AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere sud

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Pagina d'inizio] [Croazia] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione genericaGeneralità
Zona sud vista dal giro Kalarinja. Clicca per ingrandire l'immagine.Visto da rifugio schiaccia. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Seguendo la mise verso l'est, si tagliano sulla destra, del lato del sud, numerose viuzze che si incrociano all'orizzontale e conducono alla parte più vecchia della città fino ai rifugi marittimi.

Da questo lato di mise, le viuzze non sono realmente più ampie che al nord, ma vi si incrociano molto più viuzze perpendicolari, su un terreno piatto dove côtoient numerose gioiellerie, musei, delle sale d'esposizione, e dei piccoli ristoranti, in un'atmosfera più calma. Si evita qui la concorrenza selvaggia della zona del nord.

Visto da rifugio schiaccia. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Visto da rifugio schiaccia. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).

VisiteVisite

La via Gariste (Ulica Garište)
Rue Garište. Clicca per ingrandire l'immagine.Appena di fronte alla chiesa dello Francescani, a destra di mise osservando verso il porto, la via Gariste (Ulica Garište), una viuzza sotto volta, conserva la memoria dei bambini illegittimi che le donne venivano ad abbandonare in segreto. Un sistema di parte girevole, incastrata in una finestra, oggi murata, permetteva di fare passare il neonato all'interno dell'edificio dove le religiose lo raccoglievano.
Gran Via (Ulica Široka)
Ufficio dell'Ufficio di turismo del Dubrovnik:

Ulica Široka, 1.

Il palazzo Dordic-Maineri (Palača Đorđić-Maineri)
Il palazzo Dordic-Maineri è un grande palazzo barocco, costruito dopo il tremito di terra di 1667, all'angolo di due vie commerciali importanti da cui molte porte di depositi al piano terra. Le finestre dei due piani superiori e dei tetti hanno buste a bossage inanellato - una decorazione eccezionale a Dubrovnik.

Ulica Široka, 5.

Casa di Marin Držić (Dom Marina Držića)
Casa del grande autore ed autore di teatro croato, Marin Držić (1508-1567).

Visita: ulica Široka, 7

Tutti i giorni, eccetto la domenica, di 9:00 a 13:00

La visita, organizzata attorno a testi registrati ed a pannelli, richiede la conoscenza della lingua croata.

Casa di Marin Držić. Clicca per ingrandire l'immagine.Casa di Marin Držić. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il palazzo Stay (Palača Stay)
Il palazzo Stay è il solo esempio di casa gemellata a Dubrovnik. È delimitato dalle comunicazioni medioevali e rispetta il piano parcellaire vecchio. Il palazzo fu costruito nella prima metà del XVIe secolo, in stile rinascita. Molto le alte finestre dell'ultimo piano gli conferiscono un tipo architetturale singolare. Il palazzo è stato danneggiato dalla guerra del 1991.

Ulica Između Polača, 9-11

La via di pulce (Ulica od Puča)
Ulica Od Puča. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La via od Puča è l'arteria principale della zona situata al sud di mise; questa via commerciale condotto fino a place du Marché.
La chiesa ortodossa serba (Srpska pravoslavna crkva)
Nella via Od Puča, la chiesa ortodossa serba ricorda che il rito ortodosso ha sempre contato fedeli nella regione, anche se sono oggi poco numerosi.

Costruita secondo il progetto dell'architetto Vecchietti in 1865, la chiesa ortodossa fu dedicata in 1877 e completata verso l'inizio del xxo secolo. Il suo piano è longitudinale con un'abside rilevante. È un esempio dell'architettura eclettica della seconda metà del xixo secolo.

Presenta una raccolta storica e culturale, ed una raccolta di icone nel museo vicino.

Chiesa ortodossa serba. Clicca per ingrandire l'immagine.Chiesa ortodossa serba. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Chiesa ortodossa serba. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il museo delle icone (Muzej Ikona)
Il museo della chiesa ortodossa (muzej pravoslavne crkve), situato accanto alla chiesa ortodossa serba, tra Ulica od Puča e la mise, espone icone che datano vari periodi di quest'arte del XVIe al xixo secolo. Si possono osservare in particolare le differenze tra la scuola bizantina e la scuola veneziana.

Il museo delle icone (Muzej Ikona) possiede, tra l'altro, una icona-di calendario russa (xviiio secolo), un trittico serbo di Dalmazia (xviiio secolo) e bella Dormition del vergine tra posti torti (Monténégro, XVIIe secolo).

Visita: da maggio ad ottobre, tutti i giorni eccetto domenica, di 9:00 a 13:00; da novembre ad aprile, tutti i giorni eccetto il fine settimana, di 9:00 a 13:00

Od Puča 8.

Entrata pagante: 15 kunas.

Il palazzo Martinušić
Palazzo di stile Renaissance, costruito verso la fine del XVIe secolo, il palazzo Martinušić occupa l'angolo della via od Puca e della via Sveti Josip verso la quale si orienta la sua facciata più ampia e l'entrata principale. I negozi danno sulla via Od Puca. Le due facciate hanno grandi finestre rettangolari, identiche al primo ed al secondo piano.

Con le sue proporzioni ed il vocabolario classico della sua decorazione, questo palazzo resta uno dei più begli esempi della rinascita a Ragusa. All'angolo del nord-ovest, al livello del secondo piano, si trova il blasone della famiglia.

La chiesa San Giuseppe
Volta San Giuseppe. Clicca per ingrandire l'immagine.Nella via od Puča, di fronte alla chiesa ortodossa serba, si trova la cappella San Giuseppe, costruita alla posizione della chiesa San Giocomo (Sveti Jakov) che data di 1229, distrutta dal sisma di 1667.

La chiesa attuale, a piano prolungato ed abside non rilevante, presenta uno stile barocco con alcuni elementi propri dell'classicisme.

La chiesa San Domino (Crkva Svetoga domina)
Nella via Od dominò, la chiesa Santo-domino è stata costruita alla posizione di una chiesa più vecchia, che data di 1452, distrutta dal sisma di 1667. In base alla cripta, questa vecchia chiesa estate una costruzione a tre nefs con un'abside rettangolare. Una delle ali, mantenuta, è oggi il sacristie della nuova chiesa Santo-domino ricostruita al xviio secolo in uno stile barocco.

Il bas-relief del padrone-autel, “la gloria di tutti i santi„, del xviio secolo, è un'opera di Andrea Vaccaro.

Questa chiesa è tradizionalmente il seggio della confrérie dei sarti di pietra.

La via del mercato (Ulica Od Rupa)
Si raggiunge la parte più vecchia di Dubrovnik, delimitata dalla Rue Od Rupa, montando i mercati della via Od dominò che continua la via Široka.
Il museo Etnografico Rupe (etnografski muzej Rupe)
Silo grano a. Clicca per ingrandire l'immagine.Il museo etnografico Rupe (etnografski Muzej Rupe) si trova nella via fori (Ulica od Rupa). È alloggiato nell'edificio del vecchio mercato al grano, chiamato Rupe (i fori) a causa dei sili grano a scavati nella roccia.

Silo grano a. Clicca per ingrandire l'immagine.Il mercato al grano è grande edificio di due piani che datano del XVIe secolo, un costruito tra 1542 e 1590 e restaurato nel 1940. I suoi quindici sili grano a immensi scavati nella roccia permettevano di conservare ad una temperatura costante di 17,5 °C le riserve di grani della città di Ragusa; la capacità di questi sili secchi era, al totale, di 1500 tonnellate di grani. Si accedeva ai sili con aperture fornite nei pavimenti. Un sistema di funi e di pulegge permetteva di risalire il grano.

Il mercato al grano non era il solo grenier di Ragusa: le riserve di grano erano precedentemente vitali in caso di sede e si sono trovate le tracce di nove greniers distribuiti in tutta la vecchia città.

Museo rupe. Clicca per ingrandire l'immagine.Il primo piano del museo presenta un'evocazione modesta della vita rurale in Dalmazia, con una raccolta di utensili agricoli usuali.
Il secondo piano è dedicato ai costumi tradizionali della regione di Dubrovnik.
Costumi, gingillata rupe. Clicca per ingrandire l'immagine.Costumi, gingillata rupe. Clicca per ingrandire l'immagine.Costumi, gingillata rupe. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il piano terra accoglie esposizioni molto rafraîchissantes.
Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.
Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.
Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.
Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.Esposizione del museo etnografico. Clicca per ingrandire l'immagine.
Visita: tutti i giorni eccetto domenica, da giugno a settembre, di 9:00 a 18:00; da ottobre a maggio, di 9:00 -14h.

Indirizzo: Ulica Od Rupa, 3.

Entrata pagante: 15 kunas.

La via od Sorte (Ulica od Šorte)
Ulica od Šorte. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
La chiesa Santa Maria
Il convento del Benedettinas con la chiesa Santa Maria occupa la posizione della fortificazione più vecchia - Kastio (Castellum). Il convento, fondato al XIIe secolo, fu trasformato al XVe secolo; la chiesa è l'opera del seminario apprezzato dei fratelli Andrijić. Il convento distrutto, in occasione del sisma di 1667, è stato immediatamente restaurato. In 1806, è eliminato e la chiesa désaffectée. Attualmente, questa chiesa ripara una parte degli archivi (xixo e xxo secolo); la funzione di convento è diventata quella d'abitazione.
Il posto Gundulić (Gundulićeva Poljana)
Rue od Puča, parallelo a mise, emerge all'est sul posto Gundulic (Gundulićeva Poljana), il vasto posto barocco delimitato di alte case tipiche della ricostruzione effettuata in questo stile dopo il sisma di 1667. Il posto fa fronte al palazzo del rettore.
Statua di gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.Statua di Ivan Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.Il posto è dedicato al poeta Ivan (Đivo Fran) Gundulić (1589 - 1638), chiamato Mačica, uno dei bambini più famosi della città di Ragusa, celebra poeta della Renaissance la cui opera comprende le principali caratteristiche della contro-riforma cattolica.

In mezzo al posto si erge con maestà la statua in bronzo del poeta, opera del sculpteur Ivan Rendić in 1893. I bas-reliefs del piédestal narrent delle scene della poesia epica “Osman„ scritta dall'autore.

Il mercato pittoresco di Dubrovnik (pijaca) si tiene ogni mattina sul posto Gundulić.

Fin da da aumentarlo del giorno, le vecchie contadine della pianura del Konavle, a volte ancora vêtues del costume tradizionale, propongono sui loro étals della frutta, della verdura e dei pesci freschi, ma anche delle boccette d'essenza di lavanda, dell'olio d'oliva, del brandy di fabbricazione artigianale, dei vasi di miele, delle catene di fichi essiccati, dei sacchetti di erbe aromatiche…

Fichi essiccati. Clicca per ingrandire l'immagine.Mercato, posto Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.Mercato, posto Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.
Mercato, posto Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.Mercato, posto Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.Mercato, posto Gundulic. Clicca per ingrandire l'immagine.
La fontana di Amerling
Opera dell'inizio del xxo secolo (1902), questa fontana offerta alla città di Dubrovnik dal sig. Amerling è situata all'angolo del posto Gundulić.

La fontana è composta da un bacino sotto forma di guscio finemente decorato, posto su una colonna torta. La parte superiore della colonna sopporta tre maschere da cui si versava l'acqua potabile.

La fontana fu danneggiata durante gli attacchi del 1991.

Il Moschea (Džamija)
Ulica Miha Pracata.
Moschea. Clicca per ingrandire l'immagine.Moschea. Clicca per ingrandire l'immagine.

InformazioniInformazioni pratiche

Generalità
HotelHotel
Pucić Palace
Hotel di lusso sistemato nel vecchio palazzo Pucic (Palača Pucić).

Od Puča, 1.

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell'argomento
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Carta interattiva della città chiusa di Dubrovnik in Croazia
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere dei Francescani
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere del nord
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere dei domenicani
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere della loggia
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere della cattedrale
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere dei Gesuiti
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia - Quartiere sud
Argomenti più ampi
Inizio
Carta interattiva della città di Dubrovnik in Croazia
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia
La città moderna di Dubrovnik in Croazia
L'isola di Lokrum in Croazia
Le isole Elaphites in Croazia
Il villaggio di Zaton in Croazia
Il villaggio di Trsteno in Croazia
Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.