AlbaniaGermaniaInghilterraArmeniaPaese bascoBielorussiaBulgariaCatalognaCroaziaDanimarcaSpagnaEstoniaFinlandiaFranciaGaliziaGallesGeorgiaGreciaUngheriaIrlandaIslandaItaliaImpero romanoLettoniaLituaniaMacedoniaMaltaNorvegiaPaesi BassiPoloniaPortogalloRomaniaRussiaSerbiaSlovacchiaSloveniaSveziaCechiaUcraina
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.
Ricerca personalizzata

La vecchia città di Palma di Maiorca - I vecchi quartieri ebraici

[Argomento precedente] [Argomento ascendente] [Minorca] [Maiorca] [Ibiza] [Formentera] [Cabrera] [Pagina d'inizio] [Baleari] [Via Gallica]
Rubriche[Foto] [Presentazione] [Situazione] [Visite] [Cultura] [Informazioni pratiche] [Altri temi]Pagina pubblicata

PresentazionePresentazione

Presentazione generalePresentazione generale
Il termine “call„ (di kahal (קהל) comunità in ebraico) designato nel Medioevo, una giudecca (quartiere ebraico) a Palma. È dal 1300 che la comunità ebraica si stabilì nel Call Major, la Grande Giudecca, avendo vissuto in altre due aree : l'antica città romana, il Call della Almudaina, la Giudecca della Almudaina, e il Callet, o Piccola Giudecca.

SituazioneSituazione

1. Porta del Call Maggiore

2. Carrer del Sol

3. Carrer de la Criança

4. Porta del Tempio di S'Abeurador

5. Carrer dels Botons

6. Carrer de la Pelleteria

7. Carrer de Monti-Sion

8. Carrer de la Posada de Montserrat

9. Carrer del Vent

10. Carrer de Can Dusai

11. Es Callet

VisiteVisite

Maghen DavidIl vecchio quartiere ebraico del Call Major
1290, Jaume II assegnato a un ghetto ebraico circondato da mura, chiuse da porte per la propria protezione. Questo ghetto era situato nel distretto di Calatrava nella parrocchia di Santa Eulalia, ha capito le Carrer de Monti-Sion e Via degli Ebrei.

Il Call Major era nel quartiere nord-est della città medievale, dove gli ebrei furono costretti a passare la notte e vivere, ma non funziona. In realtà, molti ebrei avevano i loro negozi e le loro attività al di fuori del quartiere ebraico. Il inizi del XIV secolo, il Call è stata circondata da un muro, è stato raggiunto da quattro porte dislocate lungo il perimetro. L'area consisteva di sei grandi blocchi collegati tra loro da due vie principali : Carrer del Sol e attuali strade di Monti-Sion e Seminari Vell. In questi blocchi, le case sono state spesso organizzate intorno a un giardino o patio, fornendo una maggiore protezione e privacy per i suoi residenti. Nel tessuto urbano, aggiungere una serie di impasse che ha consentito un rapporto più intimo tra i diversi cortili o giardini che si aprivano sul retro della casa. Na Dragona e Can Conrado sono due esempi di queste strade che sono sopravvissute fino ad oggi.

Nella seconda metà del XIV secolo, la crescita della popolazione ebraica ha reso necessaria l'acquisizione di case situate al di là delle mura del Call. E sono stati occupati strade periferiche (El Temple, Salom, Torre de l'Amor…). Il fatto di vivere fuori le mura che proteggevano il Call, indebolito la comunità ebraica e, in qualche misura, ha facilitato l'assalto da una folla nel 1391. Nel quartiere ebraico (Barri Jueu) visse alcuni personaggi famosi : Rabbi Shimon ben Tzemach Duran (1361-1444), emigrato ad Algeri, dove divenne uno dei rabbini più importanti, il medico Giuda Mosconi (metà del XIV secolo) il talmudica Jonah Desmaestre (fine XIV secolo), astronomo Isaac Nifoci, cartografo Abraham Cresces (- al 1381). Dopo le epidemie di peste del 1370 e 1380, i rivoltosi hanno chiesto l'espulsione degli ebrei dall'isola nel 1391, e dal 1413 sono stati condotti sermoni - compreso il futuro San Vincenzo Ferrer - per la conversione degli ebrei. Anche se la comunità ebraica ha - ufficialmente - scomparso nel 1434, quando fu finalmente costretto a convertirsi al cristianesimo, l'ebraismo non ha scompaiono Mallorca, grazie a coloro che persistevano. Questi discendenti erano conosciuti come “Xuetes / Chuetas„ e sospettati di nascosto praticare la loro vecchia religione sono stati spesso perseguitati (e talvolta condannato a morte) dall'Inquisizione, e soffriva di esclusione sociale fino a ben nel ventesimo secolo.

La Porta Grande della Giudecca (Porta Major del Call) è stato il cancello principale del quartiere ebraico, che si trova all'incrocio dei Via di Monti-Sion e Via del Sol. Questa porta ha permesso la comunicazione tra l'ebraismo e il centro città. Proprio dietro la porta sul lato destro della strada Monti-Sion, fu la macelleria del Call. Nel 1304, era il macellaio Isacco Nafussí è stato approvato dalla Aljama per il bestiame da macello secondo il rituale ebraico (shechità), in modo che la carne era in grado (kosher) per il consumo da parte della comunità ebraica.

La Via del Sole (Carrer del Sol) era conosciuto anche come via degli ebrei (Carrer dels Jueus). In questa strada sono conservati notevoli case medievali che appartenevano agli ebrei. L'attuale scuola di turismo, con la sua falegnameria artistica, è uno dei migliori esempi. Il numero e le dimensioni di queste vecchie case medievali che hanno dovuto insegnarci a vivere in questa strada le famiglie più ricche.

La Via dell'Infanzia (Carrer de la Criança) potrebbe essere la vecchia strada delle Trattorie (Carrer de les Tavernes), che appare in vecchi documenti. È menzionato, nel 1339-1350, il nome del locandiere ebreo Atlel che ha venduto il vino ebraico (juevesch vino), vale a dire il vino kosher. Questa stretta strada che collega le due strade più importanti di Call : Carrer del Sol e Carrer de Monti-Sion. Questa strada mantiene anche case medievali, in una delle quali sono stati scoperti affreschi con iscrizioni in ebraico.

Il sud-est del centro storico di Palma di Maiorca - Il sito della vecchia Porta di S'Abeurador. Clicca per ingrandire l'immagine.La Porta dell'Abbeveratoio del Tempio (Porta de l'Abeurador del Temple) si trova alla confluenza delle strade del Sol, della Pelleteria e dels Botons, era la porta orientale del Call, che si apre accanto al trogolo situato di fronte alla fortezza dei Cavalieri Templari. Oggi si trova in questo posto una statua del figlio ebraica e illustre di Maiorca, Jafudà Cresques (1350-al 1427), navale famoso cartografo, che viveva nelle vicinanze.

Il sud-est del centro storico di Palma di Maiorca - La statua di Jafudà Cresques. Clicca per ingrandire l'immagine.La Via des Bottoni (Carrer dels Botons) definisce la parte orientale del Call di origine prima della sua estensione oltre le sue mura. Mantiene una casa medievale in quel momento. Questa strada termina all'incrocio della via del Seminario Vecchio (Seminari Vell), Piazza di San Girolamo e strada di Can Calders. Probabilmente ha preso il nome di una famiglia ebrea di Maiorca, quella di Isacco e Abramo de Caldes, citato nella ebrei nella seconda metà del XIV secolo.

Il sud-est del centro storico di Palma di Maiorca - La strada più antica della Nuova Sinagoga. Clicca per ingrandire l'immagine in Fotolia (nuova unghia).La Via della Pelletteria (Carrer de la pelleteria) era conosciuta come la strada della Nuova Sinagoga, perché era lì l'ultima sinagoga del Call. È stato costruito con l'eredità di Aronne Mani nel 1370. È stato gravemente danneggiato durante l'assalto del 1391 e fu ricostruita subito dopo da ebrei dal Portogallo. La sua posizione può essere situato dove c'era il forno Can Miquel. La sinagoga era accessibile anche attraverso l'impasse Can Conrado, che comunica con il Carrer del Sol. Oggi Carrer de la pelleteria viene amputato, ma nel medioevo era questa strada fino a quando l'attuale Via della Posada de Montserrat. Alla fine del XVI secolo fu occupata dalla Scuola di Monti-Sion, e al suo posto è stato aperto, in parallelo, una nuova strada, la Via delle Scuole (Carrer de les Escoles).

Nella via del Monte-Sion (Carrer de Monti-Sion), conosciuta anche come la strada di Call Major, è stata la prima sinagoga presso il sito della chiesa attuale di Monti-Sion. È stato il più grande e magnifica sinagoga della comunità ebraica. Jaume III, designato come “curiosam et valde formosam„. La sinagoga appena finito, il re confiscato il Sanç io, come una punizione, e lo converte in una chiesa, la chiesa di Mont-Sion. La Via del Monte-Sion ha attraversato il distretto di est e ovest, ad entrambe le estremità, la Porta de les Torres Llevaneres e Porta Major. La prima porta deve essere situato all'incrocio di strade dels Botons, Can Calders e Seminari Vell.

In un primo momento, la Via della Locanda di Montserrat (Carrer de la Posada de Montserrat) era al di fuori del Call. Era la porta di Calatrava, che è stato raggiunto dalla comunità ebraica. In seguito all'estensione del quartiere ebraico fuori dalle mura, nella seconda metà del XIV secolo, questa strada è stata costruita per Call. In realtà, è qui che la grande sinagoga è stata costruita dopo la chiusura della prima, quella di Monti-Sion, nel 1313. Questa sinagoga era al culmine del vecchio seminario. Nel corso del tempo questa strada è diventata nota come la strada della Vecchia Sinagoga (Carrer de la Sinagoga Vella), in contrapposizione alla nuova sinagoga è stata costruita strada della Pelleteria.

La Via del Vento (Carrer del Vent) che fiancheggia un lato della chiesa di Monti-Sion, sul sito della prima sinagoga, ed era noto per questo motivo, come vicolo sinagoga. Tra i più antichi strada asfaltata, ci sono i resti identificabili dell'antica sinagoga.

La Via di Can Dusai è stata elaborata nella seconda metà del XIV secolo, al fine di collegare due importanti quartieri ebraici : il Monti-Sion e quello di Sant Alonso (ex Born de Santa Clara). La strada prende il nome dalla famiglia Dusai, alcuni dei quali sono menzionati nel Call nel 1350. In questa strada vissuto alla fine del XIV secolo, l'ebreo Duzay Meir, i cui discendenti conservato trasformato la casa fino al XVII secolo.

Maghen DavidIl vecchio quartiere ebraico Portella
Poco della vita della comunità ebraica sono conosciuti nel Madina Mayurqa durante l'occupazione musulmana, gli ebrei vivevano in Almudaina, che era circondato da mura e conteneva la “Castell dels Jueus„ (Castello degli ebrei). Il vecchio quartiere ebraico della Portella era situato a ridosso delle mura.

Sembra che nel 1229 la comunità ebraica ha sostenuto Giacomo I, al momento della conquista dell'isola musulmani. Il re li concesse vari privilegi e proprietà. Comunità stabilì in due quartieri vicino l'un l'altro. Il primo è stato il Call della Almudaina, l'antica Palma romano, dove risiedevano durante l'occupazione musulmana. Nel 1231, Jaume I li autorizzava a costruire una sinagoga che era in corso Via del Palazzo Reale (Carrer del Palau Reial), sul sito ora occupato dal Parlamento delle Isole Baleari. Sembra che la comunità ebraica ha vissuto in diverse strade di questo quartiere.

Maghen DavidIl vecchio quartiere ebraico di Callet o Call Menor
Il sud-est del centro storico di Palma di Maiorca - Mappa degli ebrei Call Menor nel 1644. Clicca per ingrandire l'immagine.La seconda area era conosciuta come Callet o Piccola Giudecca (Call Menor), questa zona era situato sulla terra signore Nuno Sanç. Questa piccola comunità ebraica comprendeva la Via di San Bartolomeo (Carrer de Sant Bartomeu), conosciuta anche come la Via dei Giudei (Carrer dels Jueus), Calle Jaume II (precedentemente chiamato Segell) e la strada Bosseria. Il Callet aveva anche una sinagoga, di cui nel 1232, si trova nella attuale impasse Reixa, ma aveva un altro ingresso sulla Via di Santa Bárbara.

Anche se la comunità ebraica si trasferì all'inizio del XIV secolo alla Call Major, gli ebrei hanno continuato ad avere negozi locali e nel Callet. Questo è ciò spiega che, dopo la conversione finale forzata di 1435 i Chuetas stabilirono nuovamente nella Callet.

Altri temiAltri temi

Filiazione dell'argomento
Isole Baleari > Maiorca > Contea di Palma > Palma > Centro Storico > Sud Est > Vecchi quartieri ebraici
Argomenti più dettagliate
Argomenti vicini
La vecchia città di Palma di Maiorca - Il Monastero Francescano
La vecchia città di Palma di Maiorca - I vecchi quartieri ebraici
Argomenti più ampi
Inizio
Cliccabile cartina del centro storico di Palma di Maiorca
La vecchia città di Palma di Maiorca - Il nord-ovest
La vecchia città di Palma di Maiorca - Il nord-est
La vecchia città di Palma di Maiorca - Il sud-est
La vecchia città di Palma di Maiorca - Il sud-ovest
La vecchia città di Palma di Maiorca - Ovest del Born
Argomento precedente ] [ Argomento ascendente ]
Raccomandare questa pagina :
Raccomandare questo sito :
Ricerca personalizzata
Se avete raggiunto questo quadro direttamente, clicca su questo legame per rivelare i menu.