AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

Il villaggio di Femés a Lanzarote

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Fuerteventura] [Gran Canaria] [La Gomera] [La Palma] [Lanzarote] [Teneriffa] [El Hierro] [Pagina d’inizio] [Canarie] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
Femés è un piccolo villaggio a sud dell’isola di Lanzarote, che si trova nell’entroterra. Il paese ha vissuto a lungo nella produzione agricola di capra e formaggio di capra, e resta da Femès un caseificio dove si possono acquistare prodotti di qualità. Tuttavia, il turismo è diventato oggi un posto importante nell’economia del paese.

Femés, che è stato a lungo la città più popolosa nel sud di Lanzarote, era un comune autonomo fino al 1953, ma è ora parte del comune di Yaiza.

PosizionePosizione

Il villaggio di Femés a Lanzarote. La Atalaya de Femés (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Femés si trova ad un’altitudine di 361 m, nel collare situato tra i due rilievi importanti del sud — generalmente abbastanza piatto — dell’isola di Lanzarote: al nord-ovest il vertice vulcanico della Atalaya de Femés (608 m), il secondo più alta montagna dell’isola dopo lo Risco de Famara (671 m) nel nord dell’isola. Sud-est del paese è il massiccio del Los Ajaches che culmina a monte Hacha Grande (561 m).

Venendo dalla capitale dell’isola, Arrecife, o di Puerto del Carmen con la strada LZ-2, si raggiunge Femés girando sulla sinistra sulla strada LZ-702, un poco prima del villaggio di Uga. Dopo 1,5 km di strada LZ-702 attraverso la frazione di Las Casitas de Femés allora sorge 4 km dal villaggio di Femés in una fertile valle (Valle del Pozo), che sono coltivate cipolle e patate. La strada è panoramica negli ultimi chilometri prima di Femés.

Dopo Femés la strada LZ-702 scende — in modo abbastanza rigido — verso la pianura d’El Rubicón; arrivata nella pianura la strada continua in direzione di Playa Blanca, a 8,3 km; una biforcazione sulla destra condotto verso la costa occidentale dalla strada LZ-703, che attraversa Las Breñas quindi, dopo avere superato la strada LZ-2, si dirige verso le saline di Janubio e lo villaggio costiero d’El Golfo.

VisiteVisite

VillaggioIl villaggio di Femés
Il villaggio di Femés a Lanzarote. Il San Marcial Plaza (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Il villaggio di Femés a Lanzarote. Targa per commemorare il Falange (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Il centro del villaggio di Femés — attorno alla Ermita di San Marcial del Rubicón — è stato restaurato nello stile tradizionale di Lanzarote; il villaggio ha ricevuto nel 1979 il prezzo dell’abbellimento (Premio de Embellecimiento) da parte del patronato provinciale di turismo (Patronato provincial de Turismo).

Sulla Plaza de San Marcial, sopra la porta del municipio, vi è una targa con piastrelle che ricorda la sua costruzione con l’emblema Falange spagnola e la scritta «Bajo el signo de Franco. Lo hizo la Obra Social de la Falange.» («Sotto il segno di Franco, egli [l’edificio] è stata costruita dal lavoro sociale della Falange»).

ChiesaLa chiesa San Marziale del Rubicon (Iglesia de San Marcial del Rubicón)
Il villaggio di Femés a Lanzarote. Facciata del Saint-Martial. Clicca per ingrandire l'immagine.La piccola chiesa di San Marziale del Rubicon di Femés è sulla piazza del paese; è stata costruita nel 1730 e dedicata al vescovo francese Martial, primo vescovo di Limoges e uno dei sette evangelizzatori della Gallia nel terzo secolo dopo Cristo.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. lapidario Registrazione sulla chiesa di Saint-Martial. Clicca per ingrandire l'immagine.Un’iscrizione pietra sulla facciata della chiesa commemora la visita del vescovo delle Canarie fatto per San Marziale 17 Febbraio 1733: «Aquí estuvo el S[eñor] D[on] Pedro Man[uel] Dávila y Cárdenas Ob[is]po de estas Yslas Feb[rero] 17 de 1733» («era qui Signor Don Pedro Manuel Dávila Cárdenas, vescovo di isole, 17 febbraio 1733»). Pedro Manuel Dávila Cárdenas fu vescovo delle isole Canarie di 6 agosto 1731 al 19 dicembre 1738.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. Il Saint-Martial della chiesa Rubicon. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Una prima chiesa di San Marziale del Rubicon è stato costruito nel 1404 dalle conquistatori normanni Jean de Béthencourt e Gadifer de La Salle, che aveva fatto la conquista dell’isola di Lanzarote nel 1402. Questa prima chiesa si trovava vicino agli spiagge di Papagayo e dello castello di Rubicone (Castillo de Rubicón) costruisce a questo posto per Béthencourt, a causa dell’esistenza di buoni inumidimenti, di pozzi d’acqua salmastra e della possibilità di cacciare le foche monaci nei dintorni dell’Isola dei Lupi (Isla de Lobos), al nord di Fuerteventura. Il nome di Rubicón deriva dalla radice latina «rubeus», «rosso», ed è stato dato a questa zona a causa dell’esistenza di questa costa, con un vulcano rosso, Montaña Roja, visibile dal mare.

Béthencourt e La Salle sono stati accompagnati da due missionari, Boutier e Leverrier, che ha chiesto il papato - poi installati Avignone - la creazione di una diocesi, di nome Diocesi Canariense-Rubicense: la prima chiesa San Marziale fu elevata alla fila di sede episcopale il 7 luglio 1404 da parte del papa Benedetto XIII, Pedro de Luna. San Marcial del Rubicón è rimasta solo la chiesa cattedrale della prima diocesi delle Canarie poco tempo: il vescovo è stato trasferito al vedere Las Palmas de Gran Canaria. La prima chiesa di San Marziale è stato distrutto dai pirati inglesi nel 1593.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. Il Saint-Martial della chiesa Rubicon. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Per questo la chiesa non era più esposto agli attacchi dei corsari e pirati, la nuova chiesa fu costruita ai piedi del Atalaya de Femés, a 350 m. Durante principali eruzioni vulcaniche del 1730 al 1736 la chiesa fungeva da rifugio per le persone.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. Navata della chiesa di Saint-Martial. Clicca per ingrandire l'immagine.La Iglesia San Marcial del Rubicón è un edificio a navata unica, con una facciata di un splendente bianchi e rossicci vulcaniche portali in pietra, e sormontato da un piccolo campanile. All’interno delle mura bianche sono decorate con un modo insolito: invece dei soliti quadri biblici sono numerosi modelli di imbarcazioni che sono attaccati alle pareti. Questo simboleggia le preghiere dei pescatori per evitare le insidie ​​del mare e tornare sani e salvi a casa.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. Navata della chiesa di Saint-Martial. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Sopra l’altare è una statua del XVIII secolo raffigurante San Marziale, il patrono non solo del paese ma tutta l’isola di Lanzarote. Durante la celebrazione del santo patrono dell’isola - 7 Luglio - l’effigie del Santo viene portata in processione intorno alla chiesa da molte persone. Questa festa, che dura una settimana, è la più importante cerimonia religiosa dell’isola; dà luogo a danze popolari accompagnate da musica tradizionale.

La chiesa di San Marziale del Rubicon è aperta nell’ora di adorazione.

BelvedereIl Balcone di Femés (Balcón de Femés)
Il villaggio di Femés a Lanzarote. Playa Blanca e la pianura Rubicone vista dal belvedere. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il balcone di Femés è un belvedere situate sul lato del sud-ovest del posto centrale, la Plaza di San Marcial, che offre una vista splendida sul sud di Lanzarote, la pianura d’El Rubicón, la Montaña Roja e la stazione balneare di Playa Blanca. Al di là del distretto della Bocaina, che separa le isole di Lanzarote e di Fuerteventura, la vista si porta — con bello tempo — fino alla isola di Lobos ed il nord di Fuerteventura.

Il paesaggio è spettacolare soprattutto al tramonto quando la terra prende il sole ad arancione. Si può godere la vista dalla terrazza di due ristoranti modeste impostati sulla terrazza del Belvedere.

Sul lato opposto del paese, nord-est, con vista sul Montañas del Fuego e il Parco Nazionale di Timanfaya.

VillaggioLa frazione di Las Casitas de FemésVillaggioLa frazione di Maciot
Il villaggio di Femés a Lanzarote. Elicottero Relitto a Las Casitas de Femés. Clicca per ingrandire l'immagine.La frazione di Las Casitas de Femés si trova a 4 km a nord est di Femés, la strada LZ-702; Il borgo conta circa 60 abitanti.

Sulla sinistra della strada si vede una casa pittoresca con il suo design stravagante: le pareti e il giardino sono decorate con vari oggetti. Su un cartello in legno, il proprietario ha dato scherzosamente a casa sua chiamata «Casa tipica» (casa tipica). Accanto al giardino si può vedere un elicottero abbandonato nell’esercito spagnolo.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. pozzolana funzionamento della Caldera Maciot (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Il borgo Maciot si trova a circa 1 km a ovest di Femés sulla strada LZ-703. Maciot è chiamato per Henri de Béthencourt, soprannominato Maciot, nipote di Jean de Béthencourt.

A Maciot è uno sfruttamento della pozzolana Caldera de Maciot.

Il villaggio di Femés a Lanzarote. Pittoresco Casa a Las Casitas de Femés. Clicca per ingrandire l'immagine.Il villaggio di Femés a Lanzarote. Pittoresco Casa a Las Casitas de Femés. Clicca per ingrandire l'immagine.Il villaggio di Femés a Lanzarote. Pittoresco Casa a Las Casitas de Femés. Clicca per ingrandire l'immagine.
MontagnaIl monumento naturale di Los Ajaches
Il villaggio di Femés a Lanzarote. Monte Hacha Grande (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.I monti Ajaches è un massiccio montagnoso, di forma quasi triangolare, delimitato dal villaggio di montagna di Femés, all’ovest, il piccolo villaggio costiero di Playa Quemada, all’est, e gli spiagge di Papagayo, al sud. Il massiccio si estende su una superficie di 3000 ettari. Il massiccio vulcanico di Los Ajaches culmina a monte Hacha Grande (561 m), chiamato anche Ajache Grande. Le montagne Ajaches sono le montagne più antiche dell’isola di Lanzarote, vecchi circa 7 milioni di anni; sono stati scoperti fossili del Pliocene. In origine queste montagne dovessero superare i 4000 m di altezza; l’erosione ha fatto montagne modeste che vediamo oggi, striati da profondi burroni che scendono verso la costa.

Nel 1994, il massiccio di Los Ajaches è stato classificato come Monumento Naturale (Monumento Natural de los Achajes), ed è anche una zona di protezione degli uccelli (ZEPA). Devi pagare una tassa d’ingresso quando entra auto da Playa Blanca.

EscursionismoEscursioni in montagna Ajaches
A piedi, un percorso a piedi, il PR-LZ-11 può raggiungere il Playa del Pozo (4.3 km), Playa Quemada (6.8 km), quindi Puerto Calero, nel seguente Barranco del Higueral. Il PR-LZ-11 è segnalato dalla piazza centrale di Femés ,; per la piega del Queseria Rubicón, svoltare a sinistra.

Girando a destra al ovile, un circuito in grado di fare il giro del Pico Redondo.

Il percorso PR-LZ-09 gli permette di raggiungere Playa Blanca 20 km (4,30), attraverso la Punta del Papagayo.

Un percorso comunale può raggiungere Las Casitas, attraverso il Pico de Naos .

ConoscenzeStoria, geografia, arte, tradizioni, flora …

LetteraturaLetteratura
Il romanzo «Mararía»
Il villaggio di Femés a Lanzarote. locandina del film Mararía. Clicca per ingrandire l'immagine.Femés è famosa come la città in cui il romanzo «si svolge Mararía» del autore canarino Rafael Arozarena, pubblicato nel 1973; questo romanzo, abbastanza buio, è stato successivamente trasformato in un film con lo stesso titolo dal regista canarino Antonio José Betancor.

L’autore canario Rafael Arozarena descrive il piccolo villaggio di montagna con queste parole:

«Enfrente, al fondo, surgieron de improviso las dos montañas mayores. La Atalaya y Tinazor, creo. Entrambas, blancas y amarillas, subieron juntas al cielo por error, allí están detenidas como Babel. En la V que forman sus laderas, Femés parece dormir en una hamaca.»

«Davanti a me, a distanza, apparso inaspettatamente due alte montagne. La Atalaya e Tinazor, credo. Bianco e ocra sono montati insieme in cielo e per errore vengono arrestati, come la Torre di Babele. Nel V formata dai loro lati Femés sembra dormire in un amaca. »

Benché il romanzo si svolgesse negli anni 1930, è ancora la vista che oggi hanno i viaggiatori che si avvicinano Femés.

Per inciso, una strada Femés prende il nome la storia tragica: la Calle Mararía svoltare a destra per entrare nel villaggio quando venire a Las Casitas.

Informazioni praticheInformazioni pratiche

CaseificioIl caseificio Rubicón
Il villaggio di Femés a Lanzarote. L'ovile di Queseria Rubicón (autore Frank Vincentz). Clicca per ingrandire l'immagine.Femés è anche noto per la sua eccellente formaggio di capra (queso de cabra). Il caseificio Rubicon (Queseria Rubicón) produce formaggi in località; essere convinti basta seguire la 400 m Calle del Filo, di fronte al «Bar Restaurante Femés», quindi il piccolo sentiero che sale verso il sud di Pico de la Aceituna («Picco dell’Olivo») (487 m). Con un po ’di fortuna è presto circondato da bambini in bianco e nero che gestiscono gratuitamente qui. Le pecore e il formaggio sono alloggiati in un piccolo edificio. Accanto alla fattoria avviare diversi sentieri segnalati.

Il formaggio Rubicón dispone inoltre, sulla piazza del paese, un piccolo negozio che ha venduto diversi tipi di formaggio di capra (circa € 6 per chilo) crema di formaggio, formaggio semi-secco, formaggio affumicato o formaggio paprica rivestiti di capra. Il negozio vende anche altri prodotti regionali come gofio e vini di La Geria.

Indirizzo: Plaza de San Marcial 3, 35570 Femés

Orario: lunedì al sabato, dalle 10 ore alle 20 ore; domenica, dalle 10 ore alle 15 ore.

Telefono: 00 34 649 911 289

RistoranteRistoranti
Ristorante Casa EmilianoBar-Ristorante Femés
Buon ristorante tradizionale, tra cui l’agnello e capretto arrosto.

Indirizzo: Calle de la Vista 34 (Via della vista: il ristorante si trova di fronte al Balcón de Femés, con una bella vista dalla sua terrazza, dove si possono ammirare i tramonti sul sud Lanzarote).

Telefono: 00 34 928 830 223

Tapas bar a prezzi ragionevoli, un luogo di incontro per persone di Femés.

Indirizzo: Plaza de San Marcial 1, 35570 Femés (dietro la chiesa di San Marziale).

Formaggio di capra Queseria Rubicón.

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Canarie > Lanzarote > Costa meridionale > Yaiza > Femés
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Il villaggio d'Uga a Lanzarote
Il villaggio di La Geria e la Strada del Vino a Lanzarote
Il villaggio di Femés a Lanzarote
Il villaggio di Puerto Calero a Lanzarote
Il villaggio di Playa Quemada a Lanzarote
Il villaggio di Playa Blanca a Lanzarote
La città di Yaiza a Lanzarote - Le saline di Janubio
Il villaggio d'El Golfo e la Laguna Verde a Lanzarote
Argomenti più ampi
Accoglienza
La città di Tías a Lanzarote
La città di Yaiza a Lanzarote

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.