La città di Neum

Rubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]

[Argomento precedente] [Inizio] [Argomento ascendente] [Via Gallica]

Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione genericaGeneralità
Scudo della città di Neum. Clicca per ingrandire l'immagine.. Clicca per ingrandire l'immagine.Neum è la sola città costiera della Bosnia Erzegovina: conta 24,5 km di coste sul mare adriatico.

La stazione balneare di Neum presenta un interesse limitato, ma il suo entroterra possiede un passato ricco archeologico ed una natura selvaggia intatta fatta di piccole valli e di piatti alla vegetazione tipicamente mediterranea.

EtimologiaEtimologia
Neum; in serbo cirillico: Неум; in latino: Neum; in greco: Νέον neon.

SituazioneSituazione

Situazione della città di Neum. Clicca per ingrandire l'immagine.Neum è situato sul mare adriatico in una piccola baia riparata dei venti dalle penisole di Pelješac che fa parte della Croazia.

Il comune di Neum taglia la Croazia in due parti non attigue: la città è situata a 30 chilometri al Sud-Est di Ploče e di Metković, ed a 170 km di Split in Dalmazia del nord; è a a 65 chilometri al nord-ovest di Dubrovnik in Dalmazia del sud.

Neum è a 70 chilometri di Mostar, la città capitale dell’Erzegovina. Tuttavia, essendo la sola strada importante che attraversa Neum lo statale croato (Magistrala) che borda la costa dalmate, occorre, da Neum, varcare la frontiera con la Croazia e risalire la vicina valle del Neretva per raggiungere Mostar.

VisiteVisite

Baia di Neum. Clicca per ingrandire l'immagine.Baia di Neum. Clicca per ingrandire l'immagine.Baia di Neum. Clicca per ingrandire l'immagine.

Storia e tradizioniStoria, letteratura, arti, tradizioni, leggende, religioni, miti, simboli…

StoriaStoria
La zona franca di Neum nel territorio della Croazia è una bizzarria historico-geografica:
  • nel 1399, la repubblica di Ragusa comperò alla Zachloumie il territorio di Neum, che fu aggiunto ai territori che la città possedeva.
  • nel 1699, dopo la grande guerra turca, Ragusa abbandonò il controllo della regione di Neum-Klek all’impero otomano con il trattato di Karlowitz. Ciò diede ai Turchi un accesso al mare adriatico, ed anche la riscossione di dazi doganali, ma ciò garantì a Ragusa una protezione contro le ambizioni della repubblica di Venezia che possedeva una parte della Dalmazia al nord.
  • Neum restò sotto il controllo dell’impero otomano durante 179 anni, fino al 1878, quando Bosnia-Erzegovina passò all’impero Austro--ungherese.
  • Neum raggiunse in seguito il regno dei serbi, croati e sloveni, quindi la repubblica iugoslava.
  • dal 1992, Neum fa parte della Bosnia Erzegovina.

Altri argomentiAltri argomenti

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
La città di Mostar
La città di Neum
Argomenti più ampi
Inizio
Carta interattiva della Bosnia Erzegovina
La geografia della Bosnia Erzegovina
Informazioni turistiche sulla Bosnia Erzegovina
L'Erzegovina
[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Bosnia] [Erzegovina] [Pagina d’inizio] [Bosnia ed Erzegovina] [Via Gallica]
Ricercare su questo Sito :
Cercare sulla Tela :
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
AlbanieAllemagneAngleterreArméniePays basqueBiélorussieBulgarieCatalogneCroatieDanemarkEspagneEstonieFinlandeFranceGalicePays de GallesGéorgieGrèceHongrieIrlandeIslandeItalieEmpire romainLettonieLithuanieMacédoineMalteNorvègePays-BasPolognePortugalRoumanieRussieSerbieSlovaquieSlovénieSuèdeTchéquieUkraïne
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.