AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Kos o Cos, Kos

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

Introduzione

PanoramicaGeneralità
La città di Kos (πόλη της Κω) o Cos è la capitale, il centro turistico e culturale, e il porto principale dell’isola di Kos nel Dodecanneso . Popolazione residente di 18.000 abitanti.
EtimologiaEtimologia
Kos o Cos, effettuata molti nomi diversi nel corso della sua storia complicata gli antichi greci chiamavano già Kos (Κως), ma i Romani diedero il nome di Coos Cous o, alla fine del Medioevo, i Veneziani i Genovesi ed i Cavalieri di San Giovanni, è stato Lango (forse a causa della forma allungata dell’isola). I turchi ottomani, che la occuparono per quasi quattro secoli, dal nome Istankoy (gli europei retranscrivaient Stankou). Durante la loro dominazione dell’isola, gli italiani denominato Coo.

SituazioneSituazione

Città Kos vista dal traghetto da Bodrum. Clicca per ingrandire l'immagine.Città di Kos si trova all’estremità nord-orientale della isola di Kos .

Il porto di Kos si trova a 119 km dalla città di Rodi , e 370 km dal Pireo, il porto di Atene, ma solo 21 km dalla città di Bodrum in Turchia Anatolia.

VisiteVisite

Piano della città di Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Quando si arriva a Kos in riva al mare, la città offre una vista incantevole con la maestosa fortezza dei Cavalieri che si impone in primo piano, mentre in sottofondo si trovano gli altopiani centrali dell’isola . L’imponente castello di Cos (Kástro nella lingua locale) canale protegge il porto di Mandraki che si apre sulla destra Mandraki porto è passeggiata quasi circolare circonda la Kountouriotou Akti (Ακτή Κουντουριώτου) di palme e caffè all’aperto, a sinistra del castello, la passeggiata è Akti Miaouli (Ακτή Μιαούλη) che inizia e continua attraverso i viali Vasileos Georgiou (Λεωφόρος Βασιλέως Γεωργίου) e Georgiou Papandreou (Λεωφόρος Γεωργίου Παπανδρέου), che ha portato alle spiagge di Psalidi, Agios Fokas e Therma Loutra .

Dietro il castello, e collegata ad essa da un ponte, si trova a Piano di Piazza (Platía sempre Platanou / πλατεία του πλατάνου) deve il suo nome al piano di Ippocrate , secondo il quale il famoso medico aveva insegnato ai suoi discepoli.

Un bouganville viale Ippocrate a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Un Bignone arrampicata una palma viale Ippocrate a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Un devastante terremoto nel 1933 ha portato a una riprogettazione dei Cos pianificazione è una città moderna e ariosa, percorsa da ampi viali ombreggiati da pini e palme e ornato di bouganville, oleandri e ibisco rosso, come Boulevard des Palmiers (Λεωφόρος των Φοινίκων) che separa il castello della città medievale o viale Ippocrate (Λεωφόρος Ιπποκράτους), che confina con il sito archeologico della antica agorà . Questi viali che conducono alla piazza centrale, Place de la Liberté (Platia Eleftherias / πλατεία Ελευθερίας), dove si trova una delle moschee più belle della città con il suo minareto alto, ricordando il passato ottomano dell’isola dove vive ancora una grande minoranza musulmana.

Il terremoto ha rivelato nel centro della città di interi blocchi di rovine ellenistiche e romane, tra le pietre bianche si inseriscono perfettamente nel paesaggio urbano, ma questo terremoto ha salvato una parte del centro storico di Kos incentrati pedonale e Ifestou Apellou: la vivace zona dove la gente piace andare a piedi con i suoi negozi alla moda, ristoranti e bar. La strada pedonale conduce al sito archeologico di ovest , una vasta area che comprende, tra altre vestigia, quelle case decorate con mosaici e affreschi.

La Chiesa di Santa Paraskevi (Agia Paraskevi)
La Chiesa di Agia Paraskevi a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine. La chiesa di Agia Paraskevi (Αγία Παρασκευή) è stato costruito durante gli anni 1932 e 1933 non lontano dalle Eleftherias posto, si tratta di una grande chiesa che si trova su una terrazza alla fine del Ipsilandou strada, che domina la coperto Kos mercato. Paraskevi (Paraskeva francese) significa "preparazione", vale a dire, la preparazione del sabato. La chiesa è sede della città di Kos, l’equivalente di una diocesi.

L’interno della chiesa è decorato con bellissimi affreschi in stile bizantino tradizionale. Ogni dipinto è stato sponsorizzato da una famiglia di Cos in grado di leggere il nome nella parte inferiore dell’immagine. Sulla volta, si può vedere a destra tra la cupola e il portale ovest: "La nascita di Gesù", "La Presentazione di Gesù al Tempio" e "Il Battesimo di Gesù". A sinistra si può vedere, da ovest a est: "Cristo davanti a Pilato", "La crocifissione di Gesù Cristo" e "La Discesa di Cristo agli inferi". Nella scena della crocifissione, si vede che il sangue scorre dalle ferite dei piedi di Cristo su un teschio sotto la croce. Questo è il cranio di Adamo, il primo uomo. Questo simboleggia il sacrificio di sangue di Gesù dà la vita eterna agli uomini. La "Discesa di Cristo agli inferi" è uno dei temi del Nuovo Testamento, che le chiese occidentali sono meno attenzione rispetto alle chiese orientali. Dopo la sua morte in croce e la prima della sua risurrezione, Gesù discese agli inferi e la dannazione salva da Adamo ed Eva, che rappresenta tutti morti.

Aperto tutti i giorni dalle 7 alle 12 e dalle 17 alle 20 pm.

La Chiesa di Agia Paraskevi a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La Chiesa di Agia Paraskevi a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La Chiesa di Agia Paraskevi a Kos. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Il mercato comunale
Le Kos mercato comunale. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il mercato comunale coperto Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Il mercato comunale coperto Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.Il mercato comunale coperto Kos. Clicca per ingrandire l'immagine.
Porti di Kos
Porto di MandrakiIl terminal dei traghettiMarina (marina)
Porto di Mandraki visto dal bastione Carretto. Clicca per ingrandire l'immagine.Le Kos ferry terminal viste dal Neratzia castello. Clicca per ingrandire l'immagine.Kos Marina vista dal castello Neratzia. Clicca per ingrandire l'immagine.
Spiagge
La spiaggia di Psalidi a Kos (autore losangeles1947). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Il caldo molla Embros Kos (autore Karelj). Clicca per ingrandire l'immagine.Le spiagge più vicine della città di Kos sono affollate in estate: la spiaggia più vicina è la spiaggia di Lambi, a soli 2 km a nord ovest.

Abbiamo trovato un po ’tranquilla sulla strada che conduce alle spiagge di Psalidi (3 km), nei pressi del campeggio, Agios Fokas (8 km) e Embros Therma (12 km), noto anche come Therma Loutra, e le sue sorgenti termali acqua sulfurea che sale un po ’di acqua di mare di temperatura

Storia e tradizioniArti Storia, letteratura, tradizioni, leggende, religioni, miti, simboli, ...

StoriaStoria

InformazioniInformazioni pratiche

Generalità
Previsioni meteo
L’Ufficio del Turismo di Kos
Indirizzo: 1 rue Vasileos Georgiou. Sulla piattaforma a sinistra degli aliscafi di atterraggio (Flying Dolphins) nella vecchia locanda Gelsomino .

Telefono: 00 30 22420 24460

Orario estivo (1 giugno-15 ottobre): dal Lunedì al Venerdì, ore 8 alle ore 20, Sabato dalle ore 9 alle ore 14.

Orario invernale (dal 16 ottobre al 31 maggio): dal Lunedì al Venerdì, dalle 8 alle 14 am 30.

Sito web: www.kos.gr (in greco!)

Escursioni in Bodrum
Le Kos ferry terminal viste dal Neratzia castello. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).L’ isola di Kos è collegato al porto turco di Bodrum (antica Alicarnasso) una volta al giorno con il traghetto (50 minuti) o in aliscafo (20 minuti). Portare i documenti necessari per accedere al confine con la Turchia.

Il porto dei traghetti dell’isola si trova all’estremità settentrionale della penisola dove il castello Neratzia .

HotelHotel
RistorantiRistoranti

Altri temiAltri temi

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
La città di Kos o Cos - Mappa interattiva
La città di Kos - La città greco-romana
La città di Kos - La città bizantina
La città di Kos - La città medievale
La città di Kos, Kos - Castello Neratzia
La città di Kos - La città ottomana
La città di Kos - La città italiana
Il villaggio di Platani, Kos
Il villaggio e terme di Empros, Kos
Argomenti vicini
L'isola di Kos - carta interattiva
La città di Kos o Cos, Kos
Il sito di Kos Asclepion, Kos
La città di Asfendiou, Kos
La città di Pyli, Kos
La città di Antimahia o Antimachia, Kos
La città di Kardamena, Kos
La città di Kéfalos, Kos
L'isola di Kos in Mare Egeo - la storia dell'isola
Argomenti più ampi
Inizio
L'isola di Kos, o Cos, in Mare Egeo
L'isola di Symi in Mare Egeo
Il Rodi in Mare Egeo

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.