dalle 19 ore 30 alle 23 ore. Chiuso la domenica.

Telefono: 00 34 928 524 978

Sito sulla «Tela»: www.restaurantelilium.com

Casa Ginory
Il bar-ristorante Casa Ginory offre carne e pesce delle Canarie tradizionali - tra cui carne alla griglia e frutti di mare Secondi piatti tra i 7 ei 10 € .. Il bar è famoso per il suo bocadillos pesce.

Indirizzo: Calle Juan de Quesada, 7; nei pressi di Charco de San Ginés. Al numero 9 della strada, il bar è parte della Casa Ginory.

Orario: lunedì al sabato, dalle 7 ore 30 alle 16 ore.

Telefono: 00 34 928 811 910

Sito sulla «Tela»: www.ginorylanzarote.com

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Canarie > Lanzarote > Costa orientale > Arrecife
Argomenti più dettagliate
La città d'Arrecife a Lanzarote - Il Castello di San Giuseppe (San José)
Argomenti vicini
La città d'Arrecife a Lanzarote
La città di Teguise a Lanzarote
La città di San Bartolome a Lanzarote
Argomenti più ampi
Accoglienza
Carta interattiva dell'isola di Lanzarote
La costa settentrionale di Lanzarote
La costa orientale di Lanzarote
La costa meridionale di Lanzarote
La costa occidentale di Lanzarote
L'interno dell'isola di Lanzarote
La flora e la fauna dell'isola di Lanzarote
L'isola di Lanzarote - Opuscolo dell'UT

[Argomento ascendente] [Argomento seguente]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.