AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

Il sito di Kos Asclepion, Kos

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

Introduzione

PanoramicaGeneralità
Il Asclepieion (Ασκληπιείο) Kos è un santuario vasto situato sulla isola di Kos nel Dodecanneso . Questo santuario è stato dedicato al dio della medicina, Asclepio, ed è stata fondata nel fine del IV secolo aC, ma fu ampliato e trasformato nel II secolo dC. Le Cos Asclepieion è stato uno dei più importanti santuari dedicati ad Asclepio.

Medico Ippocrate di Kos studiati, ci ha insegnato e ha fondato la Facoltà di Medicina, che è diventata famosa in tutto il mondo antico e il più grande ospedale nell’antica Grecia Kos Asclepion rimase un centro di salute noto fino al VI secolo aC, dove molti notevole greca e romana è venuto da trattare.

Le rovine del Asclepion sono il più importante sito archeologico sull’isola di Kos.

EtimologiaEtimologia
Un Asclepieion o Asklepieion (Aesculapium per i romani), era un santuario dedicato al dio della medicina Asclepio (Ασκληπιός) (Esculapio per i Romani), figlio del dio Apollo, il cui simbolo è un serpente arrotolato attorno a un bastoncino (come i farmacisti caduceus moderni). Ci sono stati più di trecento asklépiéions (asklepieia) nell’antica Grecia per l’Europa e l’Asia Minore, tra Epidauro fu il più famoso. Questi santuari erano serviti da una casta di sacerdoti, Milkweed (Asklepiada). Tre di questi Asclépiéions è ancora visitabile.

SituazioneSituazione

La vista turco da Kos (autore JD554). Clicca per ingrandire l'immagine.Il Kos Asclepieion è ad una distanza di 3,5 chilometri a sud ovest della città di Kos .

Il santuario è stata costruita a 100 metri sul livello del mare, lungo il versante orientale del Monte Dikeos(Όρος Δίκαιος) che domina la zona, il sito offre una magnifica vista sul Golfo di Keramos (κόλπος Κεραμεικός) e il sud- occidentale dell’Anatolia .

L'ingresso al boschetto di cipressi Asclepieion Kos (autore Tedmek). Clicca per ingrandire l'immagine.Il Asclepieion sin dalla sua fondazione è circondato da un bosco di cipressi, una volta sacra.

Dal momento che la Asclepion, si può raggiungere il villaggio di Zia , circa 12 km, una piccola strada di montagna che offre uno scenario spettacolare. L’escursione può essere fatto a piedi o in bicicletta.

VisiteVisite

Vista panoramica della Kos Asclepion (Briantist autore). Clicca per ingrandire l'immagine.Il santuario di Asclepio è stata costruita su un sito magnifico che domina la città di Kos oggi, ma non è stato costruito solo più tardi. Inizialmente, il sito del famoso santuario era occupata da un santuario dedicato al culto di Apollo, situato nel mezzo di un boschetto di cipressi un altare di Asclepio - figlio di Apollo - fu eretta a metà del quarto secolo prima di J -C ... La Asklepieion è stato poi costruito attorno a questo altare esistente durante i anni ellenistici , in due fasi costruttive: la prima fase durante la prima metà del III secolo aC, e la seconda fase nel corso del primo metà del II secolo aC.

Pianificare le Kos Asclepion. Clicca per ingrandire l'immagine.A causa del terreno in pendenza del terreno, Asklepieion si estende su quattro livelli: di base e tre grandi terrazze artificiali comunicano attraverso scale, queste scale sono più di 12 metri di larghezza in alcune sezioni. Gran parte di queste scale è stata restaurata durante la dominazione italiana , ma le parti originali sono ancora al loro posto.

Durante la prima fase di costruzione, il tempio è stato sviluppato su tre livelli: base e due terrazze, ben integrato con l’ambiente naturale. L’altare esistente di Asclepio era al centro della seconda terrazza , che era allora la più alta terrazza, il piccolo tempio ionico di Asclepio (Tempio C del piano) fu eretta presso l’altare. Laterale degli edifici del santuario sono stati costruiti nella zona circostante liberamente concentrandosi sul loro ruolo funzionale. Questa composizione disadorna del complesso è stata mantenuta fino al secolo aC secondo. All’inizio del secondo secolo, la diffusione del culto di Asclepio, lo sviluppo delle attività terapeutiche della scuola di medicina fondata da Ippocrate, la prosperità economica dell’isola e lo sviluppo di stretti rapporti con i sovrani ellenistici, ha reso necessario un ampliamento e riconfigurazione architettonica del Asklepieion.

Il Santuario Asclepieion Kos (autore Karelj). Clicca per ingrandire l'immagine.Durante questa seconda fase di costruzione - durante la prima metà del II secolo aC - il santuario ellenistico trasformato in un insieme monumentale nel piano complesso. L’aumento continuo del piano ellenistica, attraverso la costruzione di livelli successivi, scalinate imponenti e colonnati ricorrente creata di un’architettura completa, che rivela a poco a poco le sue zone secondarie. Il santuario si sviluppa su tre terrazze successive, gestiti da muri di sostegno. Il set comprendeva un propileo (porta), portali (stoas), templi, altari e boschetto sacro, e diversi piccoli edifici religiosi e secolari, mentre la scala monumentale dava accesso alle terrazze. Il grande tempio dorico di Asclepio è stata costruita su un ponte nuovo, il terzo terrazzo , mentre l’altare di Asclepio è stata ricostruita, ha ispirato il design del famoso altare di Zeus a Pergamo.

L’architettura sacra della nuova entità adotta nuove tendenze architettoniche del tempo e mostra chiaramente l’influenza di esempi provenienti dall’Asia Minore, reso popolare dalla campagna orientale di Alessandro Magno.

Nel I secolo dC, durante il periodo romano , è stata costruita sulla prima terrazza , bagni pubblici e il piccolo tempio di Senofonte. Più tardi, nel II secolo dC, durante il periodo della dinastia antonina, è stato costruito il tempio di Apollo a Corinto, e un secolo dopo, le Terme.

Il livello più basso
Le rovine delle terme romane Kos Asclepieion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine.Le rovine prima a sinistra del livello inferiore della Asclepion, sono i resti delle terme romane risalenti al I secolo dC. Si può distinguere una bacinella di acqua fredda (frigidarium).

A sinistra del propileo di accesso alla prima terrazza a ridosso delle mura sono cinque camere sotterranee senza finestre, il cui uso è incerto, potrebbe essere stanze riservate per i pazienti con malattie veneree o lebbra.

La terrazza inferiore non si comporta molti edifici, perché era il luogo della celebrazione del Asclépiéia - atletica celebrazione quadriennali e concorsi di musica in onore del dio della medicina.

Il primo livello del santuario di Kos Asclepion (autore Karelj). Clicca per ingrandire l'immagine.Le rovine delle terme romane Kos Asclepieion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine.Le rovine delle terme romane Kos Asclepieion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine.
Terrazza Primo (2 ° livello)
Dopo la seconda fase di costruzione, l’accesso al secondo livello del santuario è stato fornito da un propileo monumentale o Propilei, con quattro colonne e una scala di 24 gradini e 11,5 m di larghezza. Il primo è stato il più grande terrazza con dimensioni di 93 m da 47 m.

Il modello iniziale architettonica del primo terrazzo è stato mantenuto dopo la seconda fase di costruzione, con portico (stoa) sotto forma di lettera Π immessi sul nord, est e ovest della terrazza dietro i colonnati di dorico c’erano molte stanze diverse che si ritiene sono stati destinati per la consultazione, il trattamento e la sistemazione dei pellegrini malati in cerca di cure presso il santuario. Il portico e le camere risalenti al periodo ellenistico (III secolo aC), è ancora di più adesso che le fondamenta.

Un gruppo di edifici è stata dedicata all’insegnamento e ospitava la scuola di medicina e un museo di anatomia patologica, con numerose mostre, le illustrazioni e le offerte votive.

Una fontana di prima terrazza del santuario Asclepieion Kos (Rberteig autore). Clicca per ingrandire l'immagine.Sul lato sud del primo terrazzo è il muro di sostegno della seconda terrazza : ha incluso nicchie con statue e fontane in marmo con vasche di acqua di grandi dimensioni, queste fontane erano essenziali per le terapie rituali l’Asclepion, e sono stati alimentati da sorgenti e ferruginosa che sgorga curative di zolfo, ai piedi del Monte Dikeo (la fonte del re e la fonte di Halkon Vournika). Fino a poco tempo, due fontane sito garantito una fornitura costante di acqua fresca e pulita, e ampie sezioni di argilla tubo sono ancora visibili, sepolto nel terreno.

Tempio di Senofonte Asclepieion Kos (autore reini68). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Contro la parete sud a destra delle scale che portano al secondo terrazzo c’era un piccolo tempio, il tempio detto di Senofonte. Si trattava di un abside e una tipica facciata di un tempio. Questo tempio era un’offerta fatta dal medico, nativo di Cos, Caio Stertinius Senofonte al dio Asclepio, sua figlia Igea, dea della salute, e Epione, la moglie e assistente di Esculapio, questo tempio era Senofonte anche dedicato all’imperatore, e semidio, Nerone. Si può vedere la base di una statua iscritto con il nome di Senofonte, che era il medico personale dell’imperatore Claudio (Claudio), ma che avrebbe aiutato la moglie di Claude di avvelenarlo prima introduce una piuma veleno in gola. Senofonte aveva anche fornito sostegno finanziario al restauro del santuario dopo un terremoto, decorare con le statue che aveva portato da Roma, e che istituisce una biblioteca medica sul sito della Asclepion.

I primi Kos Asclepieion terrazza (autore Flo83). Clicca per ingrandire l'immagine.In nicchie ad arco, che si trova direttamente sotto la seconda terrazza, erano le figure di divinità diverse in una delle nicchie a sinistra delle scale, si può vedere una statua del dio Pan.

A est della terrazza, raggiungendo il livello più basso, è le terme romane, calde e fredde, costruito nel III secolo dC. Tre bagni con archi sui lati minori, erano decorate con affreschi e con pavimenti ricoperti di mosaico in parte conservati e visibili oggi.

A ovest della prima terrazza dietro il portico, erano le latrine, risalente al I secolo dC.

Seconda terrazza (3 ° livello)
Il tempio ionico di Asclepio e abaton visto dalla terrazza terzo Kos Asclepion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine.La seconda terrazza è stato convertito dalla prima fase di costruzione del Asclepion, questa terrazza si trova a 6 metri al di sopra del primo terrazzo e vi si accede da una scala in marmo di 10 metri di larghezza e 30 passi. Questo terzo livello del santuario ha accolto con favore le installazioni liturgiche. L’altare monumentale di Esculapio (IV secolo aC), il tempio esistente è stato armonicamente integrato nel nuovo gruppo e, al tempo stesso, un tempio ionico con due colonne "in antis" - circa 9 m 15 m - (tempio piano B), è stato costruito per ospitare i tesori e le offerte depositate dalla devozione malati e pellegrini, di Asclepio, figlio di Macaone, e sua figlia Igea. Questo tempio di Asclepio in passato conteneva un dipinto di Afrodite che emerge dal mare. Questo quadro, dipinto da Apelle, un famoso pittore del IV secolo aC, è stato tra i tesori d’arte realizzate a Roma da Augusto.

L'altare di Esculapio e l'esedra della Kos Asclepion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine. Una panchina di pietra semicircolare (esedra), rivolta a nord, è stato costruito nel mezzo della seconda terrazza per gli assembli esterni, questo Exedra presenta nicchie per statue. E date anche dai primi di fase ellenistica e la prima fase della costruzione del santuario dell’esedra è ancora in vigore. A est della terrazza era un (λέσχη) Lesche edificio che è stato utilizzato per le riunioni del Consiglio.

Nella seconda fase di costruzione, gli edifici del secondo terrazzo risalente alla prima fase di costruzione sono stati armoniosamente integrati nel nuovo monumentale. Il tempio ionico di Asclepio è stata modificata adottando le caratteristiche stilistiche dei templi dell’Asia Minore. Si trattava di un pronao e una piazza cella di dimensioni uguali, il cui fondo è stato il "tesoro" (thesaurus), una scatola di pietra che ospitava i tesori del tempio.

La metà del II secolo aC, l’altare di Asclepio fu ricostruita nello stile del famoso altare di Zeus a Pergamo e fu decorato con ricche decorazioni scultoree e architettoniche da riconoscere al figlio del famoso scultore Prassitele antica.  L’altare era la più antica struttura del sito, le cui fondamenta sono ancora visibili nei pressi del centro della seconda terrazza.

L'Abaton Kos Asclepieion (autore Elisa Triolo). Clicca per ingrandire l'immagine.A sud del tempio di ordine ionico (tempio piano B), un grande edificio quadrato in due parti, un’anticamera con quattro colonna dorica, 12 m per 13 m, è stato aggiunto, e questo è ciò che chiamiamo un "Abaton"(άβατον), che può essere utilizzato, secondo gli archeologi, un dormitorio per i sacerdoti del santuario (enkoimeterion,εγκοιμητήριο).

A est dell’altare di Asclepio, un 17 m portico di lunghezza, è stato costruito per ospitare offerte votive.

In epoca romana, al II secolo dC, un tempio di ordine corinzio periptero (tempio C del piano), dedicato al culto di Apollo - e probabilmente al culto imperiale di Nerone - è stato eretto a est dell’altare ellenistico di Asclepio, nel 1930, sette delle belle colonne corinzie di marmo bianco del tempio romano sono stati restaurati da archeologi italiani in parte utilizzando materiali originali.

Rovine l'altare e il tempio di Asclepio Kos Apollo corinzi (autore JD554). Clicca per ingrandire l'immagine.Il tempio di Apollo a Corinto Kos Asclepion (autore Tedmek). Clicca per ingrandire l'immagine.Il tempio di Apollo a Kos Asclepion (autore Sellies Frans). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).
Terrazza Terzo (Livello 4)
Le rovine del tempio dorico di Asclepio sui Kos terzo Asclepieion terrazza Paradasos (autore). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia). Il terzo terrazzo è accessibile da scale la più lunga del santuario: Questo monumentale scalinata di 60 gradini ha una lunghezza di 38 m ed una larghezza di 18 m primo diminuisce fino a 9 m. La terrazza quarto livello era circondato su tre lati da un portico dorico (STOA) Π in forma di lettera, con camere per i visitatori e pazienti si trovano al di là del portico.

Al centro di questa terrazza c’era un grande tempio dedicato alla datazione Asclepio periptero dal II secolo aC (circa 170-160 aC). E ’stato il più grande tempio del santuario (tempio A Plan): Questo tempio di stile dorico è stato più di 30 metri di lunghezza e 15 metri di larghezza e statue indipendenti di Asclepio e Igea sua figlia. Il tempio rivolto a nord e il culmine del santuario, ed era visibile dalla costa. Dal momento che la terza terrazza con vista sul santuario è bellissimo, poi si allarga gli uliveti, la città di Kos , e fino la costa dell’Anatolia , all’orizzonte.

L’architettura del tempio è stata dominata da forme classiche, e comprendeva molte analogie con il Epidauro Asclepion, che rifletteva la rivalità tra i due santuari. Il tempio era circondato, in origine, le colonne di marmo bianco accentati con marmo nero (undici colonne sui lati lunghi e sei colonne sui lati corti). Oggi, vi è poco di questo grande tempio, tranne i sedili base, pavimenti in marmo e di colonne in marmo bianco e nero.

Il terzo terrazzo una scala porta ad un boschetto di cipressi e pini, dedicato ad Apollo.

Storia e tradizioniArti Storia, letteratura, tradizioni, leggende, religioni, miti, simboli, ...

StoriaStoria
Ex altare della Madonna di Tarso nelle rovine del tempio dorico di Esculapio a Kos (Paradasos autore). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Il culto di Asclepio, dio della medicina, sarebbe apparsa a Kos dal XIV secolo aC, con l’arrivo dei primi coloni Dori di Tessaglia.

Molti famosi medici hanno praticato e insegnato medicina in Kos , il primo dei quali è il "padre della medicina clinica," Ippocrate (c. 460-377 aC), che fondò la prima scuola in Kos medico alla fine del V secolo aC.

Un altare dedicato ad Asclepio è stata costruita sul sito della Asclepion dal IV secolo aC. Lo stesso santuario è stato costruito dal III secolo aC e ampliato e trasformato nel II secolo dC, un periodo di quasi cinque secoli.

Nel 242 aC, il santuario ha ricevuto il riconoscimento del diritto di immunità panellenica, nonché l’attuazione della tregua, e non ci sono stati stabiliti il maggiore Giochi Asclépiéia "Asklepieia Megala"(Μεγάλα Ασκληπιεία) giochi atletici e concorsi di musica si svolgono ogni cinque anni. Nel II secolo aC, l’Asclepion è diventato famoso e ha ricevuto molti pazienti e visitatori.

Le Kos Asclepieion era una clinica in cui è stata praticata la medicina da Ippocrate ha insegnato, è rimasto per quasi 900 anni dopo la morte di Ippocrate - fino al 554 dC. A quel tempo, un terremoto ha distrutto gli edifici del santuario, il terremoto che ha colpito in 469 Kos AD aveva già danneggiato. Il dominio del cristianesimo aveva contribuito al declino del santuario pagano.

Sotto la chiesa bizantina fu costruita sulle fondamenta del tempio dorico di Asclepio, Nostra Signora de Tarso (Παναγίας της Ταρσού). Solo il capitello di una colonna del tempio, che serviva da altare è stato conservato di questa chiesa paleocristiana.

In epoca medievale, i secoli XIV e XV, i Cavalieri Ospitalieri di San Giovanni dei materiali ha usato dalle rovine del santuario di costruire la loro castello Neratzia a Kos .

Gli scavi archeologici
Tentare di ricostruire i Kos Asclepion. Clicca per ingrandire l'immagine.Le ricerche archeologiche per trovare l’antico santuario ha avuto inizio nel 1902, quando l’ isola di Kos era ancora sotto il dominio ottomano . Il santuario è stato scavato dall’archeologo tedesco e storico della medicina, Rudolf Herzog, dalle descrizioni di Strabone e diretto da un medico e storico dilettante di Kos, Iakovos Zaraftis. Secondo Zaraftis, il tempio si trovava vicino a fonti di Vourina e Kokkinonero, la cui acqua è essenziale per il funzionamento e rituali del santuario. Inoltre, ha notato diversi pezzi architettonici, mezzo sepolto nel terreno. Herzog ha continuato gli scavi fino al 1904.

Gli scavi della Asclepion continuato durante la dominazione italiana dell’isola. Oltre a scavi attuali, gli italiani parzialmente restaurato il santuario e ha dato luogo la sua forma attuale.

Gli scavi sono ora perseguiti dalla Scuola Archeologica Italiana di Atene.

PersonaggiPersonaggi
Ippocrate di Cos
Busto di Ippocrate al Museo Pushkin. Clicca per ingrandire l'immagine.Ippocrate è nato sull’isola di Kos intorno al 460 aC. JC. e morì a Larissa, in Tessaglia intorno 370 aC, è un’età di circa 90 anni, ma la leggenda vuole che ha raggiunto l’età di 104 anni, probabilmente vantare i suoi metodi medici. Probabilmente è stato il figlio di un uomo di nome Eraclide era Asclepiade, vale a dire, un sacerdote del dio Asclepio (e presunto discendente del dio).

Ippocrate viaggiò attraverso l’antica Grecia e avrebbe studiato medicina con Democrito, poi tornato a Kos. Ha dedicato gran parte della sua vita pratica e l’insegnamento medicina, dove verrà fondata nel 366 aC, la città di Kos , vicino all’altare di Asclepio, dove sarà costruito il santuario di ’Asclepieion dopo la morte di Ippocrate, intorno al 357 aC.

Ippocrate è stato l’iniziatore della terapia sulla base di sintomi clinici, ha sostenuto un approccio olistico per il corpo umano, basato sulla teoria degli umori (sostanze fluide del corpo:. Sangue, bile, ecc), la teoria conosciuto comico. Questo approccio è in contrasto con l’approccio tradizionale molto superstizioso attribuito alla malattia causa soprannaturale o divino, e invocato gli dei per la guarigione. Ippocrate separato la disciplina della medicina da quelle della filosofia e della religione e di credo, sostenendo che la malattia non è una punizione inflitta dagli dei, ma piuttosto il prodotto di fattori ambientali come la dieta e stile di vita. Il trattato più importante della collezione ippocratica è "Arie, acque e luoghi"(V secolo aC), che, invece di dare alla malattia una origine divina, si può immaginare proveniente dall’ambiente esterno.

Ippocrate è considerato il "padre della medicina clinica", ha posto le basi filosofiche e il codice etico. Egli è accreditato con il famoso "Giuramento di Ippocrate", che era probabilmente uno dei contributori.

Ippocrate sintetizzato, in modo magistrale, la grandezza della medicina e il ruolo del medico:

"La vita è breve, la scienza è lungo, a volte sfuggente, l’esperienza ingannevole, il giudizio difficile".

InformazioniInformazioni pratiche

Orario di visitaOrario di visita
Il sito del Asclepion è di 3,5 km a sud ovest della città di Kos (5 km dal centro della città), è possibile arrivare in autobus abbastanza frequenti: autobus n take 3 dopo Vasileos Pavlou Avenue (a destra dopo l’ufficio Olympic Airways). Il treno turistico conduce anche al Asclepion.

Orario estivo (1 ° giugno al 31 ottobre): Lunedì, 8 h 30-15 h dal Martedì alla Domenica, dalle 8 am alle 20 pm.

Orario invernale (1 novembre al 31 maggio): da Martedì a Sabato dalle 8 h 30-15 h.

Calcolate un’ora e mezza per la visita più piacevole la mattina presto prima che i bus turistici in arrivo.

Prezzi d’ingresso: € 4 per gli adulti, € 2 per anziani e studenti, gratuito per i minori di 16 e sotto.

Telefono: 00 30 22420 28763/28326

RistorantiRistoranti
C’è un piccolo snack bar presso la Asclepion, ma si può anche andare a Platani per il pranzo in un ristorante turco; Platani si trova a soli quindici minuti a piedi.

Altri temiAltri temi

Parenti argomenti
L'isola di Kos - carta interattiva
La città di Kos o Cos, Kos
Il sito di Kos Asclepion, Kos
La città di Asfendiou, Kos
La città di Pyli, Kos
La città di Antimahia o Antimachia, Kos
La città di Kardamena, Kos
La città di Kéfalos, Kos
L'isola di Kos in Mare Egeo - la storia dell'isola
Argomenti più ampi
Inizio
L'isola di Kos, o Cos, in Mare Egeo
L'isola di Symi in Mare Egeo
Il Rodi in Mare Egeo

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.