AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Haría a Lanzarote

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Fuerteventura] [Gran Canaria] [La Gomera] [La Palma] [Lanzarote] [Teneriffa] [El Hierro] [Pagina d’inizio] [Canarie] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
La città di Haría a Lanzarote. Ai piedi di La Atalaya, visto dal punto di vista di Haria. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Scudo della città di Haría (autore Sancho Panza XXI). Clicca per ingrandire l'immagine.Haría è un piccolo centro agricolo in una fertile valle a nord dell’isola di Lanzarote, che ha un clima arido meno rispetto al resto dell’isola.

Haría è anche il capoluogo di uno dei sette comuni di Lanzarote, la città occupa il nord dell’isola. Il municipio di Haria include alcuni villaggi agricoli come Maguez, Guinate, Ye, Tabayesco e Mala, alcuni villaggi di pescatori, in modo tale che Órzola e Arrieta, e nuove località come Punta de Mujeres e Charco del Palo, nota per le sue spiagge per nudisti. Il comune di Haría ha circa 5.000 abitanti, la città di Haría circa 1200 residenti.

Uno dei più famosi abitanti di Haría è stato l’artista e ambientalista César Manrique; la sua tomba si trova nel cimitero di Haría.

Haría possiede molti delle principali attrazioni turistiche di Lanzarote: la grotta di Los Verdes, le voragini di Jameos del Agua e il belvedere del Río.

PosizionePosizione

La città di Haría a Lanzarote. La valle di Malpaso vista dal punto di vista di Haria. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría si trova in fondo alla valle di Malpaso («La Valle delle 1000 Palme») che si tende verso il nord tra le due grandi cordigliere del nord di Lanzarote, la Cordigliera di Famara (Risco de Famara), all’ovest, e la cordigliera delle Nevi (Risco de las Nieves), all’est. La valle di Haría è chiusa a nord del vulcano Monte Corona, la cui lave vulcaniche e proiezioni creato un’area incolta, il Malpaís de la Corona, che copre la parte nord-orientale della città.

La città di Haría a Lanzarote. Arrieta Tabayesco e visto dal punto di vista di Haria. Clicca per ingrandire l'immagine.Dal piede della montagna degli Peñas del Chache, culmine dell’isola (671 m), un’altra valle, perpendicolare alla valle di Malpaso, parte verso est verso i villaggi di Tabayesco e d’Arrieta; è la valle di Temisa, le cui pendenze sono coperte di terrazzi di culture abbandonate.

Dal punto di vista di Los Helechos, circa 565 metri, la LZ-10 strada panoramica verso il basso in più cicli per il centro della cittadina, che si trova a 270 metri.

La città di Haría a Lanzarote. Posizione del municipio (autore Jerbez). Clicca per ingrandire l'immagine.Il territorio del comune di Haría - che copre oltre 100 chilometri quadrati - è delimitata su tre lati, ovest, nord e est con l’Oceano Atlantico; a sud confina con il comune di Teguise.

La città di Haría a Lanzarote. La Punta Fariones, il punto più settentrionale della città e dell'isola. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel nord del comune si trova a Capo settentrionale dell’isola di Lanzarote, la Punta Fariones.

LZ-10 strada collega Teguise a Haría a 17 km; da Arrecife, la capitale dell’isola, si può raggiungere Haría a 29 km (circa 40 minuti), la LZ-1 strada poi l’autostrada LZ-10. Da Playa Blanca, sulla punta meridionale dell’isola, la distanza per raggiungere Haría è di 58 km (1 ora e 10).

VisiteVisite

VillaggioIl villaggio di Haría
La città di Haría a Lanzarote. Villa. Clicca per ingrandire l'immagine.Haría è un paese tranquillo, con le case bianche delle Canarie tradizionali sparsi tra le palme; dai punti di vista di Haría e Los Helechos il resort appare come un’oasi. Con la sua quota relativamente elevata - oltre 250 m - acqua nella sua ricchezza e di verde, il villaggio era nel XIX secolo, una località dove le famiglie benestanti di tutta l’isola si rifugiarono durante la stagione più calda per godere «aria buona» di Haría.

La città di Haría a Lanzarote. Piazza della Costituzione (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Il centro del paese è organizzato intorno a due posti:

  • Piazza della Costituzione (Plaza de la Constitución), un luogo bouganville e stelle di Natale fiorito, dove l’edificio neoclassico del Municipio (Ayuntamiento), risalente al XIX secolo.
  • la Plaza León y Castillo, una lunga piazza pedonale ombreggiato da eucalipti e banyan Malaysia (Ficus microcarpa); sabato mattina si tiene un mercato artigianale .

Il villaggio di Haría è abbastanza piacevole ma non ha molte attrazioni turistiche. Alla fine del Plaza León y Castillo è la chiesa parrocchiale di Nostra Signora dell’Incarnazione (Nuestra Señora de la Encarnación). Nelle vicinanze, sulla Plaza León y Castillo, c’è un piccolo Museo d’Arte Sacra (Museo de Arte Sacro), che conserva alcune opere d’arte religiosa dei secoli XVII e il XIX secolo.

ChiesaLa chiesa di Nostra Signora dell’Incarnazione (Iglesia de Nuestra Señora de la Encarnación)
La chiesa parrocchiale della Madonna è stata ricostruita nel 1956 dopo che è stato gravemente danneggiato da una tempesta; Il nuovo edificio ha un’architettura molto moderna per l’epoca, a pianta rettangolare, una copertura piatta su un lato, sostenuta da archi in calcestruzzo di forma ovale.
CappellaLa cappella di San Giovanni Battista (Ermita de San Juan Bautista)
La città di Haría a Lanzarote. La cappella di San Giovanni Battista. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).San Giovanni Battista la cappella è il luogo in cui la prima chiesa è stato quello di Haría, la prima Chiesa di Nostra Signora dell’Incarnazione, risalente al XVI secolo (1561).

Nel 1618 Haría era una vittima, come Teguise, di un attacco dei pirati barbareschi del arráez (capitano) Tabac e di Solimán; nel corso di quest’attacco la Iglesia de Nuestra Señora di Encarnación fu soprattutto distrutto. Nel 1625, si decise di ricostruire la chiesa parrocchiale altrove, dove si trova la Madonna della chiesa attuale; il cancello e il tetto della vecchia chiesa della Madonna sono stati integrati nel nuovo edificio.

La città di Haría a Lanzarote. La cappella di San Giovanni Battista. Clicca per ingrandire l'immagine.Nel 1678, la vecchia chiesa è stata restaurata e posto sotto il patrocinio di San Giovanni Battista. Il soffitto Ermita de San Juan Bautista è mudejar, e le case interno una statua della Vergine Assunta (Virgen de la Asunción), il lavoro di Luján Perez, un noto scultore del XVIII secolo, nativo di grande Canarie, che ha realizzato opere in tutto l’arcipelago.

Durante le feste di San Giovanni estiva (Festa di San Giovanni Battista, patrono della città di Haría) dal 24 al 27 giugno, la terra delle strade della città è decorata con tappeti colorati di sale che rappresenta vari motivi; La sera del 23 giugno, un grande falò è acceso, e il giorno dopo la processione di San Giovanni cancella queste decorazioni di sale.

ArtigianatoIl laboratorio artigianale (Taller de Artesanía)
In una vecchia casa è il Comunale laboratorio artigianale (Taller Municipal de Artesanía); si può guardare gli artigiani fanno oggetti di ricamo, vimini, ceramiche, bambole e così via. La foglia di palma tappeti prodotti in vimini, cesti, borse, cappelli, vassoi di formaggi … La materia prima è fornita da alberi di numerose palme Haría.

Un mestiere particolare, che si è sviluppato in Máguez all’inizio del XX secolo, il mestiere della fibra di sisal agave.

Tienda y Taller de Artesanía

Indirizzo: Calle Barranco de Tenesía, una strada parallela alla Plaza de la Constitución.

Orario: lunedì al sabato, dalle 10 ore alle 13 ore 30 e dalle 16 ore alle 19 ore (in estate); lunedì pomeriggio chiuso.

Ingresso: ingresso libero.

CimiteroIl cimitero di Haría
La città di Haría a Lanzarote. Tomba di César Manrique nel cimitero di Haría. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Haría a Lanzarote. Tomba di César Manrique nel cimitero di Haría. Clicca per ingrandire l'immagine.L’artista e ambientalista César Manrique - le cui opere sono onnipresenti in Lanzarote - avevano trasformare completamente la sua casa Taro de Tahíche per ospitare la sua fondazione, ma è stato continuamente disturbato nel suo lavoro dai numerosi visitatori della Fondazione. Nel 1988 Manrique si trasferisce a Haría in una vecchia finca se stesso ha restaurato, pur mantenendo il suo aspetto originale.

César Manrique ha vissuto in Haría dal 1988 fino al 25 Dicembre 1992, giorno della sua tragica morte in un incidente stradale alla periferia della sua fondazione. La sua casa a Haría è oggi un museo César Manrique: il Museo César Manrique è nella via che oggi porta il suo nome.

La tomba, semplice, di César Manrique è nel cimitero di Haría; è generalmente fiorite fiori freschi da tutti coloro che non ha dimenticato il suo contributo alla cultura e alla conservazione dei paesaggi della sua isola natale.

La città di Haría a Lanzarote. scultura in acciaio nel cimitero di Haría. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il cimitero. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il cimitero. Clicca per ingrandire l'immagine.
BelvedereLe belvedere di Haría e di Los Helechos
La città di Haría a Lanzarote. Haria Le valli (Malpaso) e Arrieta (Temisa) vista dal gazebo di Los Helechos. Clicca per ingrandire l'immagine.Lasciando Haría verso Teguise con LZ-10 strada incontriamo un certo numero di punti di vista:
  • dopo 4 km, e alcuni tornanti, si raggiunge il punto di vista Haría (Mirador de Haría), 503 metri; vi è una vista laterale della valle Malpaso e il villaggio di Haría.
  • La città di Haría a Lanzarote. La Risco de las Nieves visto dal punto di vista di Los Helechos. Clicca per ingrandire l'immagine. un chilometro, e due svolte, più lontano si arriva allo Mirador di los Helechos che si trova al piede della Montaña di los Helechos (montagna delle felci). Le belvedere delle felci si trovano a 557 metri d’altitudine ed offrono una vista splendida sulla «Valle delle 1000 Palme» e, verso est, sulla valle di Temisa, il villaggio di Tabayesco e la costa orientale di Lanzarote, tra Arrieta e Mala. Il Mirador de los Helechos è un piccolo ristorante - spesso affollato - e un negozio di souvenir.
La città di Haría a Lanzarote. La Risco de las Nieves visto dal punto di vista di Los Helechos. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Temisa la vista valle dal gazebo di Los Helechos. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Temisa la vista valle dal gazebo di Los Helechos. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
ValleLa Valle delle Mille Palme (Valle de las Mil Palmeras)
La città di Haría a Lanzarote. valle di palma. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La valle di Malpaso si estende dal piede delle Peñas del Chache fino alla città di Haría; la valle è molto inscatolata all’inizio, discendente di 300 metri in 5 km, quindi si dispiega in un tipo di bacino verde in cui si sono sviluppate le località di Haría e di Máguez. Si tratta di una valle asciutta affondata senza acqua, ma che è relativamente ben irrigato dall’acqua piovana. La parte inferiore della valle è popolata da un gran numero di palme delle Canarie, che ha guadagnato la valle Malpaso il soprannome di «Valle delle Mille Palme».

La città di Haría a Lanzarote. La valle di 1000 palme Maguez. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La leggenda vuole che questa importante popolazione di palma è dovuto l’abitudine - che ha avuto nel corso dei secoli XVII e XVIII - per piantare alberi di palma per la nascita di un figlio: due palme per un ragazzo, una palma per una ragazza - le femministe apprezzare.

Un’altra leggenda sostiene che la valle deve il suo soprannome di un insegnante di scuola che ha chiesto ai suoi studenti di contare le palme della valle; avrebbero contato 10000; la valle è talvolta chiamato «Valle dei Diecimila Palme». Questo è certamente il più importante palmo della popolazione delle Canarie.

La vegetazione non si limita solo alle palme e abbiamo anche incontrare molti euforbie e cactus (tuneras), e una piccola popolazione di pino delle Canarie (Pinus canariensis), chiamato «El Bosquecillo» (Il boschetto).

VillaggioIl villaggio di Máguez
Máguez o Mágues è un villaggio situato immediatamente a nord di Haría; quasi si fonde con la città, condividendo lo stesso palmo. Máguez ha poco più di 600 abitanti. Il resort dispone di una bella chiesa, Santa Barbara Cappella (Ermita de Santa Bárbara).
La città di Haría a Lanzarote. La Cappella di Santa Barbara Maguez. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Haría a Lanzarote. La Cappella di Santa Barbara Maguez. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Haría a Lanzarote. La Cappella di Santa Barbara Maguez. Clicca per ingrandire l'immagine.
BelvedereIl belvedere di Guinate (Mirador de Guinate)
La città di Haría a Lanzarote. L'arcipelago Chinijo visto dal punto di vista Guinate. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Vai al belvedere di Guinate.
BelvedereIl belvedere del Rio (Mirador del Río)
Il fiume Belvedere offre una splendida vista sulle isole e isolotti del arcipelago Chinijo con il primo piano, l’isola La Graciosa.

Vai al Mirador del Río.

La città di Haría a Lanzarote. Chinijo visto dal punto di vista di Rio. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il Rio lookout balcone. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il sale di Rio. Clicca per ingrandire l'immagine.
VillaggioIl villaggio di
La città di Haría a Lanzarote. La Chiesa di Ye (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine. è un piccolo villaggio del vino, ai piedi del versante settentrionale del Volcán de la Corona, a circa 370 m. ha poco più di un centinaio di abitanti.

La località si trova all’intersezione della strada LZ-201 e della strada LZ-203 che conduce allo Mirador del Río, quando si viene da Arrecife via Arrieta o da Órzola con la strada LZ-204. Poco prima dell’incrocio del LZ-201 e LZ-204 strada strada da Órzola, c’è un edificio strano con la comparsa di un castello, con una torre merlata quadrata: è la cantina la Torrecilla de Domingo (Dominique torretta).

Questo è dal villaggio di che può essere più facilmente scalare il Monte Corona (609 m). E ’possibile parcheggiare nei pressi nei pressi della chiesa di ; poi seguire la strada LZ-201 per circa 200 metri in direzione d’Arrieta, poi prendere la strada sterrata sulla destra; Questa strada conduce direttamente al vulcano. Arrivando al bordo del cratere, è possibile andare in giro, ma il percorso è ripida. Il fondo del cratere si trova a 525 metri sul livello del mare.

VoragineI voragini di Jameos del Agua
Vai al sito di Jameos del Agua.
La città di Haría a Lanzarote. Il lago sotterraneo di Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Tubo vulcanico Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. L'albino granchi Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.
La città di Haría a Lanzarote. Tubo vulcanico Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il bacino Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. L'auditorium di Jameos del Agua. Clicca per ingrandire l'immagine.
GrottaLa grotta dei Verdes (Cueva de Los Verdes)
Vai alla Cueva de Los Verdes.
La città di Haría a Lanzarote. L'ingresso al Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. La Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il lago sotterraneo della Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.
La città di Haría a Lanzarote. Il lago sotterraneo della Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il lago sotterraneo della Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Haría a Lanzarote. Il lago sotterraneo della Cueva de los Verdes. Clicca per ingrandire l'immagine.
VillaggioIl villaggio di Punta de MujeresVillaggioIl villaggio di Mala Stazione balneareLa località di Charco del Palo
Punta de Mujeres è un tranquillo villaggio di pescatori lontano dalla strada LZ-1, nei pressi della penisola dello stesso nome (Capo donne), 28 km a nord d’Arrecife e 2 km a nord d’Arrieta. Un’altra attrazione della Jameos del Agua si trova a 2 km a nord.

Il villaggio dispone di oltre 1100 abitanti e non ha spiagge; Case di vacanze Tuttavia abbiamo trovato lì e alcuni ristoranti, tra cui il ristorante El Lago (Indirizzo: Calle Los Morros, 27, telefono: 00 34 928 848 176).

Situato a 3 km a nord di Guatiza e del giardino di cactus, il villaggio di Mala (circa 500 abitanti) ha vissuto a lungo - come Guatiza - allevamento cocciniglia su fichi d’India per la produzione di colorante rosso cocciniglia .Charco del Palo è l’unico resort per nudisti ufficiale spiaggia, sull’isola di Lanzarote, fondata intorno al 1970; Il nudismo è consentito ovunque nella località - tra cui il piccolo supermercato e ristoranti - ma la città è autorizzato a tutti, anche vestiti. Il resort dispone di una piscina naturale (charco) lontano da onde e occhi indiscreti, così come tre insenature rocciose.

La stazione di Charco del Palo (pozzanghera della canna) si trova vicino a Guatiza ed a Mala; all’entrata di Mala, sulla strada LZ-1, prendere una piccola strada sulla destra, la Calle El Rostro, appena prima del ristorante Don Quijote; la strada conduce in 2,5 km fino alla stazione.

Informazioni praticheInformazioni pratiche

AutobusLinee di autobus
La linea di autobus n° 7 collega Arrecife a Máguez 6 volte al giorno, con tre fermate in Haría; tempo di percorrenza di 45 minuti; prezzo: circa 3 €.

Orari dettagliati sul sito: www.arrecifebus.com

MeteorologiaMeteo e previsioni
MercatoMercato
Ogni sabato mattina dalle 10 ore alle 14 ore, un mercato artigianale si svolge sulla Plaza León y Castillo. Questo mercato è meno noto e meno affollata ma senza dubbio più interessante del mercato domenica in Teguise.
RistoranteRistoranti
Ristorante El Cortijo de Haría
Il ristorante della famiglia El Cortijo de Haría è ospitato in una tipica casa delle Canarie, con travi a vista; che propone una cucina tradizionale delle Canarie, carni alla griglia (soprattutto di maiale da latte, coniglio …). Vendita di prodotti locali.

Indirizzo: Calle El Palmeral, 6

Orario: lunedì al sabato, dalle 9 ore alle 17 ore; domenica dalle 10 ore alle 17 ore.

Prezzo: piatto principale circa € 12.

Telefono: 00 34 928 835 686

Sito sulla «Tela»: elcortijodeharia.blogspot.fr

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Canarie > Lanzarote > Costa settentrionale > Haría
Argomenti più dettagliate
Il villaggio d'Órzola a Lanzarote
Il villaggio d'Arrieta a Lanzarote
La città di Haría a Lanzarote - La grotta della Cueva de los Verdes
La città di Haría a Lanzarote - Le voragini di Jameos del Agua
Il villaggio di Guinate a Lanzarote
La città di Haría a Lanzarote - Il belvedere del Rio (Mirador del Río)
Argomenti vicini
Il Parco Naturale dell'arcipelago Chinijo a Lanzarote
La città di Haría a Lanzarote
Argomenti più ampi
Accoglienza
Carta interattiva dell'isola di Lanzarote
La costa settentrionale di Lanzarote
La costa orientale di Lanzarote
La costa meridionale di Lanzarote
La costa occidentale di Lanzarote
L'interno dell'isola di Lanzarote
La flora e la fauna dell'isola di Lanzarote
L'isola di Lanzarote - Opuscolo dell'UT

[Argomento precedente] [Argomento ascendente]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.