AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Kéfalos, Kos

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

Introduzione

PanoramicaGeneralità
Kéfalos (in greco: Κέφαλος) è un piccolo paese di circa 2500 abitanti, situato all’estremo ovest della isola di Kos del Dodecaneso . Questo è un posto un po ’noiosa che è principalmente un punto di transito per esplorare la penisola Kéfalos , una penisola robusto che termina drammaticamente Krikello Cap (Ακρωτήριο Κρίκελλο).

SituazioneSituazione

Previsioni meteo
Le Kéfalos Curonian sull'isola di Kos (autore Tedmek). Clicca per ingrandire l'immagine.Kéfalos si trova su una penisola separata dal resto dell’isola di Kos da un istmo largo di 1600 metri.

Kéfalos si trova a 43 km ad ovest della capitale dell’isola di Kos . Dalla città di Kos la strada principale dell’isola unita Antimahia. Al di là l’aeroporto di Antimahia il paesaggio lunare diventa, poi la strada raggiunge i Kéfalos penisola , dopo aver attraversato il golfo omonimo. La strada si snoda poi su Kéfalos, arroccato su un promontorio. Kéfalos è anche il capolinea del bus da Kos, la città si trova a 15 km dall’aeroporto.

La città si trova ai margini di un crollo scogliera e si affaccia sul porto, il villaggio di Kamari . Kéfalos dal momento che possiamo ammirare in prospettiva, gran parte della costa sud dell’isola di Kos.

VisiteVisite

Kefalos sull'isola di Kos (autore Karelj). Clicca per ingrandire l'immagine.Il Papavasili mulino a Kéfalos sull'isola di Kos (autore Michal Osmenda). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Kéfalos è un vecchio borgo agricolo costruito lungo una scogliera calcarea dominata dalle imponenti Papavasilis mulino a vento. Nei pressi del mulino a vento è la "casa tradizionale", un piccolo museo di arti e tradizioni popolari.

La grande città è coronata dalle rovine del suo castello.

Castello Kéfalos
Kefalos sull'isola di Kos (autore Karelj). Clicca per ingrandire l'immagine.Le rovine di scarse Kéfalos sono appena ad ovest della cittadina.

Il castello fu costruito dai Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni , a cavallo dei secoli XIV e XV sulle fondamenta di una precedente fortificazione risalente al XIII secolo. Durante l’invasione turca di Kos nel 1457, il castello con i suoi castelli Kéfalos Paleo Pyli e Antimahia , serviva come rifugio per i 12.000 abitanti di Kos.

Il piede delle mura del castello, vi è una splendida vista sul golfo di Kefalos , l’isola vulcanica di Nisyros e la penisola di Datca in Anatolia.

La Basilica di Saint-Étienne (Agios Stefanos)
Le rovine della basilica paleocristiana di Saint-Étienne (Agios Stefanos,Άγιος Στέφανος) si trovano su un promontorio roccioso sulla costa sud-occidentale, a est del villaggio di Kamari , proprio accanto agli edifici della ex Club Med .

La Basilica di Santo Stefano era in realtà costituito da due basiliche gemelle: una chiesa grande promontorio meridionale e una più piccola a nord, le due basiliche, risalenti al V secolo al VI secolo dC (da 496-554) - con aggiunte successive - ha condiviso un battistero. A quel tempo, l’antico santuario era collegato alla Kastri all’isola da un ponte, che fu poi distrutta da un terremoto.

Le rovine della Basilica di Saint-Étienne Kéfalos (autore bazylek100). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).La Basilica del sud era una basilica a tre navate con due file di colonne, una volta semicircolare est e ovest rettangolare nartece. La navata centrale è stato separato da una balaustra in marmo, che solo si conserva la pietra angolare. Il nartece ha due ingressi, uno a ovest e ad un livello inferiore. I terreni della chiesa sono coperte di mosaici raffiguranti uccelli, mentre le parti conservate delle mura mostrano una decorazione scultorea. I mosaici sono ricoperte di ghiaia per proteggerli dalle intemperie.

La Basilica di Saint-Étienne (Agios Stefanos) Kéfalos vicino l'isola di Kos (autore Michal Osmenda). Clicca per ingrandire l'immagine.La Basilica del nord è stato anche a tre navate, ma più piccolo. La caratteristica principale è che le tre navate sono formate da colonne e pilastri alternativamente. Anche qui troviamo la arco semicircolare a est, dove una parte del trono, in marmo, è ancora conservata.

Al di fuori del sud-est, era un edificio rettangolare, di cui solo il piano terra è stato ricostruito con i resti di font rettangolare, l’edificio sembra aver servito come battistero per entrambe le chiese.

Il grande atrio è stato costruito in seguito ad ovest della chiesa, forse nel secolo sesto o settimo, una grande scalinata consentito l’accesso.

Il sito è stato scavato nel 1932 dal archeologo italiano Luciano Lorenzi, e perquisiti 1935-1943. Alcune belle colonne ioniche sono stati recuperati vicino alla riva, alcuni dei quali sono di nuovo crollate dal 1980.

Agios Stefanos è uno dei monumenti più importanti di Kos .

Altri temiAltri temi

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
Il villaggio di Kamari, Kos
La città di Kéfalos, isola di Kos - Sud penisola
Argomenti vicini
L'isola di Kos - carta interattiva
La città di Kos o Cos, Kos
Il sito di Kos Asclepion, Kos
La città di Asfendiou, Kos
La città di Pyli, Kos
La città di Antimahia o Antimachia, Kos
La città di Kardamena, Kos
La città di Kéfalos, Kos
L'isola di Kos in Mare Egeo - la storia dell'isola
Argomenti più ampi
Inizio
L'isola di Kos, o Cos, in Mare Egeo
L'isola di Symi in Mare Egeo
Il Rodi in Mare Egeo

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.