AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Antimahia o Antimachia, Kos

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

Introduzione

PanoramicaGeneralità
Antimahia è un tipico villaggio dell’entroterra agricola dell’isola di Kos nel Dodecanneso . Questo pittoresco villaggio si trova su un altopiano arido e basso, su cui l’aeroporto dell’isola è stata costruita nei pressi del villaggio.

Il villaggio ha circa 2200 residenti permanenti, utilizzati principalmente nel settore agricolo (cereali, tabacco e sesamo, sia l’agricoltura) e il turismo.

EtimologiaEtimologia
Antimahia o Antimachia o Andimachia, o Antimácheia (greco Αντιμάχεια), è un luogo di insediamento il cui nome è rimasto invariato per oltre tremila anni.

SituazioneSituazione

Previsioni meteo
Antimahia è al centro dell ’isola di Kos, a 23 km sud-ovest della capitale, Città di Kos .

L'aeroporto di Kos a Antimahia (autore Steven Fruitsmaak). Clicca per ingrandire l'immagine.A causa della vicinanza dell’aeroporto, Antimachia è un nodo stradale con collegamenti a Mastihari nord a Kos nord-est verso Kéfalos sud-ovest, e per Kardamena sud-est.

A circa 4 km a nord di Antimahia, è il suo porto, Mastihari , che consente i collegamenti marittimi con l’isola di Kalymnos. Frequenti autobus collegano Kos Antimahia via Mastichari.

VisiteVisite

La casa tradizionale di Antimahia
Casa Antimahia tradizionale sull'isola di Kos (autore Grayswandir). Clicca per ingrandire l'immagine in Panoramio (nuova unghia)."Casa di Antimahia" è un tradizionale inizi del XX secolo è stata trasformata in un museo. Potete vedere le tipiche chiuse-letto che sono stati installati in modo da memorizzare fino al di sotto della raccolta delle olive e vino.
Il mulino a vento - Museo
Mulino di Antimahia (autore Steven Fruitsmaak). Clicca per ingrandire l'immagine.Di fronte alla "Casa di Antimachia" è un mulino a vento tradizionale, chiamato "Mulino Papa" (Mylos tou Papa). L’ultimo mugnaio morì, nel 2005, il mulino è stato trasformato in un museo, sarebbe l’ultimo mulino sull’isola di Kos, in uno stato con la sua ala.

È possibile visitare l’interno e osservare il suo meccanismo.

Orario di visita: 8 sono di solito 30-17 h.

Ingresso a pagamento: € 1.5.

Il Castello dei Cavalieri
La costa a sud di Kos vista dalla fortezza Antimahia (autore cubo-pics). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Castello Antimachia (greco Κάστρο Αντιμάχειας) si trova sul lato sud della isola di Kos , nella zona di Kardamena : l’immensa fortezza si trova su una collina 170 m sul livello del mare e domina il centro di l’isola, si trova di fronte l’isola di Nisyros del sud. Il castello si trova a 3 km a est del villaggio è raggiungibile con una strada asfaltata, ben segnalato e in buone condizioni, che inizia poco prima del villaggio di Antimachia quando si arriva a Kos . L’accesso al castello è gratuito Antimahia.

Secondo gli archivi del Ordine di Malta , la fortezza fu costruita Antimahia dal collegio all’inizio del XIV secolo, 1337-1346, sotto l’insegnamento del Gran Maestro Helion de Villeneuve (1319-1346), al posizione di un piccolo castello più antico bizantino.

Fortezza Antimachia sull'isola di Kos (autore Giorgos-nes-7). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).La fortezza subì usi diversi, a seconda delle circostanze dei tempi. Dal 1383, per decisione del Consiglio dell’Ordine Militare ed Ospedaliero di San Giovanni, il castello fu utilizzato come prigione per i Cavalieri Ospedalieri che si era comportato male, a partire dalla metà del XV secolo, sembra che il castello divenne una città fortificata.

I continui attacchi della flotta ottomana e pirati nei secoli XV e XVI, ha portato a molti residenti dell’isola di rifugiarsi all’interno del castello, considerato uno dei castelli più sicuri Ordine . Durante il tentativo di invasione di Kos dai Turchi nel 1457 (156 navi, 16.000 soldati) Antimachia Castello, insieme ai castelli di Paleo Pyli e Kefalos , serviva come rifugio per i 12.000 abitanti dell’isola Kos, i turchi sono stati poi respinti dai Cavalieri Ospitalieri, aiutato dal popolo di Kos, dopo 23 giorni di combattimenti.

La cresta del Gran Maestro Pierre d'Aubusson (con il cappello cardinalizio) all'ingresso del castello Antimahia (autore losangeles1947). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).La fortificazione più grave è iniziata solo nel 1490, al tempo stesso Neratzia castello nella città di Kos, nel magistero di Pierre d’Aubusson (1473-1503). All’ingresso del castello, vediamo scolpito lo stemma - con il cappello cardinalizio - il Cardinale Gran Maestro Pierre d’Aubusson, con la data 1494.

L'accesso al Antimahia fortezza sull'isola di Kos (ich_selbst autore ...). Clicca per ingrandire l'immagine.Il cancello di castello, a nord-ovest - che era una doppia porta - era protetto da un bastione a forma di ferro di cavallo di grandi dimensioni è l’opera del Gran Maestro Fabrizio del Carretto (1513 - 1521); Carretto fabbricato in modo da bastioni anche Neratzia Castello in Kos e il Palazzo del Gran Maestro a Rodi .

Dopo la caduta di Rodi nel 1522, la fortezza cadde ai Turchi, come l’intera isola. Durante l’occupazione ottomana, una moschea è stata costruita all’interno del castello è stato distrutto. La metà del XIX secolo, gli abitanti abbandonarono il castello e si diresse a nord dell’isola e sud verso il mare, creando due nuovi villaggi, e uno dei Antimahia di Kardamena . Il terremoto dell ’8 febbraio 1926 e 23 aprile 1933 ha distrutto molti edifici all’interno delle mura della fortezza, ma resistette.

Il castello è una fortezza dei Cavalieri di quadrilatero irregolare di forma, grande abbastanza per ospitare la popolazione della regione, con una superficie totale di 45.000 m². La fortezza è stata costruita con massi vulcanici. Le pareti sono state rafforzate, specialmente nelle parti più basse del nord, mentre il lato sud, in direzione di Kardamena, il castello ha approfittato della protezione naturale del terreno ripido.

La fortezza dei Cavalieri di Antimahia sull'isola di Kos (autore Tedmek). Clicca per ingrandire l'immagine.Un sentiero permette di trasformare le imponenti mura della città, 970 m di lunghezza, che abbracciano la sommità della collina e sono ben conservati. Una volta penetrato all’interno della fortezza dalla imponente cancello a nord, è possibile seguire il sentiero intorno ad ovest, anche ben conservata. Molti edifici che si trovavano all’interno delle mura per accogliere i profughi, rimane solo le fondamenta delle case e le rovine di qualche magazzino. Al contrario, più serbatoi sono ancora visibili e due cappelle sono state restaurate: il San Nicola e la cappella di Agia Paraskevi. È anche possibile vedere i resti di una terza cappella di Panagia Eleimonitrias(Παναγία της Ελεημονήτριας). I concerti si svolgono di tanto in tanto, all’interno della fortezza.

La vista sulla costa meridionale dell'isola di Kos dal Antimahia fortezza (mikep_eos autore). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Il castello dei Cavalieri si affaccia sullo stretto di Nissyros sud dell’isola di Kos. La fortezza, la vista si estende fino alla penisola di Cnido turca (Cnido), a sud-est, e l’isola di Nisyros vulcano e del sud, e più in là l’orizzonte, Tilos. La fortezza è visibile dal traghetto che collega a Kos Nisyros.

La Capella San Nicola
La cappella di San Nicola (Agios NikolaosΆγιος Νικόλαος) è un post chiesa bizantina del XIV secolo. Ospita, nell’abside, un interessante affresco di S. Cristoforo (Ayios Khristoforos) che porta Gesù Bambino.

La facciata della cappella ha tre emblemi, tra cui il Gran Maestro del Carretto con l’anno 1520, che sono state introdotte in seguito.

Cappella di Agia Paraskevi
La cappella di San Preparazione (Agia Paraskevi,Αγία Παρασκευή) risale al XVIII secolo (1705), ha una nervatura elegante arco.
Foresta Plaka
Pavone nella foresta vicino a Plaka Antimahia sull'isola di Kos (autore Giorgos-nes-7). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Plaka foresta è un’oasi verde sull’altopiano centrale dell’isola di Kos e si trova ad ovest del Antimahia dell’aeroporto. Si tratta di un pic-nic popolare: la foresta è conosciuta per i suoi pavoni selvatici che vi abitano, e per i suoi tramonti.

Altri temiAltri temi

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
Il villagio di Mastihari o Mastichari, Kos
Argomenti vicini
L'isola di Kos - carta interattiva
La città di Kos o Cos, Kos
Il sito di Kos Asclepion, Kos
La città di Asfendiou, Kos
La città di Pyli, Kos
La città di Antimahia o Antimachia, Kos
La città di Kardamena, Kos
La città di Kéfalos, Kos
L'isola di Kos in Mare Egeo - la storia dell'isola
Argomenti più ampi
Inizio
L'isola di Kos, o Cos, in Mare Egeo
L'isola di Symi in Mare Egeo
Il Rodi in Mare Egeo

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.