AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

Via dei Cavalieri di Rodi

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Argomento seguente] [Pagina d’inizio] [Grecia] [Via Gallica]

ArgomentiRubriche[Fotografie] [Presentazione] [Posizione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina a cura

FotoFoto

Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.

Introduzione

PanoramicaGeneralità
La Via dei Cavalieri
Via dei Cavalieri (Odós Ípoton di ιππος, cavallo) è ancora la principale arteria della città medievale , che è la via, che allora si chiamava "Grand rue du Chasteau" Cavalieri qu’empruntaient andare a Palazzo dei Grandi Maestri lo stesso modello di quella della vecchia strada, che è stato trovato numerose vestigia qu’empruntaient una volta i Greci di Grecia per andare all’Acropoli.

VisiteVisite

Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Pavimentazione della via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La strada è di 200 m di lunghezza e 6 m di larghezza, diritta, stretta e in leggera salita, la strada più bella medievale di Rodi , acciottolata in "lingua di gatto".
Fontana di una casa ottomana, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Locanda della Lingua de Provenza, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine. Strada dei Cavalieri si affacciano "pensioni" (splendide residenze) di diverse nazionalità Cavalieri. Sette nazioni e lingue ( Alvernia , Provenza , Francia , Aragona , Germania, Inghilterra , Italia ), che hanno fatto i Cavalieri di San Giovanni nel XII secolo, rimangono solo quattro ostelli, quelli di Italia, Francia, Provenza e la Spagna. La Locanda del linguaggio di Alvernia si trova lontano dalla strada dei Cavalieri. Ciascuno degli ostelli è ornata da uno stemma che rappresenta la sua nazione.

I cavalieri e dei loro seguaci vivevano in questa parte della città fortificata su tutti e quattro i lati, la Cittadella, chiamato Collachium : la parete interna, ora defunta, era parallela alla via Socrate .

Al centro del Mediterraneo orientale, gli edifici di questa strada una pura unità architettonico gotico del XIV secolo, XV e XVI secolo, e appartengono per lo più ai cavalieri secondo periodo architettoniche, in seguito la sede dei Turchi nel 1480. Sono costruiti con blocchi di roccia porosa locali regolarmente disposti.

Via dei Cavalieri ha un aspetto molto diverso da le vie del centro storico . Ciò è dovuto ai lavori di ristrutturazione effettuati dagli italiani nel 1916, hanno distrutto tutti i balconi di legno ottomane per restituire alla strada lo stile del XV secolo, i Cavalieri.

Via dei Cavalieri inizia il vecchio ospedale , la cattedrale cattolica e la locanda nella lingua di Alvernia .

Facciata, Via dei Cavalieri di Rodi, la fotografia di Lucien Roy verso il 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.Via dei Cavalieri di Rodi intorno al 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.Casa via dei Cavalieri di Rodi fotografata da Lucien Roy verso il 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.
La Locanda della lingua di Francia
La Locanda della Lingua di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine. Quantità sempre a destra, dopo un piccolo edificio con finestre ad arco si trova l’Auberge de la Lingua di Francia (Katalima Gallias).

La Locanda della lingua di Francia è la più grande e la più bella di tutti gli ostelli: Cavalieri francesi è predominante, l’edificio fu più riccamente decorato di altri. La locanda è stata restaurata circa 1492, dopo l’assedio del 1480, quando fu quasi distrutta.

Locanda di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locanda di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locanda di Francia, Consolato di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Locande di Francia, la dedizione alla Emery d'Amboise, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La sua porta terzo punto è sormontata da un’iscrizione datata 1492 e dedicata a Emery d’Amboise poi Gran Priore di Francia e futuro Gran Maestro dell’Ordine 1.503-1.512.

La facciata era in precedenza l’iscrizione datata 1495:

"Montjoie Saint-Denis"
Locande di Francia, coccodrillo, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La locanda di Francia, via dei Cavalieri di Rodi fotografata da Lucien Roy verso il 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.La storia racconta che il Gran Maestro Dieudonné de Gozon ucciso un coccodrillo scappato da una nave (probabilmente egiziano), che sbarcò a Rodi , e terrorizzato gli abitanti dell’isola. Gargoyles sul tetto che rappresenta l’animale ornano i bordi del tetto per commemorare questo evento.
Ancora una volta, maestri cappotto abbondanti diversi o dignitari. Dopo Chateaubriand, notiamo
"I gigli di Francia, fresco come se provenissero dalla mano dello scultore."
Lamartine, nel frattempo, ha ritenuto che la strada era
"Il monumento araldico di tutta la nobiltà d’Europa, si diffuse in pietra sul chiostro della cavalleria" ...
Flaubert è più sobrio:
"Le case più belle la giusta quantità : molti, finestre quadrate separate in quattro porte ogivale (...) Il tono generale della strada è di colore grigio, è più triste che bello."
Locande di Francia, cresta di Pierre d'Aubusson, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locande di Francia, creste, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Philippe Villiers de l’Isle Adam , l’eroe dell’assedio del 1522, in gran parte con l’ostello in Francia, come evidenziato da tre lastre con il suo stemma, accompagnato da tre dediche diverse "Per la casa", "Per l’Oratorio "" Per Fileremo ".
Locande di Francia, Philippe de Villiers distintivo l'Isle-Adam, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locande di Francia, cresta, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locande di Francia, Fileremo, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Casa via dei Cavalieri di Rodi fotografata da Lucien Roy verso il 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.Catering, ostello della Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La pensione più vecchia Francia è stato acquistato nel 1911 da ambasciatore francese in Turchia, Maurice Bompard, che aveva restaurato a proprie spese e donato allo Stato. Oggi ospita il Consolato di Francia.

Visitare i giardini e mostre al 1 ° piano è possibile dalle 8 a mezzogiorno.

Locanda di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Locande di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).All'interno l'ostello in Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Scale di Locande di Francia, Rue des Chevaliers a Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Giardino Locande di Francia, Rue des Chevaliers a Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Cappella della Lingua di Francia
La cappella della Lingua di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine. Oltre la Locanda della lingua di Francia la cappella di Francia, Chiesa della Santissima Trinità (Agia Triada).

Tra i badge che adornano la facciata, sono quelle del papa, in Inghilterra e Gran Maestro Raymond Bérenger (1365 -1374).

Cappella di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La Chiesa della Santissima Trinità è un piccolo edificio gotico del XIV secolo / XV secolo. La chiesa era probabilmente volte a volta medievale, ma ha una cupola oggi, ricordare la sua trasformazione in un musulmano cappella (Khan Zade Mejid) sotto l’ occupazione ottomana .

Rimane in pezzi abside affreschi alcuni del XV fine - inizio XVI secolo. La chiesa ha un pavimento di piastrelle di cui dal italiani nel 1930 .

Visite dal Martedì a Domenica dalle 8 h 30-15 h. L’ingresso è gratuito.

Agia Triada chiesa, cappella lingua di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
La cappella di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi, fotografata da Lucien Roy verso il 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.La Cappella della lingua di Francia, Via dei Cavalieri di Rodi, intorno al 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.Cappella della lingua di Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Cappellano della Casa della Lingua di Francia
Forse la casa del cappellano in Francia, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Poi la casa del cappellano della lingua di Francia, restaurato nel 1918 e oggi ospita il Conservatorio di Musica della città.

L’ingresso principale è arco gotico. Sopra l’ingresso, tra le braccia del papato è ricavato da un blocco di marmo, affiancato su entrambi i lati le armi reali d’Inghilterra (gigli a sinistra, leoni a destra). Su entrambi i lati della porta sono due nicchie a diversi livelli, una nicchia ospita una statua della Madonna col Bambino (la statua del XX secolo).

Una seconda porta, rettangolare, stretto passaggio conduce ad una presa d’aria sul lato ovest della cappella. Marmo architrave è decorato con dieci scudetti (Inghilterra, Helion de Villeneuve , Ordine di San Giovanni, Dieudonné de Gozon , Inghilterra, Peter Corneillan , Raymond Berenger , Roger de Pins e il leone rampante stemma non identificato. Araldica portato dalla costruzione indica che la sua costruzione è databile agli anni 1365-1374. A quanto pare la proprietà di lingua inglese presso l ’origine, la cappella fu probabilmente trasferito alla lingua di Francia nel XV secolo.

La Locanda d’Italia
Notiamo poi, giusta quantità, la Locanda della Lingua d’Italia, costruita nel 1519 dall’architetto italiano Gran Maestro Fabrizio del Carretto che si può vedere lo scudo al centro della facciata, che è stato restaurato dagli italiani nel 1915.
Ambasciata d'Italia, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Arca, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
La Locanda di Spagna
La locanda della lingua spagnola, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Importo a sinistra, la locanda di Spagna (Aragona e Castiglia) è uno dei più grandi ostelli. Ha una sala riunioni di 150 mq.

Nel 1462, la lingua spagnola è divisa in lingua di Castiglia e di Aragona linguaggio.

La Locanda di Provenza
Ostelli Arcade tra la Spagna e la Provenza, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine. Sul lato destro a salire, poi sale alla Locanda della Lingua di Provenza, collegata da un ponte ad arco alla locanda della lingua spagnola, sul lato opposto della strada.
Via dei Cavalieri di Rodi intorno al 1911. Clicca per ingrandire l'immagine.Locanda della lingua della Provenza, via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Porta della locanda in Provenza, Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
Chiesa di Agios Dimitrios
Alla fine di un piccolo vicolo è la chiesa gotica di Agios Dimitrios costruita sulle fondamenta di un tempio dedicato a Dioniso .
La Loggia San Giovanni
Via dei Cavalieri si conclude con San Giovanni la loggia che serviva da ingresso al Palazzo dei Grandi Maestri . Si trova a sinistra del Cléobule quadrato (o Piazza del Palazzo). Si tratta di un ingresso ad arco testate due ali, il lato lungo, che si trova nel prolungamento della strada servito come una sorta di ingresso monumentale al Palazzo dei Grandi Maestri.

Questa loggia, in gran parte distrutto nell’esplosione nel mese di novembre 1856 e ricostruita da fascisti italiani, ha avuto un supporto da pavimento, se giudichiamo dai disegni di Rottiers Flandin ed è stato utilizzato come luogo di incontro.

La Loggia San Giovanni Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.Loggia San Giovanni Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.La Loggia San Giovanni Via dei Cavalieri di Rodi. Clicca per ingrandire l'immagine.
La chiesa di San Giovanni
La chiesa di San Giovanni, ora defunta, era il diritto della Piazza del Palazzo.

La Chiesa di San Giovanni era la cappella della dell’Ordine sono stati sepolti in cui i Grandi Maestri e dove abbiamo venerato la mano di San Giovanni Baptiste Pierre d’Aubusson data dal sultano Bajazet.

La chiesa fu distrutta nel 1856 per l’esplosione di una polveriera che ha danneggiato il Palazzo dei Grandi Maestri .

Altri temiAltri temi

Filiazione dell’argomento
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
Il palazzo dei Grandi Maestri a Rodi
Via dei Cavalieri di Rodi
L'ospedale dei cavalieri a Rodi
Argomenti più ampi
Inizio
Carta interattiva della città medioevale di Rodi
Immagine satellitare della città medioevale di Rodi
Collachium a Rodi
Le fortificazioni di Rodi

Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.