AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Kos, Kos - Castello Neratzia

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

Introduzione

PanoramicaGeneralità
Castello di Kos Neratzia visto dal mare (autore Nickophoto). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Neratzia Castello (in greco: Κάστρο της Νερατζιάς) è una fortezza massiccia mare situato sul porto di Kos, l’isola greca del nome stesso. Il castello fu costruito alla fine del secolo XIV al XVI secolo dal Ordine Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni , nota anche come Cavalieri di Rodi dal loro ritiro sul sull’isola di Rodi per questo motivo abbiamo Castello detto anche dei Cavalieri (Κάστρο των Ιπποτών).

Castello Neratzia era l’ospedale più grande fortificazione sulla isola di Kos , ma possedeva anche castelli Pyli su un picco roccioso in Antimahia e Kéfalos .

Come altre fortezze del sistema difensivo dei Cavalieri di San Giovanni, Castello di Kos è stato quello di garantire la sicurezza dei pellegrini cristiani e viaggiatori in rotta verso la Terra Santa, contro gli attacchi ottomani e gli attacchi degli hacker.

EtimologiaEtimologia
Il Neratzia nome, a volte scritto nerantzia, che si applica a: Castello di Kos in greco significa "arancio amaro" (Νερατζιά,Neratzia) o arancio amaro, il frutto, arancio amaro e arancio amaro, si chiama Νεράτζι,Neratzi. Il termine si riferisce al tempo in cui molti alberi di arancio amaro crescere nelle vicinanze del castello. Neratzia il nome applicato anche per la città e l’isola di Kos.

Al tempo dei Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni, il castello e la città si chiamava Narangia, una forma latinizzata del Neratzia, vicino al spagnolo "naranja" e l’italiano "arancia".

SituazioneSituazione

Neratzia Kos Castello - Palazzo del Governatore e la Neratzia castello (autore bazylek100). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).L’austero castello Neratzia è il primo edificio che si vede quando si arriva in traghetto per Kos: si trova ad est del porto di Mandraki (Λιμάνι Mανδράκι) a Kos, di quello che doveva In origine un isolotto roccioso. Il castello è stato originariamente separata dall’isola di Kos da un braccio di mare, ha comunicato con la città medievale, conosciuta come la "Hora" da un ponte levatoio difeso l’accesso al castello. Questo braccio di mare è stato trasformato in un ampio viale durante la dominazione italiana dell’isola di Kos, nel primo Novecento, è ora il Boulevard des Palmiers (Λεωφόρος των Φοινίκων).

La fortezza si trova in una posizione strategica all’ingresso del golfo di Keramos (κόλπος Κεραμεικός), il Golfo di ceramica o di oggi, turco, Gökova Korfezi. In collaborazione con il castello di Saint-Pierre di Alicarnasso, sulla costa dell’Asia Minore (oggi Bodrum in Turchia), situata a circa 20 km a nord-ovest del castello controllato gli stretto tra Kos e Alicarnasso e la via del mare tra Costantinopoli e Alessandria.

Neratzia fortezza era situata circa 128 km a nord ovest di Rodi , la sede dei Cavalieri di San Giovanni . Cos Castello era la più grande difesa avanzata Rodi.

VisiteVisite

Castello Neratzia
Neratzia Castello di Kos - Il piano castello Neratzia Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Visita il Neratzia castello sarà sorpreso di scoprire una seconda fortezza all’interno della fortezza. La fortezza interna è stata costruita dai Cavalieri Ospitalieri nel tardo XIV secolo per difendere l’isola dagli attacchi turchi del sultano Bajazet I. (Bayazid I,Bayezid Yıldırım in turco). La camera interna è a pianta rettangolare con quattro torri circolari angolari: il sud-ovest della torre (n ° 8 sulla mappa), la torre di nord-ovest (9) e la torre di sud-est (7), incorporata nel parete esterna, è rimasto in buone condizioni, la torre di nord-est è scomparsa. Siamo entrati nella fortezza attraverso una porta, detta porta Carmadino (11) protetta da una torre di difesa (10).

Dopo gli attacchi dei turchi contro il Castello di Kos nel 1457 - sotto il magistero di Jacques de Milly - e nel 1477 - all’inizio del Magistero di Pierre d’Aubusson - la prima fortezza fu Kos armato, compresa la costruzione di terra- piena.

Dopo il primo assedio di Rodi dagli Ottomani nel 1480 - in cui i Turchi usati cannoni - polvere da sparo e la distruzione causata dal terremoto del 1493, i Cavalieri di Rodi ha deciso di rafforzare la costruzione di un castello di Kos secondo involucro su tre lati della fortezza iniziale. La parete esterna è stata costruita, a partire dal 1495, sotto il Gran Maestro Magister Pierre d’Aubusson (1476-1503) e Emery d’Amboise (1503-1512), e completato sotto il magistero di Fabrizio del Carretto (1513-1521 ).

Neratzia Castello di Kos - Masterizzazione Neratzia Fortezza al 1522. Clicca per ingrandire l'immagine.I due altoparlanti sono stati separati da un ampio gap sec (5). Passarono dal esterno alla fortezza interiore da un ponte che attraversava il pendio fosso. L’accesso al castello era attraverso una sola porta (6) che ha portato ad un ponte levatoio. L’ ingresso era protetto a sud da un potente fortezza, roccaforte Carretto (8). Northwest un altro bastione, il bastione poligonale Aubusson (3), custodito l’ingresso del porto.

Per la costruzione della fortezza, i Cavalieri Ospedalieri fatto uso di pietra locale, ma anche materiali prelevati dalle rovine della città greca e romana di Kos , e le rovine del Asclepeion , un santuario situato su una collina Kos limitrofi distrutti. Questo produce un curioso miscuglio di antiche iscrizioni e scudi medievali.

L’aspetto della Neratzia castello non è spettacolare come altre fortezze costruite dai Cavalieri Ospitalieri, ha iniziato un po ’più tardi il castello di Saint-Pierre di Alicarnasso , e su una scala più piccola, Castello di Kos è Tuttavia, un superbo esempio di architettura difesa dell’Ordine di San Giovanni.

Il Ponte Levatoio
Neratzia Castello di Kos - La porta di esterno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Neratzia fortezza è stata collegata con l’isola principale di Kos da un braccio di 33 m di lunghezza ponte che ha attraversato il mare con il fossato del castello. La parte settentrionale del ponte era un ponte levatoio, in modo che in caso di attacco dalla parte di terra, il castello potrebbe essere completamente tagliati fuori dall’isola principale.

Sotto il dominio italiano fossato di acqua di mare sono stati riempiti e trasformata in boulevard, boulevard des Palmiers. Un ponte fisso collega ora la piazza Sycamore all’ingresso del castello.

Porta principale
Neratzia Castello di Kos - La porta d'ingresso del castello Neratzia Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Bridge e l'ingresso al esterno. Clicca per ingrandire l'immagine.L’ingresso alla fortezza (6) si apre una torre quadrata che sovrasta la parete sud della fortezza.

Nel l’urgenza di portare a termine l’opera di fortificazioni, i Cavalieri Ospedalieri di materiali antichi usato: sopra la porta - architrave in marmo - è un ellenistica grande fregio decorato con maschere e teste di bue; questi probabilmente provengono da un teatro, perché queste maschere erano comunemente utilizzati nel teatro antico. Sopra il fregio è lo stemma del Gran Maestro Emery d’Amboise .

L’uso all’aperto
Neratzia Castello di Kos - L'esterno (autore JD554). Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Il fossato nord del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.L’esterno è un buon esempio delle competenze che i Cavalieri di Rodi aveva ottenuto dal lavoro di fortificazione dopo l’assedio di Rodi da parte dei turchi nel 1480. La sua attuazione incontra lo sviluppo tecnico di artiglieria fatto durante la seconda metà del XV secolo per resistere agli attacchi con le armi, rettangolare involucro esterno è molto spessa, con bastioni massicci artiglieria ai quattro angoli e porte per le pistole sui bastioni.
Neratzia Castello di Kos - Le scale alla parete dell'involucro esterno. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - feritoia pistola sulla parete settentrionale del recinto esterno. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Il sud-est torre della parete interna della parete esterna costruita. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Neratzia Castello di Kos - La cabina esterna. Clicca per ingrandire l'immagine.Fortificazione precedente è stata conservata all’interno della custodia nuovo e mantenuto in uno stato operativo, ma la nuova fortificazione era quadruplicato l’area fortificata. Percorso intorno alla parete esterna, si gode una vista bellissima del contenitore interno piantato cartellini di Cavalieri e fuori della città, il porto e la costa turca.

La costruzione della fortezza esterno è stato avviato da Pierre d’Aubusson nel 1495, inseguito da Emery d’Amboise e completato da Fabrizio del Carretto nel 1514 con il bastione sud-ovest che porta il suo nome.

Bastione poligonale Aubusson
Neratzia Castello di Kos - Armi di Pierre d'Aubusson con il cappello cardinalizio. Clicca per ingrandire l'immagine.Pierre d’Aubusson, cavaliere del Linguaggio di Auvergne, era Gran Maestro dei Cavalieri di San Giovanni per 27 anni (1476-1503) nel corso di questo lungo insegnamento ha organizzato il primo edificio del antica fortezza di Kos, ma dal 1480 ha iniziato la costruzione del nuovo stadio. E ’possibile identificare i miglioramenti che ha fatto dopo il 1489, perché in quell’anno è stato nominato Cardinale, e dopo tale data, le braccia include il cappello cardinalizio.

Neratzia Castello di Kos - Il bastione di Aubusson e la parete ovest del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.Il bastione poligonale Aubusson (3) - nord-ovest - è stato probabilmente il primo ad essere costruito bastione. I lavori sono iniziati nel 1489 con l’intento di proteggere il lato nord del castello e l’entrata del porto.

Bastione del Carretto
Neratzia Castello di Kos - Il Bastione del Carretto visto porta (autore bazylek100). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Il bastione del Carretto (2) (Προμαχώνας του del Carretto) si trova nell’angolo sud-ovest della roccaforte artiglieria da fortezza che l’accesso controllato alla città via terra ea sud del porto di Mandraki. E ’l’ultimo bastione di Kos da costruire nel 1514.

Neratzia Castello di Kos - Il bastione del Carretto Kos (autore Nickophoto). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Il Bastion è una roccaforte di turno Carretto potente, molto simile a Carretto bastione delle le fortificazioni di Rodi costruito anche sotto il magistero di Fabrizio del Carretto (1513-1521). Il Carretto cresta è sigillato nella parete del bastione.

Bastion Quadrato Aubusson
Il Aubusson bastione piazza è un bastione situato nella parte orientale del muro esterno. Ha un corridoio quadrato periferica al piano terra con nove cannoniere e pozzetti di ventilazione di ventilazione e di una scala in pietra che conduce ai merli del recinto esterno.
Il Fossato
Neratzia Castello di Kos - Lo spazio del contenitore interno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - Il fossato nord del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.Su tre lati (sud, ovest e nord), la camera interna è stato separato dalla parete esterna da un ampio fossato secco (5) - già più profondo oggi - come si attraversa un pendio ponte situato sul fosso a sud, che è ancora il ponte su cui i visitatori delle persone di entrare nel recinto interno.

Neratzia Castello di Kos - Il divario è il recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Nel fosso nord è un vecchio edificio costruito dai Cavalieri Ospitalieri e restaurato durante la dominazione italiana di Kos. Ora è utilizzato come un museo di architettura dove si possono vedere altari votivi, sculture e iscrizioni varie, ed elementi architettonici rinvenuti nella zona. Lo stesso divario ha una mostra a cielo aperto.

L’altoparlante interno
Neratzia Castello di Kos - L'interno. Clicca per ingrandire l'immagine.I Cavalieri Ospitalieri, che hanno preso possesso dell’isola di Kos dal 1313, non ha iniziato la costruzione di una fortificazione alla fine del XIV secolo, dopo gli attacchi del sultano ottomano Bajazet I(Yıldırım Bayezid) contro l’isola Kos. La prima menzione scritta dell’esistenza di questa fortificazione è il notaio Nicola Martoni italiano (Nicolò da Martoni) nella sua "Relazione del pellegrinaggio a Gerusalemme," 1394-1395. Ha descritto il castello come una fortezza inespugnabile Kos circondata su tre lati dal mare e sul quarto da un lago.

Neratzia Castello di Kos - Torre sud-est del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Questo antico castello è stato completamente distrutto per far posto - dal 1451 - la fortezza interiore che vediamo oggi. La costruzione della parete interna è stata costruita sotto il Magister di Jean de Lastic (1437-1454), il conte italiano e il fratello Hospitalier Fantino Querini Stampalia Count (Astypalaia), essendo il governatore veneziano dell’isola di Kos (1436 -1453), allora sotto il magistero di Jacques de Milly (1454-1461).

Neratzia Castello di Kos - Una difesa mediano degli interni. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La fortezza interna era un rettangolo con torri circolari agli angoli, che tra queste torri, quelle del sud-ovest (8), Northwestern (9) e sud-est (7) sono ben conservati, questi ultimi quasi incorporato nella parete esterna, e la torre di nord-est è stata completamente distrutta, e la prossima sezione di muro.

Sulla parte superiore della muratura, possiamo vedere molte patch di Gran Maestri dell’Ordine di San Giovanni del XV secolo.

3 GIUGNO 1457, l’isola di Kos è stata attaccata da un esercito ottomano di 156 navi e 16.000 soldati, dopo 23 giorni di assedio, l’esercito ottomano ha lasciato l’isola per motivi sconosciuti. Nel 1480, durante il loro attacco generalizzato contro i Cavalieri di Rodi, gli Ottomani non è riuscito a conquistare i Kos fortezza.

La Porta Carmadino
Il castello Neratzia Kos - Le torri di difesa della porta interna. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Il soffitto della porta del castello Carmadino Neratzia. Clicca per ingrandire l'immagine.L’ingresso al recinto interno era vicino alla porta chiamato Carmadino. Questa porta prende il nome dal governatore genovese Edoardo di Carmadino (1471-1495), che migliorerà l’accesso alla fortezza nel 1478: il suo nome è inciso sull’architrave della porta, ma la porta è precedente al mandato del governatore.

Il soffitto della porta del corridoio formato da dieci colonne di basalto poste trasversalmente; queste colonne probabilmente proveniva dalle rovine del porto basilica paleocristiana (Βασιλική του λιμένος) distrutti dal terremoto del 469, poi la 554 .

Neratzia Castello di Kos - Porta della parete interna (autore bazylek). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - Architrave Porta Carmadino. Clicca per ingrandire l'immagine.Il castello Neratzia Kos - Iscriviti al di sopra della porta Carmadino. Clicca per ingrandire l'immagine.
Torre di defesa della Porta Carmadino
Dopo aver attraversato il ponte, dentro, si vede, a sinistra, una torre circolare, il cui ruolo era quello di difendere l’ingresso alla fortezza. Torre di difesa della porta Carmadino è probabilmente l’edificio più antico nel castello di Kos. Essa ha stabilito una serie di scudi araldici dei Grandi Maestri dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme sotto il Magister che è stato costruito all’interno della custodia (due cavalieri della Langue d’Auvergne) di sinistra Jean de Lastic (1437-1454), a destra del suo successore Jacques de Milly (1454 - 1461), e nel mezzo dello scudo con la croce dell’Ordine, l’emblema dell’Ordine.
Il castello Neratzia Kos - Le torri di difesa della porta interna. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - La torre a sud-ovest della parete interna (autore bazylek100). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - Patches de Lastic, l'Ordine di San Giovanni e Milly. Clicca per ingrandire l'immagine.
Torre del sud-ovest
Neratzia Castello di Kos - La parete ovest del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - La torre di nord-ovest del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.
Torre del Nord-Ovest
Neratzia Castello di Kos - La parete nord del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Torre nord-ovest e il fossato ovest del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.Neratzia Castello di Kos - Il badge Lastic sulla parete ovest del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine.
Torre del sud-est
Neratzia Castello di Kos - La Torre Sud è integrato nel contenitore esterno. Clicca per ingrandire l'immagine.La torre a sud-est della parete interna è stata costruita nel muro del diffusore nuovo.
Neratzia Castello di Kos - Torre sud-est del recinto interno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - Lo scudo di Francia, a sud-est torre del contenitore interno. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Neratzia Castello di Kos - Lo scudo di Francia, a sud-est torre. Clicca per ingrandire l'immagine.

Storia e tradizioniArti Storia, letteratura, tradizioni, leggende, religioni, miti, simboli, ...

StoriaStoria
Kos, un tempo avamposto di Venezia, è stato acquistato dai Cavalieri di San Giovanni nel 1315, sotto il magistero di Folco de Villaret (1305-1319), ma era saldamente acquisito dai Cavalieri nel 1336. E ’nel 1377, sotto il magistero di Juan Fernandez de Heredia (1376-1396), iniziò la costruzione di un castello.

Nel giugno del 1522 il Sultano Solimano assediata Rodi anche inviato truppe in: Castello di Kos e San Pietro (Bodrum), principalmente per garantire che queste fortezze non ha potuto inviare aiuti alla fortezza principale dei Cavalieri . Alla fine di dicembre 1522, i Cavalieri di Rodi capitolò e anche dovuto ritirare tutte le loro altre fortezze che hanno lasciato Kos nel mese di gennaio 1523.

Durante l’occupazione ottomana dell’isola, il castello ospitava una guarnigione turca, negozi e una rivista, era anche la residenza del governatore ottomano dell’isola. Gran parte del castello è stato danneggiato in una esplosione della polveriera 17 marzo 1816.

Nel maggio del 1912, Kos è stato liberato dalle truppe italiane alla fine della guerra italo-turca. Durante la dominazione italiana dell’isola, il castello è stato presidiato poi è stato restaurato e le tracce di influenza turca sono stati rimossi per migliorare il carattere del castello medievale.

LetteraturaLetteratura
Nel 1968, il regista tedesco Werner Herzog trasformato in rovine Neratzia uno dei suoi primi film: Lebenszeichen (Segni di vita).

InformazioniInformazioni pratiche

Orario di visitaOrario di visita
Il ponte al castello di Neratzia (autore bazylek100). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).L’ingresso al castello è un ponte di pietra, dal luogo di Piano (Πλατεία του Πλατάνου), che attraversa le Palmiers Boulevard des.

Aperto dal Martedì alla Domenica dalle ore 8 alle 14: 30 pm (chiuso il lunedì).

Telefono: 00 30 224 202 8326

Costo: € 3.

Altri temiAltri temi

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
La città di Kos o Cos - Mappa interattiva
La città di Kos - La città greco-romana
La città di Kos - La città bizantina
La città di Kos - La città medievale
La città di Kos, Kos - Castello Neratzia
La città di Kos - La città ottomana
La città di Kos - La città italiana
Il villaggio di Platani, Kos
Il villaggio e terme di Empros, Kos
Argomenti più ampi
Inizio
L'isola di Kos - carta interattiva
La città di Kos o Cos, Kos
Il sito di Kos Asclepion, Kos
La città di Asfendiou, Kos
La città di Pyli, Kos
La città di Antimahia o Antimachia, Kos
La città di Kardamena, Kos
La città di Kéfalos, Kos
L'isola di Kos in Mare Egeo - la storia dell'isola

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.