AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - Fortificazioni del nord

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d'inizio] [Croazia] [Via Gallica]
Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

VisiteVisite

Fortificazioni del nord. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Le minacce più pericolose e più difficili da rifiutare che viene dalla terra, le fortificazioni presentano del lato del nord uno spessore ed un'elaborazione più importante:
  • il muro del lato del nord è due a tre volte più spessa che altrove: la parete principale del lato della terra è spessa di quattro a sei metri e, ad alcuni posti, l'altezza delle pareti raggiunge 25 metri;
  • la parete è protetta da una serie di prima-pareti di sostegno oblique, per la difesa contro le palle di cannone, particolarmente contro attacchi possibili ottomani;
  • si trova un canale difensivo.
Viste da supporto Santo Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Viste da rifugio occidentale. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Viste molto da asimon. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Viste molto da asimon. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Viste molto da asimon. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Viste da minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.
. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Jacques molto santo (Tvrđava Sveta Jakova)
Il monte Santo Sergio visto dal forte San Giocomo. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Forte santo Jacques. Clicca per ingrandire l'immagine.
La torre Drezvenik
Giro Drezvenik. Clicca per ingrandire l'immagine.
La torre sopra santo vitale (Nad sv. Vidom)
La torre Santa Caterina
Giro Santa Caterina. Clicca per ingrandire l'immagine.
La torre Santa Lucia (Sveta Lucija)
Giro Santa Lucia. Clicca per ingrandire l'immagine.
La torre Santa Barbara (Sveta Barbara)
Viste da minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.Giro Santa Barbara. Clicca per ingrandire l'immagine.
La porta di Buže (Vrata od Buže)
La porta del nord, la porta di Buže (“il foro„), è situata sulla parte del nord delle fortificazioni terrestri. Questa porta è molto recente comparata con le altre porte, poiché questa quinta porta fu bucata soltanto all'inizio del xxo secolo, nel 1908, dalle autorità austriache, per agevolare l'accesso alla città.
La fortezza Minceta (Tvrđava Minčeta)
Fortificazioni dell'ovest viste dalla fortezza Minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.La fortezza enorme Minčeta (XIVe-XVe secolo), incrustée nei rifugi, è situata al nord estremo della vecchia città. È storicamente il punto centrale di protezione della città tra le due porte, pila e Ploče. Con la sua altezza - è più alto di tutte le fortificazioni - ed il suo volume impressionante, con le sue lacune ed i suoi mâchicoulis, la fortezza Minceta predomina la parte alta del Nord-ovest della città ed i rifugi.

Il nome della fortezza Minčeta viene dal nome della famiglia Menčetić, che possedeva il terreno dove il giro d'origine è stato costruito.

La sua bellezza architetturale la sistema fra le più belle fortificazioni del mondo intero.

Un primo giro, più piccolo, quadrangulaire, fu inizialmente costruito in 1319 da un produttore ragusain, Nićifor Ranjina. Il surélévation di questo primo giro e l'aggiunta del giro rotondo monumentale furono cominciati in 1455, dopo che la Bosnia è stata invasa dai Turchi, dall'architetto famoso florentin dell'Renaissance Michelozzo di Bartolomeo Michelozzi.

Attorno molto al quadrangulaire precedente, Michelozzo ha costruito un nuovo giro rotondo adeguato alla nuova tecnica di guerra e la ha collegata al nuovo sistema di pareti di scarpata basse. Le pareti del nuovo giro erano spesse di 6 m ed avevano una serie di lacune protette. La costruzione della fortezza fu finalmente completata in 1464 dall'architetto e sculpteur croato della Renaissance Giorgio da Sebenico (Juraj Matejev Dalmatinac, detto “Giorgio Dalmate„) di Zadar: ha concepito e costruito l'alto giro rotondo stretto, mentre i rifugi sono un'aggiunta posteriore.

Fortezza minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.. Clicca per ingrandire l'immagine.Fortezza minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.
Città chiusa vista da minceta. Clicca per ingrandire l'immagine.È del terrazzo del suo giro che si alla vista più interessante sulla città chiusa, con, al primo piano, la parte barocca e le sue vie in damier ricostruite dopo 1667, con l'Adriatico in tessuto di fondo.

Alcuni festival hanno luogo in estate in questa fortezza medioevale dal punto di vista imprenable.

Fortezza Minčeta vista dai rifugi del porto. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La città chiusa vista dalla fortezza Minceta. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Fortezza Minceta. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Fortezza Minceta. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Fortezza Minceta. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Il monte Santo Sergio (Srđ)
Dopo il hospice, sulla sinistra, si può ammirare il massimo che sbarra l'entroterra a 3 km al nord della vecchia città di Dubrovnik: sono le altezze del supporto Santo Sergio (Srđ).
Supporto Santo Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Stazione hertziana. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il vertice del supporto Santo Sergio (419 m) è coronato di una fortezza napoléonienne costruita, a questo posto strategico, dai francesi del Maresciallo Marmont, tra 1806 e 1810; questa fortezza fu chiamata molto imperiale (Tvrđava Imperijal) nell'onore dell'imperatore Napoleone I.
Fortezza imperiale al vertice del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Fortezza imperiale al vertice del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.Fortezza imperiale al vertice del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.
Fortezza imperiale del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.Fortezza imperiale del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).
Durante la sede del 1991, Dubrovnik è stato bombardato dai socialo-comunisti serbi soprattutto dalla cima del supporto Santo Sergio. I luoghi portano ancora la traccia dei combattimenti.
Supporto Santo Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.
Il monte Santo Sergio offre tuttavia un panorama eccezionale sulla città ed i suoi rifugi, con ampio alla isola di Lokrum. Con bello tempo, si scorge l'arcipelago delle isole Élaphites e l'isola di Mljet.
L'isola di Lokrum visto dal monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.Le isole Élaphites viste dal monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).Dubrovnik vista da supporto Santo Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.
Al nord del supporto Santo Sergio, una striscia di terra stretta croata separa Dubrovnik contrafforti dell'Erzegovina, a 5 km.
I contrafforti dell'Erzegovina visti quindi del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.I contrafforti dell'Erzegovina visti quindi del monte san Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.
Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.La teleferica che conduceva al supporto Santo Sergio è stata distrutta durante la guerra d'indipendenza. Dovrebbe essere stato rimesso in servizio all'estate 2010.
Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.
Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.Teleferica. Clicca per ingrandire l'immagine.
Quota vista da supporto Santo Sergio. Clicca per ingrandire l'immagine.L'accesso al supporto Santo Sergio è possibile a piedi con un cammino inghiaiato che monta zigzagando dalla strada nazionale, offrendo molto bei punti di vista sulla città chiusa e Dubrovnik.

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell'argomento
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - Fortificazioni marittime
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - il porto
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - Fortificazioni dell'ovest
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - Fortificazioni del nord
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia - Fortificazioni dell'est
Argomenti più ampi
Inizio
Carta interattiva della città di Dubrovnik in Croazia
La città chiusa di Dubrovnik in Croazia
Le fortificazioni di Dubrovnik in Croazia
La città moderna di Dubrovnik in Croazia
L'isola di Lokrum in Croazia
Le isole Elaphites in Croazia
Il villaggio di Zaton in Croazia
Il villaggio di Trsteno in Croazia
Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.