AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Pájara a Fuerteventura

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Fuerteventura] [Gran Canaria] [La Gomera] [La Palma] [Lanzarote] [Teneriffa] [El Hierro] [Pagina d’inizio] [Canarie] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
La città di Pájara a Fuerteventura. Scudo (autore Jerbez). Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara a Fuerteventura. Azulejo all'ingresso della città. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Pájara è un piccolo centro agricolo sud-ovest dell’isola di Fuerteventura. Ma Pájara è soprattutto il capoluogo del comune più vasto (384 km²) dei sei comuni di Fuerteventura ed una dei più vasti dell’insieme delle isole Canarie, poiché include le penisole di Jandía ed il suo parco naturale di Jandía. Il comune di Pájara comprende anche una parte dello Parco rurale di Betancuria, in particolare il Monumento naturale d’Ajui dove si trovano le più vecchie formazioni geologiche delle isole Canarie; il territorio del comune comprende anche lo Monumento naturale della Montaña Cardón, interessante per la sua vegetazione endemica.

La città di Pájara a Fuerteventura. Una panchina in Piazza di Nostra Signora di Regla. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Pájara è una cittadina calma — la cui popolazione è di circa un migliaio di abitanti — che attira soltanto un turismo di passaggio, in particolare per la sua piccola chiesa Nostra Signora di regolò, ma, sul territorio di Pájara si trova gli importanti centri turistici situati tra Costa Calma (quasi 6000 abitanti) e Morro del Jable, (quasi 10000 abitanti con Solana Matorral) sulla costa sotto il vento (Sotavento) delle penisole di Jandía. Queste località - e il parco divertimenti della Oasis Park a La Lajita (1700 abitanti) - fornire un significativo gettito fiscale per la città di Pájara è una città opulenta. La popolazione totale del comune è di circa 20.500 abitanti; 90% delle persone che lavorano nel settore del turismo.

EtimologiaEtimologia e toponomastica
Pájara, femminile pájaro, significa un piccolo uccello, un passero (Latina passer, passero), precedentemente un gateway. In andaluso dialetto pájara designa in particolare la starna (Perdix perdix); coloni andalusi scoperto molti starna nel Barranco de Pájara e ha dato questo nome alla località. Un uccello - che potrebbe essere una pernice - è al centro dello scudo di Pájara.

Nel linguaggio colloquiale, pájara significa anche oggi «donna volubile, cagna …».

PosizionePosizione

La città di Pájara a Fuerteventura. Posizione del municipio. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara si trova a sud del Massiccio di Betancuria, ai piedi dell’ultima catena montuosa; da Pájara aride montagne lasciano il posto a un oasi di verde, con le terre coltivabili e fertili del Barranco de Toto. Il centro della città si trova a soli 196 metri.

Il nord della città occupa le ultime pendici del Massiccio di Betancuria, con le montagne a 600 metri sul livello del mare la più alta delle quali è il Monte Fénduca, che si erge a 609 metri.

La città di Pájara a Fuerteventura. La gola di Totò. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Al nord, il comune di Pájara è limitrofo del comune di Betancuria, secondo una linea che si estende dalla Gran Montaña (708 metri) fino a Puerto de la Peña ( Ajuy) bordando massimi e scarpate quindi burroni: le burroni di Las Peñitas, di Mal Paso e d’Ajuy.

All’est, il comune di Pájara è limitrofo del comune di Tuineje, secondo una linea che parte dalla Gran Montaña, scende a sud-ovest, quindi, a partire dalla Montaña Hendida, si orienta verso il sud e raggiunge la costa a Tarajalero seguendo il corso dello Barranco de Tisajorey.

A ovest, la costa è costituita da scogliere spettacolari, intervallate da rare spiagge di sabbia nera, come quelli d’Ajuy, di Garcey e La Pared. Sulla costa occidentale è l’enclave militare Jable de Vigocho.

VisiteVisite

VillaggioIl villaggio di Pájara
La città di Pájara a Fuerteventura. Pianta della città. Clicca per ingrandire l'immagine.Pájara è un grande villaggio un po ’assonnato, organizzata intorno alla piazza Madonna di Regla (Plaza de Nuestra Señora de Regla), piazza ombreggiata dove si trova la chiesa parrocchiale, il municipio e il centro culturale.

Pájara è la città secondo più antico in Fuerteventura dopo Betancuria: fu fondata da coloni normanni di Betancuria verso la fine dello XV secolo o l’inizio dello XVI secolo per sfruttare le terre fertili dei dintorni. Oltre alla coltivazione, la produzione agricola è stato principalmente il grano, orzo, patata, pomodoro, erba medica e finocchio marino.

La città di Pájara a Fuerteventura. Azulejo all'ingresso della città. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città onora questa tradizione agricola con uno azulejo, messo all’entrata della località, che rappresenta un pastore che conserva la sua gregge di formaggi chèvri; il comune di Pájara è infatti una delle regioni di Fuerteventura dove i formaggi di capra — che saltano liberamente — sono le più numerose, più numerosi che gli umani, dice; con il loro latte è fabbricato il formaggio di capra nominato «queso majorero» ( www.quesomajorero.es). Si può anche vedere di fronte al municipio, una ruota idraulica animale-disegnato XIX secolo, come quelli utilizzati nei campi per l’irrigazione. Asini e cammelli sono stati usati per ruote idrauliche di potenza (norias), ma anche i mulini (tahonas). Se uno è fortunato, si può a volte vedere il mulino ad acqua accanto al municipio gestito da un cammello.

La città di Pájara a Fuerteventura. La Calle Real (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara a Fuerteventura. Casa canaria in la strada Guise, Casa Isaitas (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Nel corso dei secoli lo sfruttamento dei vasti terreni agricoli nella regione arricchisce pochi nobili famiglie; queste famiglie costruirono piccoli palazzi con balconi e terrazze in legno, tipici delle isole Canarie. Queste vecchie case venerabili sono stati trasformati in case di campagna in hotel o ristorante rurale, come la Casa Isaítas o ristorante La Fonda. Essi possono essere visti nella periferia nord della città, nelle strade di Guise (nome che porta all’ingresso del paese sulla strada FV-30 da Betancuria). Lo sviluppo della città anche ha approfittato della attività dei porti del sud dell’isola, i porti di Puerto de la Peña e La Pared, ma la città ha avuto anche a subire attacchi degli hacker in alcune occasioni.
La città di Pájara a Fuerteventura. larve di insetti scala (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.In località XVIII registrato un forte aumento della sua popolazione, nonostante le numerose carestie a causa della siccità che ha costretto una parte della popolazione ad emigrare; nel 1776, un granaio è stato costruito per conservare le riserve in caso di carestia. Alla fine del XVIII secolo, l’estrazione e l’esportazione di pietra calcarea sono diventati importanti attività. Nel XIX secolo, facendo carmine goduto di una certa importanza; questo colorante naturale, chiamato anche estratto di cocciniglia rossa era cocciniglia larve (Dactylopius coccus) che infestano fico d’India (Opuntia ficus-indica) che crescono naturalmente nella zona. La città ha acquisito l’indipendenza nel 1812, come la maggior parte delle altre città dell’isola.

Oggi, l’importanza dell’agricoltura per Pájara è diminuito, e che è il turismo sulla quasi isola di Jandía, che fornisce più abbondante gettito fiscale del comune: oltre alla architettura Edifici moderno municipio e centro culturale - risalente al 1970 - la città era in grado di offrire una piscina pubblica, che si trova dietro la chiesa, che è un lusso raro in un’isola arida come Fuerteventura. Le case restaurate, giardini curati e lussuosi mobili anche via testimoniano questa prosperità.

ChiesaLa chiesa di Nostra Signora di Regla (Iglesia de Nuestra Señora de Regla)
La città di Pájara a Fuerteventura. facciata della chiesa della Madonna. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La chiesa parrocchiale di Nostra Signora di Regla (Nuestra Señora de Regla) è la più grande attrazione culturale - e forse l’unico - di Pájara ma merita una visita - soprattutto per uno dei suoi portali tra cui decorazione insolita sembra essere di ispirazione azteca.

La città di Pájara a Fuerteventura. facciata della chiesa della Madonna. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Questo portale è uno dei primi navata della chiesa che ha due. La navata centrale, la navata sinistra, chiamato navata del Vangelo, è stato costruito nella seconda metà del XVII secolo, al più tardi nel 1687. Infatti, un’iscrizione scoperto sul progetto del quadro del coro della navata mostra «Anno di Gesù Maria Giuseppe, 1687» (Año de Jesús María José, 1687).

A quel tempo la chiesa di Pájara era dipendente dalla pieve Santa María de Betancuria, l’unica parrocchia dell’isola di Fuerteventura. Tuttavia il vescovo Juan Ruiz Simón (vescovo delle isole Canarie da 1706 a 1712) venne sull’isola da Fuerteventura e criticò la mancanza di presenza sacerdote nei villaggi allontanati della capitale Betancuria; al suo ritorno in Spagna continentale, ne informò il re Filippo V. Ciò trascinò, nel 1708, la fondazione della parrocchia ausiliaria di Nuestra Señora de Regla a Pájara. Questa è stata la prima parrocchia di Fuerteventura per separare dalla parrocchia di Betancuria con la parrocchia di Nostra Signora della Candelaria a La Oliva.

La città di Pájara a Fuerteventura. La parte anteriore della prima navata della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il portale della navata del Vangelo è fatto di una pietra color rame; la sua eccellente lavorazione è fedele alla reputazione della regione scalpellini. Questo portale è di stile barocco messicano con elementi degli Aztechi. La porta è sormontata da un arco a tutto sesto; entrambe le parti sono una coppia di lesene con capitelli decorati con motivi vegetali.

Sopra l’arco della porta e pilastri capitali ad arco poggia una trabeazione. E ’questo trabeazione ha una decorazione esotico, scolpito in bassorilievo, che ricorda la scultura in pietra degli Aztechi. Pensiamo che questo sia un sacerdote che ha soggiornato in Messico, che era la fonte di tali motivi.

La città di Pájara a Fuerteventura. Fronte della prima navata della chiesa di Nostra Signora (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.La sporgenza è diviso in tre parti:

  • Un fregio sollievo mostra due serpenti che mordono la coda, che racchiude all’interno di questo cerchio, uno sole e una luna; ornamenti piume sinistra ea destra, sopra i capitelli, al di là di ogni interpretazione.
  • Un frontone triangolare che contiene una ruota di pietra del sole a forma di rosetta; Il frontone è aperto nella parte superiore; vicino alle prime due felini - forse puma - salire al di fuori del timpano; sopra il frontone sono modelli che sono chiaramente di ispirazione azteca; nella parte superiore aperta del frontone è un disco su cui la testa di una donna coronata da un pennacchio di piume e di indossare le ali celesti che simboleggiano la grazia divina; ogni lato della testa della donna è una faccia di Indiana. Questo set si presenta come un pre-ispanica cerimoniale visibile al Museo d’Antropologia di Città del Messico.
  • Soprattutto questo si erge una croce cristiana, che evoca forse la cristianizzazione del mondo ispanico. Da entrambi i lati del frontone, possiamo anche vedere una colomba che simboleggia lo Spirito Santo e un cuore chiuso. Il cuore chiuso si riferisce alla sincerità, amore e bontà, e la chiave è un simbolo di potere e di comando; è lei che domina, apre e chiude la porta. A destra ea sinistra sono le teste di due teste serpenti che mostrano linguaggio minaccioso.
La città di Pájara a Fuerteventura. Il coro della navata del Vangelo della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Pájara a Fuerteventura. Le navate della chiesa cori Notre Dame. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara a Fuerteventura. Il coro della navata del Vangelo della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine.
A causa della rapida crescita della popolazione di Pájara nei primi anni del XVIII secolo, la chiesa parrocchiale per la nuova parrocchia di Nostra Signora di Regla presto si rivelò troppo piccola; nel 1711 è stata decisa la creazione di una seconda navata. Questa nuova navata destra della navata del Vangelo e chiamato Nave della Lettera, è stato completato nel 1733 e dedicato 14 aprile 1734 dal vescovo Pedro Manuel Dávila y Cárdenas, vescovo delle Canarie 1731-1738.

Nelle sue cronache sinodali del 1935, il vescovo ha detto: «abbiamo avuto una navata in questa chiesa, che non era più in grado di ospitare i fedeli della sua parrocchia, il cui numero era aumentato. In questo anno si è completata ed è molto soddisfacente».

La città di Pájara a Fuerteventura. la seconda navata della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara a Fuerteventura. L'altare della navata della Lettera della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Pájara a Fuerteventura. Il coro della navata della Lettera della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La città di Pájara a Fuerteventura. la navata della Lettera di Notre Dame. Clicca per ingrandire l'immagine.La chiesa che vediamo oggi comprende due edifici, quasi identiche dimensioni, coperti con tetti di tegole a quattro lati.

La città di Pájara a Fuerteventura. la prima navata della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Ciascuna delle due navate laterali - la navata del Vangelo a sinistra e la Nave della Lettera a destra - ha il proprio sacrestia contro la parete dell’abside. L’interno della chiesa ha diversi stili architettonici tra cui mudejar, gotico e barocco.

La città di Pájara a Fuerteventura. Le navate della chiesa cori Notre Dame. Clicca per ingrandire l'immagine.All’interno, le due navate sono separate da colonne in pietra che sostengono archi. Ogni navata centrale è coperta da un tetto in legno mudéjar poggiante su mensole decorate rinforzato da vincoli di motivi geometrici.

La città di Pájara a Fuerteventura. il Vangelo della navata della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine.La chiesa ha due cori di alto fusto che sono separati dai loro rispettivi navata da archi a sesto acuto di dimensioni leggermente diverse; questi archi sono attraversati da una costola della chiave di volta per il tendone di un pilastro centrale esagonale.

La città di Pájara a Fuerteventura. la seconda navata della Frauenkirche. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Ai piedi della chiesa, una piattaforma è supportata su pali di legno e si estende la larghezza delle due navate.

Sotto questa piattaforma - il lato della navata del Vangelo - un arco basso aperto e chiuso da un cancello permette di vedere i resti di una volta a vela alla base del campanile della chiesa.

La città di Pájara a Fuerteventura. Il coro della navata della Lettera della Chiesa di Nostra Signora. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Pájara a Fuerteventura. pittura su tela nella chiesa di Notre-Dame. Clicca per ingrandire l'immagine.La Chiesa della Madonna di Regla ospita una statua della Virgen de Regla, una delle invocazioni della Vergine Maria, che potrebbe essere stato portato dal Messico. Il santo patrono della città di Pájara è anche venerata nella città di Regla, in provincia di L’Avana a Cuba.

La città di Pájara a Fuerteventura. Le navate della chiesa cori Notre Dame. Clicca per ingrandire l'immagine.Belle dorate altari barocchi sono stati completati nel 1785. Altri notevoli opere d’arte sacra della chiesa Nuestra Señora de Regla è una pala d’altare con pitture e sculture a tutto tondo, un altare con la pittura ad olio su tela raffiguranti le anime, una scultura di un Ecce Homo, un tipo di carattere scolpito nella pietra e dipinti, fonte battesimale scolpito nella pietra, un altare della Madonna Addolorata, un dipinto di San Giovanni Evangelista, un olio tela raffigurante Dio Padre, una statua di Sant’Antonio da Padova, una statua di Gesù Salvatore, Cristo Crocifisso, un pulpito scolpito in legno policromo e oro, un ostensorio d’argento, una lampada votiva.

La città di Pájara a Fuerteventura. Chiesa. Clicca per ingrandire l'immagine.La chiesa di Nostra Signora di Regla si trova sulla Plaza de Nuestra Señora de Regla,; è circondata da un bellissimo giardino con alberi maturi che mascherano i moderni edifici del municipio e centro culturale. Questi grandi alberi anche ombra la facciata della chiesa, ed è meglio venire nel tardo pomeriggio, quando il sole illumina la bella rossastra pietra del portale Vangelo.

La chiesa è aperta tutti i giorni dalle 11 alle 13 e dalle 17 alle 19. Una messa è data la domenica alle ore 19.

L’interno è piuttosto buio, illuminata solo da due piccole finestre all’ingresso navata della Lettera - sulla destra - c’è un timer che permette pagare per illuminare l’interno inserendo una moneta un euro.

La festa del santo patrono della città, la Madonna di Regla, si celebra in tutto 2 giugno Le cerimonie durano per diversi giorni; il giorno prima, intorno a mezzanotte, un grande fuochi d’artificio e sparato; in serata, circa 20 ore, una processione per le vie.

Parco naturaleIl Monumento Naturale d’Ajuí (Monumento Natural de Ajuí)
Il Monumento Naturale del Ajui è il luogo più antica delle isole Canarie. Le altre isole, così come del continente americano e africano, non erano ancora separati. Alcune di queste rocce sono composte da sedimenti marini fossili contengono fossili di animali marini.
Parco naturaleIl Monumento Naturale della Montaña del Cardón
La città di Pájara a Fuerteventura. la montagna Cardón. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Pájara a Fuerteventura. La Tablada nella regione di Cardón. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il Monumento Naturale di Montaña del Cardón ha un interessante flora endemica.
VillaggioIl villaggio di Toto
La città di Pájara a Fuerteventura. La gola Toto appena fuori Pájara. Clicca per ingrandire l'immagine.Toto è un villaggio agricolo di meno di 300 abitanti, situato a 3 km a est di Pájara, lungo la strada FV-30 tra il Pájara e Tuineje. Si tratta di una piccola oasi di verde, ben irrigato, ai piedi delle montagne aride.

La città di Pájara a Fuerteventura. la cappella di S. Antonio di Padova in toto (autore Haadee). Clicca per ingrandire l'immagine in Panoramio (nuova unghia).Toto ha una cappella costruita nella seconda metà del XVIII secolo e completata nel 1795. La cappella di S. Antonio di Padova (Ermita de San Antonio de Padua) comprende una sola navata, ma portale quasi identici, uno situato nella parte anteriore, l’altro nella parete della Lettera a destra; entrambi i portali sono sormontate da un arco a tutto sesto e costruiti nella stessa pietra luce adornano gli angoli dell’edificio. Il campanile, coronato di un pinnacolo fiancheggiato di due volute decorative, è posto sulla parte superiore sinistra della facciata. La sacrestia è appoggiato al letto muro della chiesa.

Il tetto è in legno di tre piste, coperte con piastrelle. Il telaio è rinforzata da tre tiranti di legno a forma di depressione.

L’interno un altare in gesso, tre corpi, realizzato nel XIX secolo da un autore anonimo. Il corpo centrale della pala ha una nicchia contenente una statua di legno intagliato in urto rotondo e policroma, raffigurante S. Antonio da Padova. Il santo è in possesso di un libro nella mano destra e la stringe contro il Bambino Gesù.

SpiaggiaLa spiaggia di Garcey (Playa de Garcey)
L’unico accesso alla spiaggia di Garcey è dalla strada FV-605 per Pájara a La Pared; a 3 km dopo la giunzione della strada FV-621 che conduce a Ajuy, un ampio tracciato non indicato parte sulla destra. La pista prima costeggia il Montaña Mezquez (414 m) prima di dirigersi a sud-ovest da un burrone piuttosto piatto dove crescono alcuni alberi di fico. Alcuni consentiti fincas a sinistra e, poco dopo, prima della foce del burrone, il sentiero lascia il burrone a sinistra e corre parallela alla costa. Ci atteniamo alle piste più grandi. Dopo circa 7 km il sentiero raggiunge il Barranco de Garcey. Ci sono un paio di metri a Playa de Garcey. Un fuoristrada è essenziale.

La città di Pájara a Fuerteventura. Spiaggia Garcey (autore leo1383). Clicca per ingrandire l'immagine in Panoramio (nuova unghia).Un promontorio roccioso delimita la spiaggia a destra. Mentre lo strato superiore del promontorio rimasta intatta, il surf scavato un tunnel nello strato inferiore del calcare; Questo tunnel attraversa il promontorio attraverso. A sinistra della spiaggia inizia una zona militare vietata accesso; è un campo di manovra e un poligono di tiro in cui vi è un rischio di ordigni inesplosi.

Nel 1994 si è arenata al largo della spiaggia di Garcey una ex nave da crociera di lusso, la American Star, che è stata rimorchiata in un cantiere di demolizione in Thailandia. Per molti anni la gamma Garcey era un luogo di escursione per i curiosi che speravano di recuperare come ricordo di arredo oggetti dal relitto; sette persone sono state uccise in vortici di immersione nei pressi del relitto. Le ultime vestigia della nave di lusso affondata nelle acque nel 2007 durante una tempesta; rimane quasi nulla, ma le immersioni e il nuoto sono severamente vietato sulla spiaggia Garcey.

VillaggioIl villaggio d’Esquinzo
La città di Pájara a Fuerteventura. Mappa del villaggio di Esquinzo. Clicca per ingrandire l'immagine.Esquinzo è un villaggio — di circa 600 abitanti — situato sulla costa è delle penisole di Jandía, tra la stazione balneare di Costa Calma (a 16 km al nord-est) e quella di Morro del Jable (a 6 km al sud-ovest). Esquinzo ha una bella spiaggia chiamata Playa de Butihondo apprezzato dai surfisti - da non confondere con la Playa de Esquinzo trova nord-ovest dell’isola di Fuerteventura, nei pressi d’El Cotillo.
La città di Pájara a Fuerteventura. costa sud-est nei pressi di Esquinzo. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Pájara a Fuerteventura. la costa nei pressi di Esquinzo. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città di Pájara a Fuerteventura. la costa nei pressi di Esquinzo. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).

Informazioni praticheInformazioni pratiche

AutobusLinee di autobusTaxitaxi
La stazione degli autobus Pájara è Calle de Nuestra Señora de Regla, di fronte alla chiesa.

Linea 4: Pájara - La Pared - Morro del Jable

A partire Pájara la mattina alle 6 ore 30, lunedì al sabato; da Morro Jable pomeriggio alle 16 ore 15.

Sito sulla «Tela»: www.tiadhe.com/rutas/04.htm

Linea 9: Pájara - Gran Tarajal - Morro del Jable

Partenza da Pájara alle 6 ore 30, lunedì al sabato; tornare Morro Jable pomeriggio alle 16.

Sito sulla «Tela»: www.tiadhe.com/rutas/09.htm

Linea 18: Pájara - Gran Tarajal (connessioni a Puerto del Rosario).

4 volte al giorno.

Sito sulla «Tela»: www.tiadhe.com/rutas/18.htm

Taxi sulla Calle de Nuestra Señora de Regla (nei pressi del ristorante La Fonda).

Telefono: 00 34 928 161 503

MeteorologiaMeteo e previsioni
AlbergoIl ristorante dell’Hotel Casa IsaítasRistoranteBar-ristorante La Fonda
La Casa Isaítas è un hotel rurale situato in un antico palazzo con due cortili, ristrutturato con cura. Offre 4 camere da letto doppie, un ristorante di cucina delle Canarie e un bar di tapas. Casa in tedesco, inglese, spagnolo e francese.

Indirizzo: Calle Guise, 7 (di fronte alla chiesa). Ampio parcheggio.

Telefono: 00 34 928 161 402

Cellulare: 00 34 607 928 307

Sito sulla «Tela»: www.casaisaitas.com

Tariffe: camera doppia: € 84; uso individuale: 66 €. Mezza pensione su richiesta.

cucina delle Canarie.

Piatti Prezzo: da € 10.

Orario: lunedì alla domenica, dalle 10 ore alle 23 ore 30; chiuso il mercoledì.

Indirizzo: Calle de Nuestra Señora de Regla, 23

Telefono: 00 34 922 322 793

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Canarie > Fuerteventura > Pájara
Argomenti più dettagliate
Il Parco Naturale di Jandía a Fuerteventura
Il villaggio e il monumento naturale de Ajuy a Fuerteventura
Il villaggio di La Lajita e l'Oasis Park a Fuerteventura
Il villaggio di Costa Calma a Fuerteventura
Il villaggio di Morro del Jable a Fuerteventura
Il villaggio di Cofete e la villa Winter a Fuerteventura
Il villaggio di La Pared a Fuerteventura.
Il villaggio di Cardón a Fuerteventura
Argomenti vicini
Carta interattiva dell'isola di Fuerteventura
La città di La Oliva a Fuerteventura
La città di Puerto del Rosario a Fuerteventura
La città d'Antigua a Fuerteventura
La città di Tuineje a Fuerteventura
La città di Pájara a Fuerteventura
La città di Betancuria a Fuerteventura
La flora e la fauna dell'isola di Fuerteventura
L'isola di Fuerteventura - Opuscolo dell'UT
Argomenti più ampi
Accoglienza
Informazioni turistiche sulle Canarie
La geografia delle isole Canarie
La storia delle isole Canarie
L'isola di El Hierro nelle isole Canarie
L'isola di La Palma nelle isole Canarie
L'isola di La Gomera nelle isole Canarie
L'isola di Tenerife nelle isole Canarie
L'isola di Gran Canaria nelle isole Canarie
L'isola di Fuerteventura nelle isole Canarie
L'isola di Lanzarote nelle isole Canarie
La flora e la fauna delle isole Canarie
L'arcipelago delle isole Canarie - Opuscolo dell'UT

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.