AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città di Bol, isola di Brač in Croazia

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d'inizio] [Croazia] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione genericaGeneralità
Scudo di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Bol (autore Marin0110). Clicca per ingrandire l'immagine.Bol è una stazione balneare ed un porto di circa 1700 abitanti, situata sulla costa sud l'isola di Brač in Croazia.

Bol è anche un comune che comprende, oltre alla città di ciotola, il villaggio di Murvica; il comune di ciotola fa parte della contea di Split-Dalmazia.

La stazione balneare di ciotola si estende su molti chilometri lungo la costa e beneficia di numerose spiagge, di cui la più famosa è il corno d'oro (Zlatni Rat); ciò ne fa la località più partecipata dell'isola di Brač.

Bol vista dal mare. Clicca per ingrandire l'immagine.Spiaggia di Zlatni Rat. Clicca per ingrandire l'immagine.
EtimologiaEtimologia
Il toponyme “Bol„ viene dal nome latino “vallum„, un tipo di fortificazione romana fatta di terra superata di una palissade (“valsi„ significando “mucchio„). Esistono, di fatto, numerose tracce di una colonizzazione della regione da parte dei Romani.

Sotto la repubblica di Venezia ciotola si nominava, in italiano, Vallo del Brazza.

A notare che “bol„ significa “dolore„ in croato.

SituazioneSituazione

Bol vista da Vidova Gora. Clicca per ingrandire l'immagine.Bolska Kruna. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il canale di Hvar visto da Vidova Gora. Clicca per ingrandire l'immagine.
Bol vista dal mare. Clicca per ingrandire l'immagine.La città di Bol è situata in mezzo alla costa sud dell'isola di Brač, un po'isolata dal resto dell'isola. Bol fa fronte all'isola di Hvar, situata dell'altra parte del canale che separa Brač de Hvar.

Bol si trova al centro di un amphithéâtre di colline chiamato “la corona di ciotola„ (Bolska Kruna), fra cui la collina di Draževo (Draževo brdo) (627 m) e la collina del Koštilo che supera le rovine molto di uno illirico. Oltre si erge la montagna di Vidova Gora, più sù il vertice dell'isola e, anche, di tutte le isole croate dell'Adriatico (778 m).

Il amphithéâtre di colline di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.La città è così nel cuore di un fertile regione che possiede fonti permanenti d'acqua potabile alimentate da questo massiccio montagnoso. Si è sviluppato una vigna che produce un vino famoso, Bolski Plavac.

Bol è distante di 35 km della capitale dell'isola, Supetar, con la strada regionale D113, biforcandosi a destra a Gornji Humac dove si trova il piccolo aeroporto internazionale dell'isola (a 15 km di ciotola).

Bol vista dal mare. Clicca per ingrandire l'immagine.Bol vista dal mare. Clicca per ingrandire l'immagine.

VisiteVisite

Bol (autore Kelovy). Clicca per ingrandire l'immagine.Bol è una piccola città charmante, con viuzze in discesa che scendono le pendenze delle colline in direzione del porto e del suo marciapiede animato. La bellezza delle sue case di pietra ispirò il grande poeta croato cuneo Ujević.

Piano della città di Bol. Clicca per ingrandire l'immagine.Vicino al fronte di mare si allineano la chiesa parrocchiale con il suo “pjaceta„, un palazzo rinascita, una cooperativa vinicola…

All'ovest del porto si trovano i complessi turistici; all'est, una passeggiata conduce ad un monastero domenicano.

Una casa a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Un ristorante a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Una casa a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La chiesa Nostra Signora del Carmel (Crkva Gospe od Karmela)
La chiesa Nostra Signora del Carmel. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La chiesa Nostra Signora del Carmel. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La chiesa parrocchiale Nostra Signora del Carmel fu costruita in molte tappe: cominciata al xviio secolo, in 1668, fu completata alla fine del xviiio secolo, in 1788.

La sua facciata a volute, con decorazioni barocche e chiavi chiaramente rococo, è l'opera di sculpteurs dell'isola di Brač; fu comandata dalla famiglia patrizia del Vužić, con il sostegno della famiglia Andreis e di abitanti ricchi di ciotola.

La cappella Sant'Antonio (Crkvica Svetog ante)
La cappella Sant'Antonio, all'origine volta San Bernardino, fu costruita all'inizio del XVIe secolo.

Fino all'inizio della seconda guerra mondiale, la danza di ciotola, “la cola„, erano ballate dinanzi alla cappella il giorno della festa di Stipon santo.

La cappella Sant'Antonio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La cappella Sant'Antonio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La cappella Sant'Antonio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Il palazzo (Palača)
Questo bello palazzo Renaissance della fine del xviio secolo presenta caratteri del barocco il veneziano; è decorato sulla sua facciata sud di balconi splendidi sui quali sono rappresentati i simboli del sole e della arme della nobiltà; sulla porta si trova un'iscrizione in latino che data di 1694 che, tradotta, detto: “Che sia sempre sotto la protezione del suo nome„.

Il palazzo, situato di fronte al porto, ripara la galleria d'arte moderna croata “Branislav Dešković„ (Galeriju Branislav Dešković).

Il palazzo sul porto. Clicca per ingrandire l'immagine.Il palazzo Renaissance. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il palazzo Renaissance. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Le penisole di Glavica
Del lato si è di ciotola, seguendo la via costiera, giunge alle penisole di Glavica dove si erge molto una vecchia volta ed un monastero domenicano.
Le penisole di Glavica. Clicca per ingrandire l'immagine.Le penisole di Glavica. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Le penisole di Glavica. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Le penisole di Glavica sono circondate di belle spiagge meno partecipate di quella di Zlatni Rat.
La spiaggia all'est delle penisole di Glavica. Clicca per ingrandire l'immagine.Spiaggia all'est di ciotola (autore Kelovy). Clicca per ingrandire l'immagine.Le acque turchesi di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.
La cappella Santi Giovanni e Theodore (Crkvica Svetih Ivana i teodora)
La cappella Santi Giovanni e Theodore è la più vecchia chiesa di ciotola: risale al IXe e Xe secoli. Questa chiesa préromane fu costruita sulle fondazioni di una costruzione, che risale all'antichità tardiva (vita secolo), di cui una parte, con affreschi ed una cisterna, si trova nelle fondazioni della volta.
La cappella Santi Giovanni e Theodore. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La cappella Santi Giovanni e Theodore. Clicca per ingrandire l'immagine.La cappella Santi Giovanni e Theodore. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Il monastero domenicano (Dominikanski Samostan)
Bol è citata per la prima volta in 1184 nella carta di Povlja (Povaljska listina) che indicizza una costruzione chiamata “palazzo episcopale„ (Biskupija) costruito sulle penisole di Glavica.

In 1462, i domenicani fondono una Comunità a ciotola. Il 10 ottobre 1475, in una donazione, il principe Zacharie di Brač dà le penisole di Glavica ai domenicani che vi cominciano la costruzione di un monastero. Il monastero includerà la più vecchia chiesa del villaggio, la cappella Santi Giovanni e Theodore.

Visita:

Il monastero domenicano si trova sulle penisole di Glavica situata all'est di ciotola.

Orari: d'8:00 a 12:00 e di 17:00 a 20:00

Tariffa d'entrata: 10 kunas.

Il monastero possiede anche un bello giardino.

Il monastero domenicano visto dal mare. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il monastero San Domenico. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il monastero San Domenico. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La chiesa Nostra Signora della Misericordia (Crkva Gospe Od Milosti)
La chiesa Nostra Signora della Misericordia. Clicca per ingrandire l'immagine.La chiesa del monastero domenicano è la chiesa Nostra Signora della Misericordia (XVe - xviii secoli) che deriva dall'ingrandimento, in 1650, della cappella San Domenico.

La chiesa ripara opere della rinascita e del barocco; in particolare, sopra il padrone-autel, si trova un retable prezioso del XVIe secolo attribuito al padrone veneziano della Renaissance, Tintoret (Jacopo Tintoretto), “Madone al bambino con i santi„ (1563). La chiesa possiede un limite massimo a scatole con, sopra il chœur, una rappresentazione “dell'apoteosi di santo Dominica„ (Apoteoza svetog Dominika), un'opera del xviio secolo di un artista barocco locale, Tripo Kokolje (1661-1713). I autels laterali appaiono fra i più bei dell'isola di Brač, in particolare il altare Nostra Signora-du-Rosaire.

Il museo del monastero domenicano (Muzej Dominikanskog Samostana)
Riproduzione del messale glagolitique. Clicca per ingrandire l'immagine.Fondato negli anni 1860, il museo del monastero domenicano di ciotola conserva molti oggetti preziosi raccolti durante secoli. Il museo presenta raccolte di archéologie preistorico e vecchio, di archéologie subacqueo, d'architettura e di scultura romana e croata precoce, di numismatica, e raccolte di incunaboli, di carte e di decreti che datano del XVe secolo, ed alcune vernici ed icone. La raccolta di oggetti incoronati comprende pianeti, sterline religiose ed oggetti liturgici.

Il museo conserva una credenza - che proviene dal monastero glagolitique del porto di Dračeva (Draceva Luka) - che porta iscrizioni glagolitiques che descrivono il colore degli abiti dei sacerdoti. Conserva anche le vestigia di una copia del primo libro croato, stampato in caratteri glagolitiques, che proviene anche dall'eremo di Dračeva Luka. Questo libro - un messale - fu stampato in 1483, cioè soltanto 28 anni dopo la bibbia di Gutenberg, il primo di tutti i libri stampati; solo 11 copie di questo libro esistono nel mondo.

Il cimitero marino (Groblje)
A causa del divieto delle sepolture all'interno delle chiese per ragioni d'igiene, e sotto l'influenza delle riforme dell'amministrazione francese, la costruzione del cimitero di ciotola (kapošanto) cominciò in 1828. Questo cimitero marino, situato in una fessura attraente, è un buono posto per passare un momento di contemplazione.
Il cimitero di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Il cimitero di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il cimitero di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La cooperativa viticola (Vinski Podrum)
La cooperativa viticola (autore Hedwig Storch). Clicca per ingrandire l'immagine.Sul porto si trova il bello edificio della prima cantina cooperativa di vignerons di Dalmazia, creata all'inizio del xxo secolo.

È oggi aperta al pubblico e permette di apprezzare il vino famoso Plavac di ciotola.

Il porto (Luka)
Il porto di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Il porto di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il porto di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il porto di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il porto di ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Il porto (autore Hedwig Storch). Clicca per ingrandire l'immagine.
La spiaggia del corno d'oro (Plaža Zlatni rat)
La spiaggia di Zlatni Rat (auteur Szabolcs Emich). Clicca per ingrandire l'immagine.Bol dispone di numerose e splendide spiagge che si estendono su una lunghezza totale di circa 15 km (a partire dall'impugnatura di Martinica all'est fino all'impugnatura di Blaca all'ovest). Ma la più famosa di queste spiagge, e probabilmente la più bella dell'Adriatico, è la spiaggia di Zlatni Rat; il suo nome significa “il capo d'oro„, ma si parla anche “di punta d'oro„ e, più turisticamente, “di corno d'oro„.

La spiaggia di Zlatni Rat visto da Vidova Gora. Clicca per ingrandire l'immagine.Il capo d'oro è una testa costituita di una roccia, coperta di pietre, di sabbia e d'argilla, che si avanza di oltre 500 m nel mare, ad angolo diritto con la costa. La particolarità del corno d'oro è che la sua punta, sotto forma di lingua, si muove ogni giorno da un lato o dell'altro secondo la direzione dei venti e delle correnti marine nel canale di Hvar che separa l'isola di Brač dell'isola di Hvar. In modo spettacolare, pini spingono nel suo mezzo, e, di ogni lato, una spiaggia la delimita. Questo fenomeno geologico unico - che daterebbe di uno milione di anni -, la sua bellezza eccezionale e la sua forma particolare ne hanno fatto l'immagine di marca di ciotola e della Croazia.

La spiaggia di Zlatni Rat (autore Hedwig Storch). Clicca per ingrandire l'immagine.La spiaggia di Zlatni Rat (autore Hedwig Storch). Clicca per ingrandire l'immagine.Zlatni Rat è una spiaggia molto piacevole con un'acqua turchese e così cristallina che le pietre che si trovano a 10 m di fondo sembrano a portata di mano; tuttavia l'acqua è un po'più fredda soltanto altrove a causa della forza della corrente nel distretto di Hvar.
La spiaggia di Zlatni Rat in inverno (auteur Josip Kirigin). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).Barca-taxi per Zlatni Rat (autore Neovoleo). Clicca per ingrandire l'immagine in Flickr (nuova unghia).La spiaggia del corno d'oro bondée in luglio ed in agosto, con una frequenza piuttosto familiare e sportiva, ma è partecipato da nudistes nella sua parte occidentale. È anche un vero paradiso per i surfisti a causa del vento favorevole che soffia incessantemente.

Una pista pedone e lastricato di pietre di Brač, bordata di depositi di memorie e di loueur di biciclette, permette di accedervi facilmente dalla città; barca-taxi, loro così bondés, trasportano anche i villeggiante dal porto di ciotola.

Le località d'immersione
La costa sud dell'isola (all'ovest dell'impugnatura Konjska) offre possibilità eccellenti d'immersione e di pesca subacquea (vedere l'opuscolo dell'OCT).
Monte Vidova Gora
Il monte Vidova Gora predomina la città di Bol di suoi 778 m d'altitudine. Una via di montagna molto brusca permette di rendersi da ciotola, passando per il supporto Koštilo.
Il monte Vidova Gora sopra Bol. Clicca per ingrandire l'immagine.Bol vista da Vidova Gora. Clicca per ingrandire l'immagine.
Ruines del Fort Illirico di Koštilo (Ilirska Gradina Koštilo)
Sul supporto Koštilo (660 m), sopra ciotola, si trovano le rovine molto di uno illirico.

Storia e tradizioniStoria, letteratura, arti, tradizioni, leggende, religioni, miti, simboli…

StoriaStoria
Bol sarebbe la più vecchia città dell'isola di Brač. Molte zone archeologiche e monumenti testimoniano la lunga storia di ciotola che tira la sua origine dell'antichità: sono serbatoi d'acqua romani, stèles e rilievi tumulaires, come pure sarcofagi paleocristiani.
EconomiaEconomia
L'economia di ciotola è tradizionalmente basata sull'agricoltura, la viticoltura e la pesca (salage delle acciughe). La città è oggi soprattutto una destinazione turistica.

InformazioniInformazioni pratiche

Tempo e previsioni
L'Ufficio di turismo di ciotola
Indirizzo: Porat bolskih pomoraca b.b. (sul fronte di mare, al termine del marciapiede) - HR-21420 ciotola

Orari: 8:30 - 14:00 (22 h in estate).

Telefono: 00.385 (0) 21.635.638

Sito Internet: www.bol.hr

I trasporti stradali
Si raggiunge ciotola in automobile con una strada sinueuse. Arrivato a ciotola, è meglio evitare di impegnarsi nelle viuzze strette del vecchio porto: si rischia di restare incastrato o giungere sul pilastro.

Il posto stradale è situato all'ovest dell'entrata del porto, a 15 min a piedi della spiaggia di Zlatni Rat.

I trasporti marittimi
Il catamaran Split-Bol-Jelsa a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Bol è collegata più volte al giorno a Split ed a Jelsa (isola di Hvar) con una linea di catamaran del Jadrolinija tra Split e Jelsa, che fa scalo a ciotola; si tratta di una nave rapida per passeggeri soltanto.

Gli orari dell'catamaran. Clicca per ingrandire l'immagine.Orari nel sito della società Jadrolinija.

Car-ferries tra Split e Supetar (a 35 km) permettono di arrivare automobile fino a ciotola.

Il catamaran Split-Bol-Jelsa a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.Il catamaran Split-Bol-Jelsa a ciotola. Clicca per ingrandire l'immagine.
I trasporti aerei
Bol si situa soltanto a 15 km del piccolo aeroporto internazionale di Brač (Zračna luka Brač). Alcuni collegamenti esistono - soprattutto in estate - con Zagreb ed alcune città europee (Graz ecc.).

Si tratta di un aérodrome militare costruito nel 1993 durante la guerra dell'Jugoslavia, ed utilizzato per il traffico commerciale dal 1995.

HotelHotel
L'hotel Bluesun Elaphusa
Un hotel 4 stelle superiore situato vicino alla spiaggia di Zlatni Rat.
L'hotel Elaphusa visto da Vidova Gora. Clicca per ingrandire l'immagine.
RistorantiRistoranti
Sulla via costiera che conduce al monastero domenicano questo caffè è un vero porto di pace.
Caffè all'est di ciotola (autore Kelovy). Clicca per ingrandire l'immagine.

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell'argomento
Argomenti più dettagliate
Il villaggio di Murvica, isola di Brač in Croazia
Argomenti vicini
Carta interattiva dell'isola di Brać in Croazia
La città di Supetar, isola di Brač in Croazia
La città di Postira, isola di Brač in Croazia
La città di Pučišća, isola di Brač in Croazia
La città di Selca, isola di Brač in Croazia
La città di Bol, isola di Brač in Croazia
La città di Nerežišća, isola di Brač in Croazia
La città di Milna, isola di Brač in Croazia
La città di Sutivan, isola di Brač in Croazia
Argomenti più ampi
Inizio
La contea di Split-Dalmazia in Croazia - opuscolo la Dalmazia centrale (PDF)
La contea di Split-Dalmazia in Croazia - opuscolo Zagora dalmate (PDF)
La contea di Split-Dalmazia in Croazia - opuscolo isole (PDF)
La città di Split in Croazia
Il fiume Cetina in Croazia
La città di Omiš in Croazia
Riviera di Makarska in Croazia
Il parco naturale del Biokovo in Croazia
L'isola di Brač in Croazia
L'isola di Hvar in Croazia
Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.