AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.
Ricerca personalizzata

Il santuario e l'eremo di Bonany di Petra a Maiorca

[Argomento sopra] [Minorca] [Maiorca] [Ibiza] [Formentera] [Cabrera] [Accoglienza] [Site Home] [Via Gallica]
Rubriche[Foto] [Presentazione] [Situazione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
Il Santuario della Madonna del Buon Anno (Santuari de Nostra Senyora de Bonany / Santuario de Nuestra Señora de Bonany) si trova sulla cima del Puig de Bonany nel centro dell'isola di Maiorca. Il santuario di Bonany è anche chiamata "Eremo di Bonany„, perché dal 1896 eremiti vi si stabilirono a guardia del santuario.
EtimologiaEtimologia e toponomastica
Il nome “Bonany„, a volte scritto “Bon Any„, significa “Buono Anno„. Nel 1609, una grave siccità minaccia le colture ; gli abitanti di Petra sono andati in processione alla cima del Puig de Maria, che è stata venerata statua della Madonna, implorando la Vergine Maria per portare pioggia. Le loro preghiere furono esaudite e la pioggia battente ha reso possibile avere un buon raccolto (bon anyana) di quest'anno. Nella tradizione popolare, è successo nel 1600, non nel 1609. Da allora, il Puig de Maria è nominato Puig de Bonany, e la statua della Vergine, la Mare de Déu de Bonany, Madonna del Buon Anno. In segno di gratitudine, la popolazione ha costruito un santuario mariano al posto della piccola cappella d'origine.

SituazioneSituazione

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Petra vista dall'eremo di Bonany - Clicca per ingrandire l'immagine
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Il santuario visto dall'ovest (autore Irene_25) - Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia)Il santuario di Bonany è in cima del Puig de Bonany, una collina a 317 m sul livello del mare, ma visibile da lontano in quanto la pianura di Maiorca (Es Pla de Mallorca). Il Monte de Bonany si trova quasi equidistante dalle città di Petra, al nord-est, di Vilafranca de Bonany al sud, e di Sant Joan, all'ovest.

L'accesso al Puig de Bonany si fa da Petra con una piccola strada, di 4 km di lunghezza, che prende a destra (Carrer de Bonany), alla periferia sud della città, sulla strada Ma-3310 verso Felanitx.

Coordinate geografiche (Parcheggio santuario) : 39º 35' 42'' N ; 3º 5' 15'' E.

Dal parcheggio c'è una bella vista del nord e nord-est di Maiorca, con Petra in primo piano ; dalla terrazza del santuario, la vista al nord-ovest fino alle coste di Pollença e di Alcúdia.

La terrazza è un luogo per pic-nic, con tavoli, molto apprezzato dagli abitanti della regione.

VisiteVisite

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Vialetto di salita al santuario - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Vialetto di salita al santuario - Clicca per ingrandire l'immaginePoco prima di arrivare al santuario, il visitatore passa una croce di pietra che commemora l'ultimo sermone che doveva a Bonany il Frate Juníper Serra. Il francescano Junipero Serra è nato a Petra ; nel 1749 fu inviato in missione in Messico, dove ha evangelizzato la California. Questa croce di pietra è stata eretta il martedì di Pasqua 1949, in occasione della celebrazione del secondo centenario della partenza di Juníper Serra, al luogo dove 200 anni prima aveva lasciato gli abitanti di Petra.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Portale del santuario - Clicca per ingrandire l'immagineDal parcheggio, si penetra nel santuario con un portale di cui i pilastri presentano due pannelli di quadrati di terraglie che portano le iscrizioni : a sinistra, “Sa trobada de la Mare de Déu„ (La scoperta della Vergine) ; a destra “L'any 1600 fou per Petra Bon any„ (L'anno 1600 è stato un buon anno per Petra).

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Azulejo del portale (autore Miguel Duran Perello) - Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia)I pilastri del portale sono inoltre decorate con pannelli di piastrelle dipinte (azulejos), raffiguranti Sant'Antonio e San Paolo, i santi patroni della Congregazione degli eremiti che ha curato il santuario di Bonany durante il ventesimo secolo.

Un viale fiancheggiato da cipressi e palme conduce al santuario.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Facciata del santuario - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Facciata del santuario - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il santuario comprende una chiesa e ed alloggi, che furono abitati dagli eremite, e che fungono oggi da camere di ospiti.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Il pozzo della cisterna (autore Miguel Duran Perello) - Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia)Sul lato destro della terrazza si trova il pozzo della vecchia cisterna, il cerchio ottagonale, la cui acqua ha rinfrescato i pellegrini di Bonany per generazioni.

ChiesaLa Chiesa
Una piccola cappella esisteva già nei primi anni del XVII secolo (1604) nella parte superiore del Puig de Maria ; questa cappella ospitava una statua della Vergine (Mare de Deu), che - secondo una pia tradizione - sarebbe stata nascosta in una grotte durante l'occupazione musulmana e sarebbe stato riscoperta dopo la riconquista cristiana dai catalani.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Campanili della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineDopo che questa vergine aveva esaudito le preghiere degli abitanti di Petra perché salvasse i raccolti della siccità nel 1609, un piccolo santuario fu costruito su iniziativa del sacerdote di Petra, il padre Miquel Vicens.

Alle XVII e XVIII secolo, il santuario subì restauri e ampliamenti risultanti in una miscela di stili. Nel 1697 - come ricorda un'iscrizione - la cappella fu ampliata. Nel 1789, la porta è stata ricostruita ; è l'unico elemento del primo santuario che è ancora in vigore nella Chiesa di oggi, sopra l'architrave del portale si possono vedere gli stemmi di Petra (la tiara papale e le chiavi di San Pietro) con la data del 1789. Sulla parte posteriore della chiesa, che è esposta al sole, si trovano due meridiane, uno di 1710, in intonaco e molto danneggiato, e l'altro di 1799, in arenaria.

Nel 1919, il tetto della chiesa è stata distrutta da un fulmine. Piuttosto che di riparare, si decise di costruire una chiesa più grande estendendo la costruzione verso la parte posteriore, al sud-ovest. Questa ricostruzione cominciò da 1920 e fu completata nel 1925, con la partecipazione entusiasta delle popolazioni di Petra da Vilafranca e Sant Joan. È di questa ricostruzione del 1920 che data l'aspetto attuale del santuario, ispirato del Rinascimento e del Classicismo. I materiali da costruzione dominanti furono l'arenaria di Maiorca (marès), ma anche di tanto in tanto concreto.

La facciata del santuario è superata di un frontone decorato di una rosetta di pietra ; da una parte e dall'altra, campanili quadrati, superati di cupole ottagonali, inquadrano il frontone.

Il Portico
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Targa commemorativa dei desideri della Beata Catalina Caldés - Clicca per ingrandire l'immagineSotto il portico è una targa che commemora i desideri della Beata Catalina del CarmeDia 15 d'Octubre de l'any 1925 professa perpetuament en aquest santuari la beata Catalina del Carme Caldés, Socias F.F.M. (Sa Pobla 1899) martir del coll de Barcelona 1936, beatificada a Roma, 28 d'Octubre 2007 "(il 15 ottobre 1925 ha pronunciato i suoi desideri perpetui, in questo santuario, la Beata Catalina del Carme Caldés Socias (Sa Pobla, 1899) martire del Passo di Barcellona nel 1936, beatificata a Roma, il 28 ottobre 2007).

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Targa che commemora l'arrivo di eremiti a Bonany - Clicca per ingrandire l'immagineFiglia di una famiglia povera, ma molto religiosa, Catalina Caldés Socias (Sa Pobla, 9 luglio 1899 - Barcellona, 23 luglio 1936) era una suora delle Suore Francescane delle Figlie della Misericordia. Si trovava a Barcellona quando scoppiò la guerra civile ; con altri religiosi, fu arrestata e soffrì il martirio nella zona del Coll al Tibidabo, quindi fu fucilata da miliziani “repubblicani„ alla Vall d'Hebron, 23 luglio 1936. Fu beatificata dalla Chiesa Cattolica il 28 Ottobre 2007, sotto il pontificato di Papa Benedetto XVI.

Un'altra targa, affigguta nel 1971, commemora il 75e anniversario dell'arrivo a Bonany, nel 1896, degli eremite della congregazione di eremite di San Paolo e San Antonio.

La navata
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Presepe del santuario - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineLa nuova chiesa di Bonany ha una ampia navata di 25 m di lunghezza e 6 m di larghezza, con cappelle laterali. Il piano della navata è in croce latina, con tre sezioni prima dell'incrocio del transetto, separato da archi che sostengono una volta in culla di 12 m d'altezza. Le finestre della navata e il rosone del transetto, fatti di vetro multicolore, danno alla località una grande luminosità. Il suolo della navata è coperto di un piastrella alla decorazione vegetale, con fiori rosa e rossi, dei rami verdi e delle stelle bianche.

A causa delle sue dimensioni e la ricchezza della sua decorazione, il santuario di Bonany è soprannominata la “Cattedrale della Montagna„ (Catedral de la Muntanya / Catedral de la Montaña).

sinistra dell'entrata si trova un presepe in diorama.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagine
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Navata della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagine
Il transetto
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Cupola della chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Cupola della chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineA ciascuna estremità del transetto è un altare sormontato da un vetro di colore rosa. Ad ogni estremità del transetto si trova un altare superato da una rosetta di vetro colorato. Ai quattro angoli dell'incrocio del transetto si trovano colonne fini scanalate, ai capitali pienamente scolpiti, che sopportano una cupola su di 18 metri (24 m d'altezza all'esterno, contando l'altezza della croce). Dal transetto delle scale permettono di accedere all'ambulatorio dove si può vedere la statua del vergine di Bonany.
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Altare laterale - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Altare laterale - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Coro della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagine
Il Coro
Sui lati della pala di altare, dietro l'altare maggiore, si trovano statue di San Paolo di Tebe (San Pablo el Ermitaño), che indossa un uccello sulla spalla destra, e di San Antonio Abate (San Antonio Abad), con un maiale ai suoi piedi.
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Coro della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Coro della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineIl santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Coro della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagine
SculturaLa Vergine di Bonany
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Coro della Chiesa - Clicca per ingrandire l'immagineDietro l'altare maggiore in una nicchia a cui si accede da una passerella, è l'effigie della Madonna di Bonany. Secondo la leggenda, questa statua lignea risale al VIII secolo ed era nascosto in una caverna durante l'occupazione moresca dell'isola di Maiorca. Un pastore avrebbe scoperta in questa grotta, dopo la riconquista vicino a Fonteta de la Mare de Déu. Lo stile dell'oggetto sembra piuttosto indicare un'opera dell'inizio del Seicento. La statua raffigura la Madonna con Gesù sulle sue ginocchia.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - La Mare de Deu de Bonany (autore Frank Vincentz) - Clicca per ingrandire l'immagineIl martedì di Pasqua, i fedeli dei villaggi circostanti rendono in pellegrinaggio al santuario per adorare Nostra Senyora de Bonany.

CappellaL'eremo diBonany
Nel XIX secolo il santuario di Bonany deteriorata e richiedeva incessantemente lavori di restauro. Nel 1895, il municipio di Petra rinunciò ai suoi diritti sul santuario e lo cedé al vescovado di Maiorca. Il vescovo ha deciso di affidare la cura del santuario alla Congregazione degli eremiti di San Paolo e San Antonio (Congregació d'Ermitans de Sant Pau i Sant Antoni). I monaci eremite si installarono a Bonany dal 3 Febbraio 1896. Sei celle, una cucina e il refettorio sono stati costruiti a destra della cappella.

Da allora il santuario è nominato Eremo della Madonna di Bonany (Ermita de Nostra Senyora de Bonany / Ermita de Nuestra Señora de Bonany). Nel 1920, gli eremiti organizzato la ricostruzione della chiesa che vediamo oggi. Nel 1991, gli ultimi monaci invecchiati lasciarono l'eremo.

InformazioniInformazioni pratiche

HotelHotel
Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Le camere del ermito - Clicca per ingrandire l'immagine
Bonany è uno dei sei monasteri della isola di Maiorca per accogliere viaggiatori con i santuari di Lluc, di Sant Salvador a Felanitx, di Cura di Randa, di Gracià a Randa e di Monti-sion a Porreres. Il santuario di Bonany dispone di cinque camere doppie, la comodità rudimentale. Cinque camere condividono una doccia fredda e servizi igienici.

Il santuario di Bonany di Petra a Maiorca - Negozio di oggetti di pietà - Clicca per ingrandire l'immagineNon un ristorante, né di bar, ancora meno discoteca, ma una cucina, una sala da pranzo, un distributore di bevande e aree di barbecue esterne con tavole di picnic. Un negozio vende chincaglieria religiosi.

Prezzo : 10 € per notte e per persona.

Telefono : 00 34 971 561 101

Altri temiAltri temi

Filiazione dell'argomento
Isole Baleari > Maiorca > Contea della Pla de Mallorca > Petra > Santuario di Bonany
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Argomenti più ampi
Accoglienza
La contea della Pianura di Maiorca - Opuscolo delle attrazioni
La città di Muro a Maiorca
La città di Santa Margalida a Maiorca
La città di Petra a Maiorca
La città di Vilafranca de Bonany a Maiorca
La città di Sant Joan a Maiorca
La città di Porreres a Maiorca
La città di Algaida a Maiorca
La città di Sineu a Maiorca
Argomento sopra ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.