AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.
Ricerca personalizzata

La città di Capdepera a Maiorca - Il castello

[Argomento sopra] [Argomento seguente] [Minorca] [Maiorca] [Ibiza] [Formentera] [Cabrera] [Accoglienza] [Site Home] [Via Gallica]
Rubriche[Foto] [Presentazione] [Situazione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
Il castello di Capdepera (Castell de Capdepera / Castillo de Capdepera) è un'antica città fortificata del XIV secolo situata al vertice di una collina che domina la città di Capdepera nel nord-est dell'isola di Maiorca. Esso Conserva, come costruzioni d'origine, i suoi rifugi, una torre di guardia - preesistente al castello - e la cappella del castello. Questo è uno dei più grandi castelli di Maiorca.

SituazioneSituazione

Il castello di Capdepera a Maiorca - Situazione del castello di Capdepera a Maiorca - Clicca per ingrandire l'immagine
Il castello di Capdepera si trova sulla cima del Puig de Capdepera, 159 m di altitudine, ad una distanza di 1,9 chilometri dalla costa orientale di Maiorca. Al sud-est del castello è il Puig de Saguer fino 169 m, al sud, il Puig de Cova Negra, di 234 m di cima, e al nord il Puig de s'Agulla, alta 233 m di 233 m di cima.

La fortezza occupa una posizione strategica che ha permesso di sorvegliare una gran parte del nord-est dell'isola di Maiorca, fino a Artà, e parte della costa nord-orientale di Minorca e il canale che separa l'isola di Maiorca dalla vicina isola, Minorca.

Il sistema di sorveglianza del castello era rafforzato da molti giri di guet, costruiti lungo la costa di Capdepera, con per missione di controllare il traffico marittimo nel canale di Minorca : la torre di Talaia de Son Jaumell situata sul Cap des Freu e Sa Torre Vella sul Cap Vermell a Canyamel vicino alle grotte di Artà.

Ai piedi del castello sul lato sud, la moderna città di Capdepera si estende di è in ovest.

Di le mura del castello si può vedere la costa Capdepera con Cala Ratjada, Sa Pedruscada e la spiaggia di Son Moll.

VisiteVisite

Il castello di Capdepera a Maiorca - Modello del castello (autore Anatoly PM) - Clicca per ingrandire l'immagineLe pareti della fortezza di Capdepera circondano una superficie di 8069 m², di forma trapezoidale, quasi triangolare. Il terreno sorge dall'ingresso, al punto più alto nel nord-est, dove la Cappella di Nostra Signora della Speranza.

Le mura furono costruite intorno alla torre di vigilanza esistenti, di origine musulmana, in seguito denominata Torre Miquel Nunis. I muri non avevano originariamente, torri di difesa ; quattro torri sono state costruite successivamente sulle fasce più vulnerabili della parete sud-ovest e la parete sud-est. Queste torri servivano anche come abitazioni. All'interno del muro, passerella correva lungo le pareti. Le prime case sono state costruite abitazioni fin dall'inizio, insieme con le pareti.

Ci fu dapprima, e per lungo tempo, una sola porta, la porta torre di re Giacomo (Porta del Rei Jaume) ; nel XVII secolo, una seconda porta è stato aggiunto al sud del primo, il Portalet.

Punti di interessePiano del castelloItinerario consigliato
A - La Torre di Sa Boira

B - La Torre di Ses Dames

C - La Torre d'En Banya

D - La Torre-porta del Re Giacomo

E - La Torre di Es Costerans

F - Il cammino di tondo

G - La Casa della Senyora

H - Portalet (ingresso visitatori).

In grigi, i resti visibili di case.

Il castello di Capdepera a Maiorca - Piano della visita al castello - Clicca per ingrandire l'immagineIl percorso suggerito è organizzato chronologiquement, seguendo l'evoluzione storica del castello dalle sue origini fino ai nostri giorni.

La visita comincia alla quota più elevata della collina, dove si trova la costruzione più vecchia.

1 - La Torre di Miquel Nunis

2 - Il tetto e il campanile della cappella

3 - Il serbatoio

4 - La Cappella

5 - I bastioni, torri (A, B, C, D, E), ingressi (D, H) e bastione (F)

6 - La Casa del Governatore

7 - La zona di scavi archeologici

Porta di cittàL'entrata (Portalet)
Il castello di Capdepera a Maiorca - Il Portalet (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - Il Portalet - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)La porta d'entrata del Portalet (punto H) è stato aperto nel XVI secolo, all'angolo sud-ovest della fortezza ; era protetto a sinistra da una massiccia torre di difesa, la torre di Sa Boira.

Per facilitare l'accesso, una strada asfaltata è stato costruito nel 1954 ; conduce da Capdepera, il vecchio sobborgo, fino al Portalet è oggi l'ingresso principale e l'entrata degli ospiti.

TorreLa torre di Sa Boira (Torre de Sa Boira / Torre de Sa Boira)
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Torre di Sa Boira (autore Knorz) - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La Torre di Sa Boira - Clicca per ingrandire l'immagineLa torre di Sa Boira (“Torre della nebbia„) (punto H) è l'angolo sud-est del forte, vicino alla porta del Portalet. Risale, come il Portalet, del XVI secolo.
BastioneLa parete dell'Est
Il castello di Capdepera a Maiorca - Punto panoramico a nord est - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - Tavola d'orientamento del sud-est - Clicca per ingrandire l'immagineIl rifugio dell'est ha circa 75 metri di lunghezza e possiede due giri attaccati al muro, la Torre de Ses Dames (Torre delle Signore) e la Torre d'en Banya (Torre del Corno). Questo rifugio offre punti di vista spettacolari sulla costa di Capdepera.
Il castello di Capdepera a Maiorca - Una caditoia - Clicca per ingrandire l'immagine
TorreLa Torre di Ses Dames
La Torre delle Signore (punto B della visita) è all'angolo sud-ovest della fortezza.
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Torre di Ses Dames - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La merlatura della Torre di Ses Dames - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La Torre di Ses Dames - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)
TorreLa Torre di En Banya
La Torre del corno (punto C della visita) è al centro della parete est.
BastioneLa parete del nord-ovest
Il castello di Capdepera a Maiorca - La parete nordoccidentale - Clicca per ingrandire l'immagineIl muro del nord-ovest lungo circa 100 metri ; si estende dalla cappella di Nostra Signora a nord verso l'angolo occidentale della fortezza. Il muro del nord-ovest non ha torri.
Il castello di Capdepera a Maiorca - La vista dalla parete nord-ovest - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La parete nordoccidentale - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La parete nordoccidentale - Clicca per ingrandire l'immagine
BastioneLa parete del sud-ovest
Il muro del sud-ovest a circa 80 m di lunghezza ; comporta, vicino all'estremità occidentale, una torre-porta, la Torre del Re Giacomo. La parte centrale della parete sud-ovest è una torre di difesa, la torre d'Es Costerans (punto E della visita).
Il castello di Capdepera a Maiorca - La parete sud-ovest (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La parete del sud-ovest - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La parete del sud-ovest - Clicca per ingrandire l'immagine
TorreLa Torre-porta del re GiacomoTorreTorre Es Costerans
La torre-porta del re Giacomo (Torre-porta del Rei Jaume) (punto D della visita) è il vecchio ingresso principale della fortezza. Deve il suo nome al re Jaume I. Si trova in un angolo occidentale della fortezza.

La Torre-puerta del Rey Jaime è stata completamente ricostruita alla fine del XVII secolo - inizio del XVIII secolo.

Il castello di Capdepera a Maiorca - La Porta del Re Jaume (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La Torre d'Es Costerans (autore Knorz) - Clicca per ingrandire l'immagine
Il cammino di tondo (Cami de Ronda / Camino de Ronda)
Il castello di Capdepera a Maiorca - Il cammino di tondo nordoccidentale - Clicca per ingrandire l'immagine
CasaLa Casa della Senyora (Casa de la Senyora / Casa de la Señora)
Alla Casa della Senyora (punto G della visita), possiamo vedere un murale.
Torre di osservazioneLa Torre Miquel Nunis (Torre d'en Miquel Nunis / Torre de Miquel Nunis)
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Torre Miquel Nunis - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)La Torre di Miquel Nunis è una torre di avvistamento risalente al periodo di occupazione musulmana di Maiorca ; la sua costruzione risale al X - XII secolo. Lei apparteneva a una fattoria chiamata moresca Benifilia.

Il castello di Capdepera a Maiorca - La Torre Miquel Nunis (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineLa torre si erge al punto più elevato del Puig de Capdepera (punto 1 sulla mappa) articolo ; è quadrato, costruito in mattoni di argilla, ed era originariamente una altezza di 10 m, vale a dire il doppio di oggi.

Il castello di Capdepera a Maiorca - La Torre Miquel Nunis (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineLa Torre d'en Miquel Nunis nominato il capo della famiglia a cui Jaume I di Aragona attribuì la regione di Capdepera dopo la riconquista di Maiorca.

Nel 1231, il re Giacomo ho firmato in questa torre il trattato di Capdepera concluso con i Mori che occupavano l'isola di Minorca, in base al quale i Mori mantenuto l'isola, ma giurato fedeltà alla corona di Aragona.

Nel XIX secolo un mulino di forma circolare fu costruito all'interno del giro quadrato, con una scala a chiocciola dentro. Una metà della torre era stata distrutta quando il governatore ha ordinato l'interruzione del lavoro.

CappellaCappella della Madonna della Speranza (Nostra Senyora de l'Esperança / Nuestra Señora de la Esperanza)
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagineIl castello di Capdepera a Maiorca - La Cappella della Madonna (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineLa Cappella della Madonna della Speranza è situata al luogo più elevato della fortezza di Capdepera nell'angolo nord-est (punti 2 e 4 del piano).

Il castello di Capdepera a Maiorca - Il campanile della cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)La cappella di Nostra Senyora de l'Esperança è una chiesa fortificata, senza finestre, le cui pareti nord e nord-ovest parte delle mura esterne della fortificazione ; dalla terrazza sul tetto della chiesa, che aveva uno scopo difensivo e che ora serve come una terrazza panoramica si può vedere la costa con cunei Capdepera, torri e canale di Minorca ; sud-est della cappella è una piattaforma circondata da bastioni.

Il castello di Capdepera a Maiorca - Fasi di costruzione della cappella - Clicca per ingrandire l'immagineLa costruzione della Cappella della Madonna risale al XIV secolo, ma ha subito trasformazioni fino al XVIII secolo. Tre fasi di costruzione si possono distinguere :
  • Il castello di Capdepera a Maiorca - La Cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagineDurante la fase 1, nel XIV secolo, la piccola cappella a destra dell'ingresso e la parte anteriore della navata attuale è stato costruito in stile gotico. Questa prima chiesa era molto più piccola di oggi e probabilmente aveva un tetto di tegole su un telaio di legno. L'altare ha una figura originale conservato di Cristo scolpito di legno d'arancio in stile gotico, risalente alla fine del XIV secolo o all'inizio del XV secolo. La scultura originale è stata colorata, ma dipingere la figura scomparve al giorno d'oggi. Alcuni elementi, come la corona di spine e la croce manca oggi. Questa figura altare della prima cappella è stata sospesa nella cappella laterale sulla destra dell'edificio attuale, che è la posizione dell'altare della costruzione originale.
  • Il castello di Capdepera a Maiorca - Volta della cappella barocca della chiesa (autore Frank Vincentz) - Clicca per ingrandire l'immagineDurante la Fase 2, al XVI secolo, la cappella fu ampliata verso il nord ; la piccola chiesa dedicata a San Giovanni Battista (Sant Joan Baptista) è stato inserito nella parte posteriore della navata. La navata era ora di fronte nord-est, con l'altare ora si trova alla fine nord-est.
  • Durante la fase 3, nei primi anni del Settecento, furono aggiunte le cappelle laterali. Nel 1703 fu costruita una cappella barocca dedicata alla Madonna del Rosario.
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagineDopo il 1840 la cappella di Nostra Signora non è stato utilizzato perché una chiesa più grande è stata costruita nel castello.

La chiesa ospita anche una statua lignea della Vergine Maria ; si tratta di una statua gotica di 1,65 m di altezza. Solo sono la testa e le mani originali, come la statua era vestito e il corpo non è stato scolpito. L'attuale corpo della statua è stata fatta nel 1966 in stile gotico, da un scultore madrileno José Rodríguez.

Il castello di Capdepera a Maiorca - Statua della Madonna della Speranza (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineQuesta statua della Vergine è il centro di una leggenda miracolosa della protezione che l'immagine sacra ha assicurato gli abitanti di Capdepera, comunemente chiamati “gabellis„. Quando Capdepera è stata attaccata dai pirati moreschi, alla fine del XIV secolo nuovo, i residenti, i rifugiati nel castello, la Vergine è venuto fuori della cappella e collocati sulle pareti. La vergine pose uno strato spesso di nebbia sulla località e sulla costa, che rende impossibile il successo di quest'attacco.

La leggenda è stata svalutata per l' arciduca Luigi Salvatore sotto il titolo “La oscuridad contra los moros„ (l'oscurità contro i Mori). L'arciduca ha scritto :

“I Mori stavano conducendo un attacco importante e avrebbe sbarcare a Cala Ratjada. I gabellis sapevano che molti sono venuti questa volta ed erano preoccupati. Hanno invocato la Vergine della Speranza, e presto una nube dal castello si sviluppa attraverso il mare per quanto riguarda le navi dei Mori. E nebbia ancora una volta tornato, e fino a tre volte, e potrebbero sbarcare. Ed i gabellis furono estremamente riconoscenti al vergine della speranza ".

Da questo episodio, la Vergine è chiamata Vergine della Speranza (Verge de l'Esperança) o Nostra Signora della Speranza (Nostra Senyora de l'Esperança / Nuestra Señora de la Esperanza).

Il castello di Capdepera a Maiorca - Il campanile della cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Nel 1871 la chiesa fu anticamente dedicata a San Giovanni Battista, fu dedicata alla Vergine della Speranza (Verge de l'Esperança), venerata a Capdepera fin dal XVI secolo e patrona della città. La cappella del castello è stato quindi nominato Església de Nostra Senyora de l'Esperança, ma è ancora talvolta chiamato Església de Sant Joan. A volte è chiamato Església de Sa Boira (Chiesa della Nebbia). Dal 18 dicembre 1893, la popolazione andò in processione, ogni 18 dicembre, fino alla cappella.

Il castello di Capdepera a Maiorca - La Cappella della Madonna - Clicca per ingrandire l'immagineDurante il restauro della chiesa alla fine del XIX secolo - inizio del XX secolo, la pavimentazione è stata rifatta in lastre di pietra, il coro è stato ridisegnato e una nuova canonica costruita. Nel 1910 per facilitare le processioni, un ampio sentiero meno tortuoso di quello precedente, è stato costruito lungo la parete nord-ovest della chiesa.

Oltre alla chiesa, il castello è stato poco utilizzato dopo il 1920.

Nel 1975, una lastra di pietra memoriale è stato collocato vicino alla cappella per commemorare il trattato Capdepera.

PozoCisterna (Cisterna)
Il castello di Capdepera a Maiorca - Il serbatoio del castello  - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il castello di Capdepera a Maiorca - Il serbatoio del castello  (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineSul lato del sud-est della cappella di Nostra Signora è un serbatoio di acqua piovana (punto 3 del piano). Questo serbatoio è uno dei più antichi edifici della fortezza ; risale al XIV secolo. Le ridotte dimensioni del serbatoio suggerisce che il serbatoio è stato creato solo per situazioni di emergenza, per esempio sedili. L'acqua è stata portata alla superficie per mezzo di un asse puleggia e un secchio.
CasaLa casa del governatore (Casa del Governador / Casa del Gobernador)
Il castello di Capdepera a Maiorca - La Casa del Governatore - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Il castello di Capdepera a Maiorca - La Casa del Governatore (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineAl tempo dei Borboni nel XVIII secolo, una truppa di dragoni era responsabile per la difesa della città di Capdepera. Fu allora che ha costruito il Palazzo del Governatore, a circa quindici metri a sud della Torre di Miquel Nunis, come pure dei baraccamenti militari (punto 6 sulla mappa).

La Casa del Governatore, ancora intatta, oggi ospita il Museo di Vimini (Museu de la Llata) ; la llata è il mestiere della palma della palma nana, molto importante a Capdepera nei primi anni del XX secolo.

Abitazioni (Cases / Casas)
Il castello di Capdepera a Maiorca - La zona residenziale del castello (autore Olaf Tausch) - Clicca per ingrandire l'immagineL'aspetto attuale del castello ha poco a che fare con l'aspetto originale. La città murata è un labirinto di strade strette e piccole case, adattata al settore specifico in cui le persone si rifugiarono durante gli attacchi dei pirati moreschi o ottomano, soprattutto durante i secoli XVI e XVII, lasciando le loro terre e proprietà grazie per il nemico.

Quando la costruzione della fortezza è stata completata nel 1386, vi erano circa 70 case all'interno della custodia e circa 200 abitanti. Alcune case furono costruite contro le pareti di recinto, o contro le pareti di sostegno rese necessarie dalla forte pendenza del terreno.

Il castello di Capdepera a Maiorca - Piano del castello nel 16 ° secolo - Clicca per ingrandire l'immagineAll'unica porta d'entrata della fortezza, il Portale del Rei Jaume, è stato aggiunta agli inizi del XVI secolo, una seconda porta a sud, il Portalet. Entrambe le porte erano collegate da una strada parallela alla parete sud-ovest che ha passato le case attaccate alle pareti. Altre strade hanno la stessa est-ovest salendo gradualmente a Torre d'en Miquel Nunis.

Alla fine del XVI secolo (1595), l'isola fu sottoposta a sbarchi incessanti, attacchi, saccheggi e catture da parte dei pirati. È a quest'epoca che il castello raggiunse la sua occupazione massima : la fortezza comprendeva 150 case.

Quando la funzione di difendere la fortezza divenne sempre più obsoleta alla fine del XVII secolo, gli abitanti lasciarono l'area fortificata e gradualmente spostati al castello, dove, a poco a poco sviluppata la città moderna. Alla fine del XVIII secolo, c'erano solo 25 case all'interno delle mura della fortezza e al di fuori, ammontano a più di duecento.

L'esodo degli abitanti del castello continuò nel XIX secolo : nel 1820 c'erano ancora 12 case abitate da civili ; nel 1865 solo 4 case.

Massimo di 150 case del vecchio borgo fortificato, solo pochi frammenti di case sono stati scoperti nel corso delle indagini archeologiche contro il muro sud-ovest tra Portalet e Portal del Rei Jaume ; una delle case è stata restaurata.

ConoscenzaStoria, geografia, arte, tradizioni, flora…

StoriaStoria
Prima della conquista di Maiorca dal re Giacomo I d'Aragona, l'isola fu occupata dai Mori, X al XII secolo. A Capdepera, i Mori costruirono una torre di avvistamento, la corrente Torre Miquel Nunis per proteggere la fattoria Benifilia e controllare il traffico marittimo nello Stretto di Minorca.
Quando gli spagnoli riconquistarono l'isola di Maiorca, nel 1229, la Torre d'en Miquel Nunis era l'unica parte esistente della attuale castello ; hanno continuato a usarlo come una torre di avvistamento.

Il castello di Capdepera a Maiorca - Targa commemorativa del Trattato di Capdepera - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Nel 1231, re Jaume I (1208-1276), Jaume il Conquistatore, firmato in questa torre el trattato di Capdepera con alguacil musulmani che ancora occupavano l'isola di Minorca.

Nel 1300 il re Jaume II (1243-1311), il terzo figlio di Jaume I, ordinata da un decreto chiamato “Las Ordinacions„ è stato costruito dodici villaggi in Maiorca. Uno di loro doveva essere situato nei pressi del “Cap de la Pedra„ e divenne il borgo fortificato di Capdepera. La ragion d'essere del castello e la costruzione del muro attorno alla torre di guardia Miquel Nunis era quello di portare l'intera popolazione della regione, che vivevano molto dispersa, per controllare la regione e anche controllare le rotte marittime per l'isola di Minorca.

I primi edifici sono stati costruiti la chiesa e il serbatoio. Il muro della fortezza, prima senza torri di difesa, fu costruito al tempo stesso come le case.

Tuttavia, gran parte della popolazione della regione di Capdepera non avrebbe abbandonato la sua terra per vivere all'interno del borgo fortificato, a causa della mancanza di spazio e la difficoltà di svolgere attività agricole e zootecnia ; Pertanto, gli fu ordinato a tutti i residenti per bloccare armata durante la notte nel castello di rafforzare la sua difesa.

Sancho I (1277-1324) succedette al padre, Jaume II nel 1311 ; Sanç ho concesso un aiuto di 100 sueldos (suolo, dal solidus latino, la moneta romana) per ogni famiglia che si stabilì nel castello.

La costruzione delle mura fu completata verso la fine del XIV secolo, nel 1386 ; il nuovo villaggio non aveva più di cinquanta case e 200 abitanti. L'area della fortezza era solo di circa 8000 m², un decimo dei 82.000 m² inizialmente previste.

Verso la fine del XVI secolo, nel 1595, con la crescente minaccia di incursioni dei pirati ottomani, la popolazione della regione si trasferisce a vivere nel castello, che ha raggiunto la sua capienza massima, con 150 case costruite.

A partire dal XVII secolo, il castello è stato sempre più spopolato e la gente si stabilì fuori le mura, ai piedi del castello.

Dopo l'arrivo dei Borboni al trono di Spagna nel 1715, la popolazione del borgo fortificato viene privato delle sue armi ; la difesa della fortezza è ora fornita da una guarnigione di draghi, soldati professionali ; un governatore è nominato, che risiede nella Casa del Governatore, di recente costruzione. Gli abitanti dei villaggi gradualmente lasciano la sicurezza delle mura del castello, e, usando le pietre delle loro vecchie case, costruiscono le loro nuove case, più spaziose e confortevoli, nel moderno villaggio di Capdepera. La fine del XVIII secolo, nel 1789, rimane solo 25 case abitate nella murata e il nuovo villaggio, che si trova fuori le mura, ha già 208 case.

Dal 1820, con la conquista di Algeri da parte dei Francesi, la pirateria barbaresca scompare del Mediterraneo occidentale e l'utilità strategica e difensiva del castello di Capdepera diminuisce ; nel 1854, la più piccola unità di draghi lasciato la fortezza. La fortezza ha solo 12 case abitate da civili.

Nel 1856, un decreto reale ha dichiarato castello inutile. Nel 1858, Capdepera divenne comune autonomo. Nel 1862, il castello fu venduto all'asta pubblica per 4.252 pesetas ; diventa di proprietà di Joseph Quint Zaforteza. Nel 1865, ci sono solo 4 case residenziali all'interno della fortezza. L'interno della custodia è invaso da fico d'India, con qualche piantagioni di carrube, fichi e querce sfruttate dagli agricoltori del proprietario.

Alla fine del XIX secolo, la cinta muraria è disabitata.

Nel 1983, il municipio di Capdepera acquistò il castello ed inizia il suo restauro.

TradizioneTradizioni
MercatoIl Mercato Medievale di Capdepera (Mercat Medieval de Capdepera)
Dall'anno 2000, per commemorare la fondazione della città dal re Jaume II nel 1300, Capdepera trovato ogni terzo fine settimana di maggio un'atmosfera medievale, per mostrare come i suoi abitanti vivevano nel Medioevo. La Fiera Medievale (Fira Medieval) è organizzata nel castello e tutta la città è mascherato. Il popolo dipinte scudi di legno con raffigurazione araldica dei nomi dei loro familiari e pendono dalle finestre e dai balconi delle loro case ; i bambini fanno striscioni che decorano le strade ornate con nastri colorati.

InformazioniInformazioni pratiche

Informazioni generaliInformazioni generali
Ufficio di turismoUfficio di turismo
Cala Ratjada : Via Mallorca, 36 ; Telefono : 00 34 971 563 033

Capdepera : Carrer Ciutat, 22 ; Telefono : 00 34 971 556 479

Orario di visitaOrario di visita
Il castello di Capdepera a Maiorca - L'ingresso principale al castello - Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia)Castell de Capdepera.

Indirizzo : Carrer del Castell, s / n

Abbiamo raggiunto il castello salire i gradini dalla piazza del mercato, la Plaça de l'Orient.

Telefono : 00 34 971 818 746

Sito web : www.castellcapdepera.com

Orario estivo (dal 16 marzo - 14 ottobre) : lunedì alla domenica, dalle ore 9 alle ore 20

Orario invernale (dal 15 ottobre al 15 marzo) : lunedì alla Domenica, dalle ore 9 alle ore 17

Chiuso il 1 e il 6 gennaio.

Mercato Medievale Castello : terzo fine settimana di maggio.

Ingresso : 3 €

Visite guidate su richiesta.

Altri temiAltri temi

Filiazione dell'argomento
Isole Baleari > Maiorca > Contea del Llevant > Capdepera > Castello di Capdepera
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
La città di Capdepera a Maiorca - Il castello
Il villaggio di Cala Mesquida a Maiorca
Il villaggio di Cala Rajada (Cala Ratjada) a Maiorca
Il villaggio di Canyamel a Maiorca
Argomenti più ampi
Accoglienza
La città di Artà a Maiorca
Il parco naturale della penisola del Llevant a Maiorca
La città di Capdepera a Maiorca
La città di Son Servera a Maiorca
La città di Sant Llorenç des Cardassar a Maiorca
La città di Manacor a Maiorca
Argomento sopra ] [ Argomento seguente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, premete su questo legame per fare apparire i frammenti.